0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Agostino Magnaghi architetto

cinque progetti scelti e cinquant’anni d’architettura/five selected works and fifty years of architecture

  • Autore: Andreina Milan
  • ISBN: 9788867875474
  • Collana: Ingegneria civile e architettura
  • Data Edizione: 2016
  • Numero pagine: 133
  • Stato: disponibile
Tags   # 

Agostino Magnaghi (Livorno, 1937) architetto ligure-piemontese, testimonia una declinazione inattesa e del tutto autonoma nel panorama, talora umbratile, della raffinata Scuola Torinese. L’opera di progettista e docente universitario, perdurata oltre cinquant’anni, conferma il profilo di studioso dei fenomeni urbani impegnato nelle principali trasformazioni che, dal secondo dopoguerra, hanno interessato la città di Torino. Sia nei progetti di carattere innovativo, sia nel recupero, Magnaghi dimostra «una coerenza non ostentata, ma duttile e sommessa» e con essa «la capacità di recepire le circostanze e le occasioni per farne materia poetica e messaggio».
Questa monografia, oltre a costituire un’indagine approfondita delle sue opere, è anche pretesto per una riflessione sull’architettura italiana dalla fine degli anni Sessanta del secolo XX a oggi: la narrazione, attraverso opere, progetti e scritti, d’un percorso inquieto che approda, nella sua fase più matura, all’accettazione del principio dell’Art autre, la «casualità geniale», nella misura d’una rasserenata, panteistica, visione del mondo.

Andreina Milan è ricercatrice e docente di Progettazione architettonica presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna. Ha pubblicato numerosi articoli e saggi sull’architettura urbana e sui rapporti che essa istituisce con le proprie matrici morfo-tipologiche, storico-identitarie e la contemporaneità. È autrice della monografia Tradizione e modernità dei luoghi urbani. Le città ricostruite della Repubblica Federale Tedesca (1945-1960), Bologna, 2010.



Agostino Magnaghi (Livorno, 1937) Ligurian-Piedmontese architect, has carved his own unexpected and entirely autonomous path through the sometimes shady panorama of the sophisticated Turin school. His work as an architect and university teacher, which has lasted over fifty years, confirms his profile of studier of urban phenomena involved in the main transformations that the city of Turin has undergone since the Second World War. Both in the innovative character of his designs and in his restoration activity, Magnaghi shows «a coherence that, far from being ostentatious, is malleable and subtle» and with it «the capacity to absorb circumstances and situations to make of them poetic material and message». This monograph, besides describing his works in depth, also presents the pretext for reflection on Italian architecture from the end of the 1960s to the present day: the narrative is told by means of his works, projects and writing, in a changeable journey that achieves, in its mature phase, the acceptance of the principle of Art autre and «brilliant randomness», seen through a cheerful, pantheistic vision of the world.

Andreina Milan is a researcher and teacher of Architectural Design in the Department of Architecture at the University of Bologna. She has published numerous articles and essays on urban architecture and the relationships it has with its morpho-typological, historicalidentity matrices and contemporaneity. She is the author of the monograph Tradizione e modernità dei luoghi urbani. Le città ricostruite della Repubblica Federale Tedesca (1945-1960), Bologna, 2010.


Indice/Index Prefazione/Preface


ISBN:9788867875474
Collana: Ingegneria civile e architettura
Autore: Andreina Milan
Edizione 2016
Stato: Disponibile

30,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello