0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Tre sonetti fra Morato e Maganò

Giacomo Morello e Giovan Battista Maganza

  • Autore: Paccagnella Ivano
  • ISBN: 9788861296848
  • Collana: Scienze filologico-letterarie
  • Data Edizione: 2011
  • Numero pagine: 48
Giacomo Morello, canonico padovano di S. Girolamo, con la lomenagia, il nome d'arte di «Morato» è il primo imitatore di Ruzante, a partire probabilmente da un'apocrifa Terza Oratione che viene pubblicata nel 1551 dall'editore veneziano Stefano Alessi, unitamente alle altre due di Ruzante.
Giovan Battista Maganza (1509-1589), di Calaone nel Padovano ma trasferitosi a Vicenza, nella cerchia di Trissino e Palladio, con la lomenagia di Magagnò è il più prolifico e originale seguace di Ruzante, con i quattro libri di Rime di Magagnò, Menon e Begotto in lingua rustica padovana pubblicati fra il 1558 e il 1583.

L'Autore: Ivano Paccagnella insegna Storia della lingua italiana nel Dipartimento di Romanistica dell'Università di Padova. Ha pubblicato l'edizione delle Macaronee padovane e di vari altri testi pavani. Si è occupato di Ruzante (di cui dirige, per l'editore Marsilio, una nuova edizione critica) e di plurilinguismo letterario veneto rinascimentale. È in corso di stampa per l'editrice Esedra di Padova il Vocabolario del pavano (secoli XIII-XVII).



ISBN:9788861296848
Collana: Scienze filologico-letterarie
Autore: Paccagnella Ivano
Edizione 2011
Stato: Disponibile
 
10,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello