0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Catalogo

Altruismo

Altruismo

€ 14,00

Questo libro raccoglie i racconti di alcuni volontari e di persone comuni che con il loro altruismo hanno sperimentato la gioia che nasce nel donare spontaneamente sé stessi agli altri. L’aiuto, offerto senza la pretesa di ricevere nulla in cambio, innesca una reazione positiva, uno scambio d’amore con coloro che nella vita, per tante ragioni, possono trovarsi in difficoltà e nella condizione di avere bisogno degli altri. Il racconto delle esperienze vissute compone un mosaico variegato di vicende umane in cui rientrano storie di solitudine, di malattia, di disperazione, di difficoltà economica, tutte accomunate dall’esperienza profonda, umana e rigenerante dell’incontro con l’altro e lo scambio di amore. Roberto Baldina, parrucchiere in Padova, ha pubblicato il saggio Parrucchiere manager alle porte del 2000 (1994). In qualità di consulente estetico da alcuni anni collabora con l’Associazione Volontari Ospedalieri (Avo) per la scelta delle parrucche nell’ambito del progetto “Non smettere di piacerti”, progetto nato a sostegno delle pazienti IOV in chemioterapia. Grazie a questa esperienza scopre che dedicarsi agli altri dà un senso rinnovato e profondo alla vita e decide di realizzare questo libro per supportare e diffondere la cultura della solidarietà.   Indice Anteprima ISBN:9788854952522 Collana: Varia Curatore: Roberto Baldina Edizione: 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Un odàr a pranzo

Un odàr a pranzo

€ 16,00

Tre tracce si svolgono e si intersecano in questo volume. La prima – il testo – è il cibo. Il pane e la carne, la frutta e il riso, il latte e il miele. Il vino e le grappe. Cibi antichi e continuamente rinnovati da scambi e influenze reciproche con altri territori, come avviene per il cibo di ogni cultura sussistente e aperta al mondo. Eredità forte e trasformazioni inclusive. La seconda traccia – il contesto – è dunque il territorio. Armenia: un territorio dalla geografia che si è evoluta in una lunga storia, in modo intenso e a volte drammatico, generando una territorialità che è prodotto della cultura ma anche fattore di quella stessa cultura. Impronta e matrice. La terza traccia è il camminare – il codice – che espone al mondo con modalità umili e potenti: ti obbliga a provare a dare senso alle cose – ai cibi – in cui ti imbatti per caso. Giorno dopo giorno.   Pierpaolo Faggi (1949) ha insegnato Geografia umana all’Università di Padova e in altri Atenei. I suoi interessi di ricerca riguardano il rapporto uomo-ambiente nella «diagonale arida», dal Senegal all’Asia Centrale. Tra le pubblicazioni principali: La desertificazione. Geografia di una crisi ambientale, Milano, Etaslibri, 1991; Conflitti ambientali. Genesi, sviluppo, gestione, Milano, Unicopli, 1999 (curatela con A. Turco); La Vallée du Sourou (Burkina Faso). Genèse d’un territoire hydraulique dans l’Afrique soudano-sahélienne, Paris, L’Harmattan, 2003 (con J. Bethemont e T. P. Zoungrana). Da alcuni anni, collateralmente ma non troppo, si dedica al camminare come esperienza territoriale, soprattutto nella regione pedecaucasica e nei Balcani. Indice Premessa ISBN: 9788854952102 Collana: Homo edens. Alimentarsi tra cultura, paesi e regioni, 3 Autore: Pierpaolo Faggi Edizione: 2020 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La lingua transispanica del trauma

La lingua transispanica del trauma

€ 23,00

Questo volume si configura come un viaggio corale e plurivoco entro diverse latitudini della mappa cangiante che è la letteratura soprattutto contemporanea in lingua spagnola, esplorata nella sua resa – ricorrente, multiforme, insistente – di una violenza di Stato percepita come trauma collettivo mal sepolto e riveniente. Attraverso sei sezioni che circoscrivono diversi spazi e modalità di narrazione della memoria dolorosa, obiettivo dei contributi contenuti al suo interno è la ricostruzione delle costanti espressive e formali di una lingua letteraria transnazionale che sembra concepita non come mero filtro, bensì come catalizzatore di una operazione complessa di ricomposizione dell’identità. La lingua transispanica del trauma intende omaggiare in questo modo, mettendo le due sponde del mondo ispanoparlante in comunicazione produttiva, la lunga attività di ricerca e insegnamento di Donatella Pini, amica, maestra e collega dei vari autori. Maura Rossi insegna Letteratura spagnola contemporanea nel Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, dove ha conseguito il suo dottorato europeo con una tesi sulla presenza e persistenza della guerra civile nella narrativa spagnola ultracontemporanea. I suoi interessi di ricerca spaziano tra la tematica post-traumatica nel romanzo e racconto spagnoli del Novecento e dei primi anni Duemila, la scrittura dissidente dell’esilio spagnolo e della transizione, e le recenti proposte narrative relazionate con l’attuale crisi economica Indice Introduzione   ISBN: 9788854952379 Collana: Sghiribizzi - Biblioteca d'Ispanistica 11 Curatrice: Maura Rossi Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

23,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Nuove identità di una società multietnica

Nuove identità di una società multietnica

€ 22,00

La ricerca empirica esplora, per la prima volta in Italia, il vissuto nella madrasa, con l’obiettivo di comprendere in che modo le identità etniche delle nuove generazioni musulmane s’intrecciano con le appartenenze religiose in rapporto al Paese di origine, alla tradizione familiare, nel continuo confronto tra educazione scolastica italiana e quella pomeridiana della madrasa. L’analisi si svolge in tre realtà educative romane: la Jame-E-Masjid-Madrasah, la scuola El Nilo e la scuola primaria Carlo Pisacane. L’educazione familiare e religiosa è alla base della crescita e s’interseca con il nuovo senso di appartenenza delle nuove generazioni, ponti tra culture e tradizioni differenti. La ricerca dimostra quanto sia necessario ripensare i sistemi educativi italiani laici e religiosi affinché siano alla base della valorizzazione delle peculiarità di ognuno.   Katiuscia Carnà è Dottoressa in Ricerca Educativa e Sociale nell’Università di Roma Tre e mediatrice culturale in diverse istituzioni e associazioni romane. Si è specializzata in Lingue e Civiltà Orientali all’Università La Sapienza di Roma e alla Jadavpur University in Kolkata (India). Ha conseguito un Master Internazionale in Sociologia, teoria, ricerca e metodologia all’Università di Roma Tre e un Master in Religioni e mediazione culturale a La Sapienza di Roma. È co-autrice di Kotha. Donne bangladesi nella Roma che cambia (Ediesse, 2018) e di Roma. Guida alla riscoperta del Sacro (Edup, 2015). Attualmente è assegnista di ricerca nel Dipartimento di Scienze della Formazione all’Università di Roma Tre ed è responsabile del settore educazione per conto di AMU ONLUS (ONG).   Indice Prefazione di Marina D'Amato Introduzione di Roberto Cipriani Postfazione di Massimiliano Fiorucci Autrice: Katiuscia Carnà ISBN: 9788854952492 Collana: Scienze sociali Edizione: 2020

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Demetrio Naranzi e il giovane Ugo Foscolo

Demetrio Naranzi e il giovane Ugo Foscolo

€ 17,00

La vita del medico Demetrio Naranzi (Zante, 1763 - Pisa, 1810) fu semplicemente straordinaria. Le sue vicissitudini furono infatti legate ai momenti giovanili di Ugo Foscolo, dipanatesi tra l’isola natale e il fatidico 1797 che segnò la fine della Serenissima e la breve vita della Municipalità veneziana. Le disillusioni determinate dal trattato di “Campoformio” portarono poi i due “cugini” a militare su fronti divergenti i cui riflessi si colgono nelle Ultime lettere di Jacopo Ortis, il capolavoro foscoliano. E se per il Poeta la ricerca intellettuale e politica andava incentrandosi vieppiù sui destini dell’Italia, per Demetrio si era aperta la cogente questione dell’indipendenza della Grecia, la quale aveva trovato il prodromo nella Repubblica delle Sette isole ioniche (1800-1807) istituita sotto il protettorato della Russia imperiale. Accanto alle funzioni di ambasciatore a San Pietroburgo e di console generale russo per i porti italiani, Naranzi fu anche protagonista di un grande avvenimento medico-scientifico, l’estesa campagna di vaccinazione contro il vaiolo effettuata in Friuli nel corso del 1801, che si ammantò di affascinanti retroscena. Con le sue continuità e le sue cesure, il prima misconosciuto microcosmo transnazionale di Demetrio Naranzi contribuisce ora a restituirci una fase storica complessa, drammatica e fondamentale. Mauro Dorella, padovano per nascita e studi, svolge l’attività di medico ospedaliero presso l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. Per Cleup ha pubblicato: Fu veramente... fatto di sangue? Il galileismo e la microstoria della trasfusione ematica effettuata a Udine nel 1668 (2019). Indice Nota introduttiva ISBN: 9788857952201 Collana: Scienze storiche Autore: Mauro Dorella Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Jack e gli amici

Jack e gli amici

€ 17,00

La Sindrome di Asperger raccontata con un racconto fantastico. I personaggi della storia e le difficoltà che devono affrontare sono la rappresentazione delle sfide che l’autore vive nel quotidiano. Attraverso le parole, le azioni dell’eroe e dei sui amici viene data forma al mondo interno dell’autore: vissuti che faticherebbe ad esternare nel dialogo diretto. Un racconto che risulta piacevole ed avvincente da un lato; dall’altro semplice e fruibile anche da parte di chi ha delle difficoltà, grazie ai facilitatori che rendono più semplice la comprensione degli stati d’animo dei protagonisti e delle informazioni solitamente lasciate implicite in un racconto tout court. L’introduzione curata dagli esperti permette a chi non è mai entrato in contatto con la Sindrome di Asperger di avere delle informazioni rispetto alle caratteristiche che la contraddistinguono e a chi è del settore anche di poter conoscere i percorsi di presa in carico efficaci. Ludovico Lancia Giovane scrittore di vent’anni con Sindrome di Asperger e con la passione dei videogiochi, che frequenta il servizio Ultreia della cooperativa Progetto Insieme. Ha frequentato il Liceo Artistico P. Selvatico di Padova. L’idea di questo racconto è nata durante il progetto di alternanza scuola-lavoro presso la biblioteca comunale di Noventa Padovana (PD). Ha scritto il suo primo racconto all’età di quattordici anni e da allora si è dedicato alla scrittura con passione. Michele Guidi Psicologo, psicoterapeuta. Collabora da diversi anni con la Cooperativa Progetto Insieme di Noventa Padovana (PD) dove coordina il Servizio ULTREIA, che si rivolge a minori con disabilità, in particolare con Sindrome di Asperger. Presso il Servizio segue percorsi per genitori, individuali e di gruppo. Ciriaco Ferraro Psicologo, psicoterapeuta. Presso il Servizio ULTREIA della cooperativa Progetto Insieme svolge attività con minori e giovani adulti in piccolo gruppo di social skills training, competenza emotiva e metacognizione e percorsi individuali di tipo psico-educativo e psicoterapeutico. Valeria Amadio Psicologa, psicoterapeuta. Presso il Servizio ULTREIA della Cooperativa Progetto Insieme si occupa di disturbi di apprendimento, difficoltà di studio e disabilità intellettiva; svolge inoltre consulenza alle scuole, formazione e supervisione agli insegnanti.   Indice Anteprima ISBN: 9788854952249 Collana: Scienze psicologiche Autore: Ludovico Lancia Autori saggio introduttivo: Ciriaco Ferraro, Michele Guidi, Valeria Amadio Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello

"Non spegnere la luce"

€ 12,00

A distanza di cinque anni dalla pubblicazione della prima, una nuova edizione con Prefazioni di Lella Costa Roberto Gava Monica Dal Pozzo e Postfazione dell'Autrice “Non spegnere la luce” è il racconto autentico e viscerale delle sofferenze fisiche e interiori di una malata psichiatrica, che ha avuto la forza di narrarci la sua storia vera, senza mai edulcorare i molti orrori della sua grave patologia: dai molteplici ricoveri ospedalieri, alle comunità, all’alcolismo, dall’autolesionismo alla dipendenza da farmaci, dagli attacchi di panico alle allucinazioni visive e olfattive. Ma il vero valore dell’opera va oltre quello della sofferta testimonianza, che trascende se stessa e si trasforma in un messaggio di redenzione e speranza, dimostrando al lettore (sia egli un medico, un malato o una persona, come si suol dire, normale) come si convive con questa terribile patologia e la si accetta, anche se il cammino è tremendamente faticoso. Lottando strenuamente, con tanto coraggio e sostenuti, come l’autrice, da una grandissima volontà, è possibile sconfiggere le tenebre e riaffacciarsi, a poco a poco, alla luce del mondo. E trovare, perché no, anche l’amore. Nel 2017 la regista Silvia Chiodin realizza il docufilm Cristina. Il racconto di una malattia ispirato al libro con letture di Lella Costa. La presente edizione ripropone integralmente il testo della prima (2015) ed è arricchita dalla Prefazione di Lella Costa che ci racconta il suo speciale incontro con Cristina, “una storia di coincidenze e di vocazioni”, e dalla Postfazione di Cristina stessa, che riprende il suo diario per raccontarci il lungo itinerario che il docufilm ha percorso in un susseguirsi di partecipazioni a rassegne e a concorsi, con importanti riconoscimenti e proiezioni che si sono tenute anche al Festival del Cinema di Venezia e al Senato della Repubblica. Cristina Marcato (Padova, 1963) si è dedicata sin da giovane ad attività di volontariato in carcere, con i tossicodipendenti e i senzatetto. Nel tempo ha svolto varie occupazioni, assumendo anche le mansioni più umili per essere autosufficiente e mantenere la sua piccola bimba. Il suo più grande desiderio è sempre stato quello di aprire un centro per le donne in difficoltà: picchiate, stuprate, gravide senza compagno o comunque bisognose d’aiuto, sogno mai realizzato perché a poco più di vent’anni ha inizio il suo calvario... Anteprima La prima edizione (2015) DISPONIBILE ANCHE IN FORMATO EBOOK ISBN: 9788867874170 Dalla prima edizione di questo libro è stato ispirato il docufilm diretto da Silvia Chiodin, con letture di Lella Costa Cristina. Il racconto di una malattia   ISBN:978889788854952010 Collana: Varia Autore: Cristina Marcato Prefazioni: Lella Costa, Roberto Gava, Monica Dal Pozzo Edizione: 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello