0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Quaderni di cultura della moda

Quaderni di cultura della moda
Figurini

Figurini

€ 12,50

In questo numero dei ISBN:8871789830Collana: Quaderni di cultura della modaAutore: Billo Livio - Ponchia Cristina Edizione 2003Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,50

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Allestimento per la moda

Allestimento per la moda

€ 12,00

Il testo propone una serie di scritti che, associati ad alcuni esempi concreti, offrono degli spunti di riflessione sulla progettazione dell´effimero (l´allestimento) per l´effimero (la moda); la reificazione di un pensiero progettuale che nella caducità dell´evento trova la valenza del proprio esistere. Lo scopo è di stimolare l´acquisizione di un metodo per la valutazione della continuità fra spazio ed evento contenuto. Vengono proposte delle riflessioni che distolgono l´attenzione dal prodotto da esporre, con particolare attenzione alle collezioni di abbigliamento e agli accessori moda, e la portano al contesto. Non viene messo in discussione l´assoluto protagonismo di ciò che è esibito, essendo questo il soggetto, pretesto che fa nascere tutto l´apparato allestitivo; viene introdotto lo spostamento dell´indagine sul contorno, sulla cornice che inevitabilmente modifica la percezione dei prodotti. (Dall´Introduzione)Roberto Zanon, architetto, insegna nelle Università di Padova e di Firenze e all´Accademia di Belle Arti di L´Aquila. È stato visiting professor presso alcune Università asiatiche (Bangalore, Hong Kong e Bangkok), e in Portogallo (Lisbona e Porto). Ha un proprio studio di progettazione (interni, allestimenti, oggetti) ed è socio della Wagner e Associati.ISBN:8871782720Collana: Quaderni di cultura della modaAutore: Zanon Roberto Edizione 2003Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Contraccambi

Contraccambi

€ 13,50

Raccolta di studi che nasce dall´esperienza didattica del corso universitario di Iconologia e Iconografìa per il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell´Università di Padova. Un´insegnante e alcuni allievi si sono cimentati intorno al tema del rapporto tra moda e cinema, dagli anni Cinquanta a oggi, cogliendone la sempre più stretta e complessa relazione. Il puntuale richiamo alla letteratura critica sul cinema mette in evidenza come in passato fosse stato il cinema a condizionare la moda, ciò anche in considerazione del significativo ruolo assunto nel tempo dagli attori: sorta di status symbol, per tutto il pubblico modello d´ispirazione e imitazione.Oggi però è vero anche il contrario: la moda tende a coinvolgere il cinema, sfruttandolo come veicolo di un immaginario comune che non ha più frontiere rigidamente delineate. Nel complesso panorama dell´industria culturale, con uno sguardo affatto originale, si indagano i cambiamenti e i mutamenti tra moda e comunicazione. Emergono così i reciproci influssi e i giochi di rimandi e dì specchi tra il sofisticato mondo della moda e il mimetico mondo del cinema. Oltre a un´introduzione di carattere generale, il saggio riporta riflessioni che vertono sul rapporto cinema/moda attraverso l´analisi di una ricca ed eterogenea scelta di film: da Miracolo a Milano a II cappotto, da Metropolis sino al recentissimo Favoloso mondo di Amelie.Caterina Limentani Virdis insegna Iconologia e Iconografia all´Università di Padova. Autrice di numerose pubblicazioni e specialista di arte fiamminga, si è dedicata a studi sull´arte e l´estetica del contemporaneo.ISBN:8871780175Collana: Quaderni di cultura della modaAutore: Virdis Limentani Caterina Edizione 2003Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

13,50

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Il filo la tela

Il filo la tela

€ 18,00

Il Quaderno raccoglie alcuni materiali didattici prodotti dall'autore per gli studenti del corso in Cultura e Tecnologia della Moda ed integra e approfondisce il tema ‘sistema-moda e arte'. La relazione tra i due ambiti, originatasi all'epoca in cui la moda stessa è nata come espressione della modernità, si è fatta più stringente nel clima innovativo e sperimentale delle avanguardie e neo-avanguardie novecentesche, tanto da rappresentare come una sorta di ‘cucitura' operata all'interno di un comune schema di rottura e mutamento storico di cui la moda sarebbe il ‘filo' e l'arte visuale, la metaforica ‘tela'. Operazione che ha prodotto sia il modo di intendere e creare l'abito moderno, su base tecnico-industriale, sia il modello corporeo che se ne riveste in funzione di ‘seconda pelle' metamorfica.Questo originario impulso della moda alla mutazione sta subendo un potenziamento e una forte accelerazione per effetto di tutte quelle risorse informatiche che sono entrate stabilmente nel suo sistema, così come sono entrate, con forza non minore, in quello dell'arte. Ma ponendo tanto nell'una quanto nell'altra quegli stessi paradigmi problematici dell'intelligenza artificiale e delle mutazioni trans e post-umane che la cultura post-moderna va declinando nelle scritture di un meta-corpo che si pretenderebbe finalmente liberato dalla soggettività e dalle categorie dell'identità.Livio Billo, docente di Storia dell'arte contemporanea nel corso di laurea in Cultura e Tecnologia della Moda dell'Università di Padova, ha al suo attivo diverse pubblicazioni scientifiche e didattiche. Ha collaborato a progetti di ricerca avviati dal MIUR e dalla Regione Veneto. ISBN:9788861293878Collana: Quaderni di cultura della modaAutore: Billo Livio Edizione 2009Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
TecnoModaLab

TecnoModaLab

€ 22,00

Da puro riferimento iconografico o curiosità sfiziosa, la tecnologia è divenuta parte integrante del linguaggio artistico contemporaneo che ha privilegiato il nesso umano/meccanico, ovvero naturale/artificiale. Una certa invasione di campo di tali tematiche è osservabile ai giorni nostri anche nella moda. Se il timore di non riuscire a controllare umanisticamente i prodotti avanzati della scienza ha spesso spinto a utilizzare l´orizzonte tecnologico e la futurologia come sfondi di utopie negative, altrove si nota il dominio che in genere gli artisti esercitano sulla paura dell´ignoto derivante da un futuro scientificamente governato. Non altrimenti, nella moda, tessuti, metodi di produzione e programmazione high-tech sono divenuti consueti. Il raffronto tra moda e tecnologia presente in questa raccolta di studi non solo dà conto dello stato delle ricerche, ma si allinea alle propensioni cyborg che emergono nelle recenti collezioni. Per i contenuti trattati la pubblicazione può interessare, non solo storici dell´arte e della comunicazione, ma anche professionisti del settore tecnico e tessile, distributori del ´prodotto moda´ e centri di documentazione.Collana ´Quaderni di cultura della moda´, n°8.Livio Billo ha al suo attivo pubblicazioni scientifiche e didattiche e ha collaborato a progetti di ricerca avviati dal MIUR e dalla Regione del Veneto. Attualmente ricopre anche l´incarico di docente di Storia dell´arte contemporanea nel corso di laurea in Cultura e Tecnologia della Moda dell´Università degli Studi di Padova. Stefano Franzo insegna Storia del costume e della moda all´Università degli Studi di Padova, occupandosi parallelamente di storia dell´abbigliamento e del tessile, di collezionismo, arti applicate e pittura dall´Ottocento alla prima metà del Novecento in area segnatamente veneta, argomenti sui quali ha all´attivo differenti articoli, saggi e interventi.INDICECATERINA LIMENTANI VIRDIS, Chi ha paura della tecnologia?TECNOLOGIA E CREATIVITÀMARTA NEZZO, Lo sguardo della macchinaMARCELLO PECCHIOLI, Mode, tecnologie multimediali e tracce di culture orali nell´Italia contemporaneaLIVIO BILLO, Il ragno tessitore. Relazioni tra ´sistema tecnico´ e moda.IL RUOLO DELLA RICERCAGIORGIO MAZZUCHETTI, Il processo di elettrofilaturaper la produzione di nanofibreCOSIMO CARFAGNA, PAOLA PERSICO, Materiali funzionali per il settore tessileUMBERTO CUGINI, MONICA BORDEGONI, ROSSELLA MANA,Il ruolo della prototipazione virtuale nella modaPIERO DE SABBATA, Note su processi di collaborazione e reti di fornitura nel tessile abbigliamentoIL RUOLO DELLE AZIENDESOLITARIO NESTI, Innovazione di processo, tecnologie avanzate e prodotti d´avanguardia per il settore modaALDO TEMPESTI, Tecnico, innovativo e intelligente. Il tessile da prodotto ´maturo´ a protagonista di scenari futuriMAURO TESCARO, Acquisizioni tecnologiche nel polo calzaturiero del BrentaSTEFANO FRANZO, PostfazioneBIBLIOGRAFIAILLUSTRAZIONIISBN:9788861291089Collana: Quaderni di cultura della modaAutore: Billo L., Franzo S. (a cura di) Edizione 2007Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello