0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Stelle di carta. Parole in scena

Collana di Teatro per ragazzi diretta da Mirella Piacentini Comitato scientifico   María Begoña Arbulu Barturen docente di Lingua Spagnola e Traduzione – Università di Padova Mafra Gagliardi autrice ed esperta di teatro per ragazzi Donatella Lombello Soffiato già docente di Letteratura per l’infanzia – Università di Padova
Cappuccetto Uf

Cappuccetto Uf

€ 9,00

Al limitar di un bosco, Cappuccetto Rosso incontra Wolf, un lupo travestito da caporale. La informa della triste verità: lei è Uf e, come tutti gli Uf, piccoli e grandi, le è proibito tutto o quasi. Jean-Claude Grumberg rivisita con umorismo la celebre favola popolare, che la sua penna trasforma in una parabola dolceamara sull’intolleranza. In questo libro si parla di Shoah, c’è la stupida brutalità dell’odio nazista nelle leggi del codice a cui Wolf si appella instancabilmente. E tuttavia c’è molto di più: il lupo Wolf si fa incarnazione del potere militare tout court e la denuncia di Grumberg diventa più ampiamente stigmatizzazione della violenza, del potere dittatoriale e delle derive razziste. Cappuccetto Uf ci parla di libertà, di come l’alleanza della stupidità e della brutalità possano metterla in pericolo, in nome di leggi incomprensibili, insensate, fondate su stupidi pregiudizi e tuttavia implacabili. I ‘lupi’ sono sempre in agguato e la storia, o meglio le storie, quella con la s minuscola e quella con la s maiuscola, ce lo insegnano.   Jean-Claude Grumberg con il suo Cappuccetto Uf è un maestro nell’uso della parola che racconta una storia e ne lascia altre lì, nascoste tra le righe; incarna l’espressione di una scrittura teatrale sincera, briosa, sorridente e dinamica. Dice di scrivere “per la gioia dei bambini” e lo fa con spontaneità, onestà e calore, porgendoci le parole come frutti gustosi, da assaporare. Proprio come vogliono le nostre Stelle di carta, parole in scena. L’autore è nato in una famiglia ebrea nel 1939 a Parigi, proprio prima che scoppiasse la seconda guerra mondiale. Suo padre, sarto, e suo nonno, sarto anche lui ma diventato cieco, vennero deportati nel 1942 ad Auschwitz-Birkenau. Non tornarono mai più. Grumberg dedica molto tempo a scrivere per i giovani, si ispira spesso alle fiabe, forse perché durante quegli anni della guerra, là dove viveva nascosto e sotto falso nome con suo fratello maggiore, lontano da sua madre e da suo padre, non c’era nessuno a leggergli le fiabe di Perrault o altre storie dei bei vecchi tempi. Presentazione della collana RECENSIONI Mafra Gagliardi in "Il pepe verde", 1° trimestre 2016 ISBN:9788867873463 Collana: Narrativa Autore: Jean-Claude Grumberg Traduttore: Mirella Piacentini Illustratore: Benjamin Bachelier Edizione 2014 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

9,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Il paese di Niente

Il paese di Niente

€ 9,00

Il paese di Niente ha il suo re che, come tutti i re, combatte le sue guerre e veglia al buon ordine del regno. Ma le sue guerre sono strane. Dà la caccia a grida, lacrime, colori, sospiri, sogni, per poi rinchiuderli in gabbia. Poco a poco, tutti abbandonano il suo regno. Tutti eccetto la figlia, che non sopporta più di essere l’erede del paese di Niente. Un giorno, si ribella al suo adorato padre. Grazie ad un ragazzo. Nathalie Papin è una delle autrici più note ed apprezzate nel panorama del teatro per bambini e ragazzi in Francia. Formatasi all’arte mimica e marionettistica, è stata anche attrice e regista. Programmatrice ed animatrice di atelier di scrittura per giovani e adulti, arriva alla scrittura teatrale jeune public con la pubblicazione nel 1999 di Mange-moi. Le sue pièces per bambini e ragazzi vengono pubblicate in Francia dalla casa editrice “L’école des loisirs” e rego­larmente rappresentate. Nel 2002, per Le Pays de Rien, riceve il premio della ASTEJ (Association Suisse du théâtre pour l’enfance et la jeunesse). Nel 2014, per la regia di Betty Heurtebise, Le Pays de Rien viene rappre­sentato con grande successo nell’ambito di alcune tra le più importanti manifestazioni culturali francesi. Presentazione della collana ISBN:9788867875641 Collana: Narrativa Autore: Nathalie Papin Traduttore: Mirella Piacentini Edizione 2016 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

9,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello