0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Scienze dell'educazione

Scienze dell'educazione
Valutare nella scuola e nei contesti educativi

Valutare nella scuola e nei contesti educativi

€ 21,00

Il volume intende riportare il tema della valutazione al centro dell’attenzione di educatori e insegnanti, come momento determinante all’interno dei processi di insegnamento e apprendimento. Si tratta di un testo rivolto agli studenti dei corsi preparatori alle professioni educative e all’insegnamento, ma anche a quei docenti che decidono di accettare la sfida della valutazione, ossia di (ri)affrontare un tema spesso vissuto come critico nella scuola e che necessita di una riflessione profonda, oltre che di essere padroneggiato con metodi e strumenti efficaci. Il lettore ha la possibilità di approcciare l’argomento muovendo dagli spunti teorici offerti nei primi capitoli o cominciando dalla lettura delle pratiche proposte nella seconda parte, o, ancora, affrontando gli elementi critici di alcune delle recenti prospettive della ricerca valutativa delineati nella parte conclusiva. L’elemento di originalità del volume risiede nei riferimenti concreti a contesti autentici prospettati e delineati da insegnanti e formatori, che hanno messo in atto le pratiche illustrate. Le autrici sono ricercatrici in Pedagogia sperimentale nell’Università di Padova. Condividono l’interesse di ricerca per la valutazione nei contesti educativi, pur approfondendone aspetti diversi. Valentina Grion si occupa maggiormente di valutazione delle competenze nei diversi ambiti della formazione; Debora Aquario considera gli aspetti relativi agli approcci e modelli della valutazione, anche in prospettiva inclusiva; Emilia Restiglian s’interessa di valutazione e qualità dei servizi per l’infanzia e della scuola. ISBN:9788854950689 Autori: Valentina Grion, Debora Aquario, Emilia Restiglian Edizione: 2019

Aggiungi al carrello

21,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Autonomia scolastica e ricerca educativa

Autonomia scolastica e ricerca educativa

€ 14,00

ISBN:9788871789071 Collana: Scienze dell´educazione Autore: Biasutti Michele Edizione 10/1999 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Orientati per il futuro

Orientati per il futuro

€ 15,00

Il volume intende divulgare gli strumenti utilizzati, insieme ai risultati e ad alcune riflessioni, emerse da un progetto che l’Università di Padova e l’Ufficio Scolastico Territoriale hanno proposto nel 2015 alle Scuole secondarie della Provincia di Padova. In particolare, sono indagati tramite questionari, le aspettative degli studenti riguardo la formazione, il loro benessere, la percezione del loro vissuto relativamente alle transizioni e i loro fabbisogni di orientamento. I risultati delle indagini mostrano un certo disorientamento fra i ragazzi di tutti i gradi e tipi di scuola. Di qui la necessità di progettare e attuare interventi preventivi di orientamento, in un’ottica di continuità formativa, non limitando gli interventi agli ultimi due anni della Scuola superiore, ma anticipando le azioni di orientamento informativo e formativo, già negli anni precedenti, per lasciare agli studenti il tempo necessario a maturare le scelte. Gli interventi da proporre dovranno essere non solo di tipo informativo, ma anche mirati a fornire quegli strumenti che consentano agli studenti di capirsi e conoscersi, arrivando a formulare una scelta consapevole del proprio percorso formativo, in vista di un futuro professionale. Nel volume sono descritti alcuni possibili interventi futuri e altri già realizzati. Mirca Varotto è Orientatore ed è stata Capo Servizio Orientamento dell’Università di Padova dal 2000 al 2017. Lorenza Da Re è Pedagogista e Assegnista di Ricerca dell’Università degli Studi di Padova. Silvia Meggiolaro è Professore Associato di Statistica Sociale presso il Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Università di Padova. Renata Clerici è Professore Associato di Statistica Sociale presso il Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Università di Padova. Indice Presentazione ISBN:9788867878758 Collana: Scienze dell´educazione Autori: Mirca Varotto, Lorenza Da Re Silvia Meggiolaro, Renata Clerici Edizione: 2018 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Il

Il "Cornaro" si racconta

€ 0,01

Come ricordare i quarant’anni di vita del Liceo Cornaro? Esiste un fil rouge che tiene unite le diverse generazioni che sono passate in questa scuola? È possibile ricostruire la sua vita, la sua storia attraverso i suoi protagonisti? È possibile aprire un dibattito tra passato, presente e futuro? Che ruolo possono avere la memoria e il ricordo in questo? Da queste domande è nata l’idea di proporre alla scuola un laboratorio di scrittura autobiografica finalizzato alla ricostruzione della storia individuale e collettiva del Liceo, attraverso la raccolta delle biografie di trentadue protagonisti della scuola. In esse hanno trovato spazio la valorizzazione della soggettività e la dimensione sociale dell’esperienza scolastica, secondo l’immagine sottesa all’espressione di Bauman “individualmente insieme”. Ricostruire questa storia, inserita nel territorio, dalla sua origine ai giorni nostri, evidenziando i valori e le trasformazioni che l’hanno caratterizzata, ci è sembrato un modo diverso e generativo di ricordare i quarant’anni di vita della scuola. Lucia Tomasoni è stata docente di Scienze nella scuola superiore. È esperta in metodologie autobiografiche e collaboratrice della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari - LUAA. Ha condotto il laboratorio di scrittura presso il Liceo “Alvise Cornaro” e ha coordinato l’intero progetto Il Cornaro si racconta. Storia di una scuola a più voci. Indice Prefazione ISBN:9788867878871 Collana: Scienze dell´educazione Curatore: Lucia Tomasoni Con la collaborazione di Annamaria Matteucci Prefazione: Massimo Vezzaro Postfazione: Carmine Lazzarini Edizione 2018 Stato: informazioni presso Liceo Statale Alvise Cornaro di Padova

Non disponibile
Al nido con il corpo

Al nido con il corpo

€ 12,00

Il movimento è una caratteristica insita nella specie umana ed è funzionale alla sua crescita. Insieme alla dimensione della corporeità costituisce un’unità inscindibile che influenza fin dai primi giorni di vita l’intero processo di sviluppo del bambino. Il volume affronta le tematiche relative al valore del corpo e della motricità, si sofferma sulle dimensioni dello sviluppo del bambino e sulle basi biologiche in rapporto all’attività fisica. Riporta le indicazioni consigliate per una buona gestione della motricità. Questo testo vuole essere uno strumento per aiutare genitori ed educatori della prima infanzia a gestire con maggiore consapevolezza ciò che il corpo del bambino esprime e necessita, compreso il suo necessario e imprescindibile bisogno di movimento. Riporta le finalità dell’educazione motoria al Nido, gli obiettivi e le attività da proporre contenute nel capitolo dedicato agli stimoli orientati allo sviluppo motorio. Giuliana Pento è docente di Educazione Fisica; è stata professore a contratto nei corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria e in Scienze Motorie all’Università di Padova. Si dedica alla formazione dei docenti e alla ricerca nel campo dell’educazione al movimento soprattutto nell’ambito del Nido, della Scuola dell’Infanzia e Primaria. Ha pubblicato: “Muoversi per … piacere”. Educare al corpo e al movimento nella scuola dell’infanzia (Azzano S. Paolo 2003), Metodologia e didattica delle attività motorie (Padova 2007), Crescere in movimento (Lecce 2007), Una scuola che si muove (Padova 2010), Nati per muoversi (Rimini 2013), Fondamenti e didattica delle attività motorie per l’età evolutiva (Padova 2014). Indice ISBN:9788854950177 Collana: Scienze dell´educazione Autore: Giuliana Pento Edizione 2018 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Viaggio nel libro e dintorni

Viaggio nel libro e dintorni

€ 20,00

I giovani di oggi non leggono! Un’affermazione perentoria che solitamente chiosa le indagini sul mercato editoriale italiano. Ma perché i ragazzi non leggono libri? Quali sono le motivazioni che portano al rifiuto e a un allontanamento dalla lettura? L’obbligo pone in una dimensione in cui il dover leggere diventa una costrizione e la lettura non è più vissuta come un piacere, libero e spontaneo ma come una forzatura. Allora per creare occasioni atte a costruire un percorso didattico ed educativo che favorisca la nascita e il consolidamento dell’amore per la lettura è necessario praticare un metodo in cui l’insegnante la promuova, non obblighi a leggere, ma offra invece occasioni di incontro con il libro. Viaggio nel libro e dintorni è uno strumento per gli insegnanti, per gli educatori, per gli studenti e per tutti gli animatori alla lettura. Questo manuale è un progetto di lavoro sul testo narrativo che coniuga lettura e scrittura proponendo un “viaggio” all’interno di un libro di narrativa, un itinerario a tappe ricco di attività e proposte di lavoro, frutto dell’esperienza didattica di Marilena Vitella e Vittorio Grotto e della loro consolidata sperimentazione pratica. L’approfondimento teorico, curato da Paola Cortiana, fornisce una serie di importanti richiami storici e scientifici che saranno utili per arricchire le pratiche didattiche. Marilena Vitella, già insegnante di scuola primaria, è presidente dell’Associazione Centro Documentazione Didattica, patrocinata dal Comune di Santorso (Vicenza), dove, come docente, coordina gruppi di insegnanti della scuola primaria impegnati nella progettazione di percorsi didattici innovativi di lettura e scrittura. Con M.A. Cortelazzo, P. Balasso, A. Brotto e R. Zanotto ha pubblicato Voglio capire 2. Schede di riflessione sul testo per il secondo ciclo della scuola elementare (Nicola Milano, 1994) riguardante la didattica della comprensione testuale. Vittorio Grotto, già insegnante di scuola primaria e secondaria di I°, è vicepresidente dell’Associazione Centro Documentazione Didattica, dove svolge attività di formazione. Fa parte del Gruppo di Ricerca sulla Didattica della Lingua (RDL) coordinato da Lerida Cisotto. Ha collaborato al volume di L. Cisotto e Gruppo RDL Scrivere testi in 9 mosse, (Erickson, 2015 ). È formatore esperto in Didattica della lettura e scrittura. Paola Cortiana si è laureata in Letterature comparate all’Università di Padova e ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Pedagogiche con una tesi sulla motivazione alla scrittura. Già formatrice e docente presso scuole di diverso ordine e grado, fa parte del Gruppo di Ricerca sulla Didattica della Lingua dell’ateneo patavino e si occupa di educazione alla letteratura e didattica della lettura e della scrittura. Dal 2015 è docente di Educazione al testo letterario presso la facoltà di Scienze della Formazione Primaria di Padova. Indice Prefazione ISBN:9788854950207 Collana: Scienze dell´educazione Autori: Marilena Vitella, Vittorio Grotto, Paola Cortiana Prefazione: Lerida Cisotto Edizione: 2018 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
La storia a scuola -15%

La storia a scuola

€ 25,00 € 21,25

In anni in cui la conoscenza della storia sembra essere considerata secondaria nella formazione dei giovani e sottaciuta o piegata alle esigenze degli usi politici in ambito pubblico, l’indagine da cui prende avvio questo testo, condotta attraverso un questionario somministrato a quasi mille studenti della scuola superiore del Veneto, evidenzia quanto, invece, la storia sia percepita come importante dagli studenti per la comprensione del presente. A partire dall’analisi dei risultati della ricerca, in alcuni casi controversi e contraddittori, il testo affronta, con precise indicazioni operative, alcune tra le principali questioni relative all’apprendimento-insegnamento della storia, mantenendo come riferimento la struttura epistemologica e gli orientamenti metodologico-didattici più recenti della disciplina. Dopo brevi considerazioni sull’iter didattico-legislativo degli ultimi decenni, che ha introdotto molti cambiamenti nel modo di insegnare la storia a scuola, si è trattato il problema della trasposizione didattica delle categorie storiografiche fondamentali, attraverso sia la loro definizione teorica sia il loro impiego nella mediazione didattica, sintetizzato in due percorsi tematici esemplificativi. Uno spazio specifico è stato dedicato ad alcuni argomenti che presentano aspetti problematici e di forte dinamicità, quali le recenti trasformazioni degli strumenti di apprendimento – dal tradizionale manuale al web – e le molteplici possibilità di lettura e utilizzo del passato nei continui diversi modi di costruzione del discorso pubblico e memoriale. Roberta Bravin insegna Materie letterarie in una scuola superiore veneziana, si è occupata di formazione degli insegnanti, all’interno della SSIS Veneto (Scuola di Specializzazione per Insegnanti della scuola Secondaria), dei corsi PAS (Percorsi Abilitanti Speciali) e TFA (Tirocinio Formativo Attivo) ed ha collaborato per vari anni con l’Università di Venezia e Padova nell’ambito della didattica della storia. Cinzia Crivellari già insegnante di Materie letterarie e di Storia e Filosofia in varie scuole superiori veneziane, si è occupata di formazione iniziale degli insegnanti, all’interno della SSIS Veneto (Scuola di Specializzazione per Insegnanti della scuola Secondaria) e dei corsi PAS (Percorsi Abilitanti Speciali) e TFA (Tirocinio Formativo Attivo) e di formazione degli insegnanti in servizio (Piano Nazionale di Formazione degli insegnanti). Collabora da molti anni con l’Università Ca’ Foscari di Venezia nell’ambito della didattica della storia di cui è autrice di pubblicazioni e articoli. Indice Prefazione ISBN:9788867879809 Collana: Scienze dell´educazione Autori: Roberta Bravin, Cinzia Crivellari Prefazione: Stefano Gasparri Edizione: 2019 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

21,25

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
La fatica della cura

La fatica della cura

€ 18,00

La vicenda esistenziale e dolorosa di una persona malata può creare altra sofferenza tra coloro che le stanno vicino o ascoltano la sua storia. Termini quali Compassion Fatigue, Secondary Traumatic Stress Disorder o Vicarious Trauma stanno infatti a indicare, pur con accezioni diverse, lo stato psico-emotivo di sofferenza che scaturisce dall’esposizione continuata al dolore altrui. Potenziali vittime di tali disordini sono molti professionisti di area sanitaria, tra questi, in primis, gli operatori impegnati nei contesti critici e pediatrici. In particolare è noto che il bambino evoca da sempre negli adulti sentimenti di protezione e sollecitudine spontanea; tuttavia di fronte alla sofferenza, in qualche caso alla morte di un bambino, è altrettanto naturale che emergano vissuti di frustrazione con esiti di distacco emotivo e deresponsabilizzazione. Il presente testo vuole offrire due percorsi di formazione e educazione orientati in primo luogo a consegnare ai professionisti impegnati in ambito pediatrico alcuni strumenti concettuali per addentrarsi nella complessità dei vissuti esperienziali dei piccoli assistiti al fine di acquisire strategie di care più coerenti ai loro bisogni vitali. Il secondo percorso, rivolto a tutti gli operatori della salute che ne sentano la necessità, vuole offrire nuovi metodi e strategie di self-care, cioè di tutela del sé inteso come identità personale e professionale che si spende nella relazione terapeutica e d’aiuto. È presupposto di questo lavoro infatti che soltanto attraverso l’impegno personale, una formazione professionale dedicata e un percorso educativo di metariflessione, sia possibile giungere a una sollecitudine consapevole e responsabile: la via più autentica per accogliere, comprendere e aver cura, con passione e intenzione, di coloro che soffrono e soprattutto di coloro che mai si vorrebbero veder soffrire o morire, i figli dell’uomo. Natascia Bobbo, Ph Dr in Scienze pedagogiche e didattiche, è ricercatrice in Pedagogia Generale, Sociale e della Salute presso il Dipartimento FISPPA (Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata) dell’Università degli studi di Padova. Insegna Fondamenti Pedagogici di Educazione al Paziente e Principi educativi della relazione con il paziente che muore, presso la medesima università. Svolge attività di formazione continua ECM. Ha già pubblicato Bambini in ospedale. Riflessioni pedagogiche e prospettive educative ed Educazione al limite di fronte al dolore e alla morte dei bambini (entrambi per PensaMultimedia, 2004), Ad ali legate. Adolescenza e malattia cronica: tra compliance e desiderio d’essere (Cleup, 2010), Fondamenti pedagogici di Educazione al Paziente (Cleup 2012), Feeria: un luogo incantato dove perdersi per ritrovarsi (Cleup 2012); Medical Education: metodi e strumenti per insegnare medicina all’università (PUP, 2014). Indice Premessa ISBN:9788867874644 Collana: Scienze dell´educazione Curatore: Bobbo Natascia Edizione 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Asili nido e servizi educativi per la prima infanzia in Italia

Asili nido e servizi educativi per la prima infanzia in Italia

€ 16,00

Questo testo è una disamina storica della nascita di quel “dispositivo pedagogico” che è l’asilo nido, pensato per custodire prima ed educare poi i bambini e le bambine della primissima infanzia, dai 3 ai 36 mesi. Dai primi presepi di metà Ottocento e dalle “camere di allattamento”, attraverso il modello custodialistico dell’Opera Nazionale Maternità e Infanzia, si giunge alla moderna concezione del nido, con la legge 1044 del 1971 e con le esperienze innovative degli anni Novanta, come quelle messe in opera a Reggio Emilia. È un testo nel quale tutte le persone che sono interessate a mantenere una un’idea di nido che abbia una forte valenza pedagogica (insegnati, genitori, decisori, educatori e futuri educatori) trovano uno spunto di riflessione storicamente fondato e criticamente condotto. Nicola S. Barbieri è professore associato di Storia della pedagogia ed Educazione Comparata presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia; si occupa di pedagogia angloamericana, di sport, di scautismo. Tra le sue recenti pubblicazioni per i tipi della Cleup ricordiamo Letteratura per l’infanzia: teorie pedagogiche e pratiche testuali (2008) e Appuntamento con l’educazione (curato con Elena Marescotti, 2011). Indice Introduzione ISBN:9788867874699 Collana: Scienze dell'educazione Autore: Nicola S. Barbieri Collaborazione: Roberta Campagnolo Edizione: 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello