0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche

Scienze dell'antichità, Filologico-Letterarie e Storico-Artistiche
Guida storico-artistica di Padova e dintorni

Guida storico-artistica di Padova e dintorni

€ 20,00

Con questa edizione in copia anastatica si è voluto far rivivere la guida di Padova di Oliviero Ronchi edita nel 1922. Accompagnata da un testo introduttivo di Giorgio Ronconi, viene nuovamente pubblicata per iniziativa dei nipoti dell’autore, Lucio e Raffaele Voltolina, ed è rivolta a coloro che hanno conosciuto direttamente Oliviero Ronchi, e avranno il piacere di coltivarne il ricordo attraverso il suo libro, e ancor più, agli appassionati di storia padovana. Nella guida, un piccolo libro in formato tascabile, si potrà infatti rinvenire una miniera di notizie, quel “di tutto e di più” sui monumenti storici della nostra bella città che riguarda anche quei beni che, in conseguenza delle azioni belliche dell’ultimo conflitto mondiale, sono stati distrutti e irrimediabilmente persi.   Oliviero Ronchi nacque a Motta di Livenza nel 1874, si trasferì con la famiglia a Vittorio Veneto e poi a Padova ove si laureò in Lettere. Nell’aprile del 1904 venne assunto al Museo Civico di Padova come addetto alla catalogazione. Percorse le varie tappe della carriera fino a raggiungere il ruolo di Direttore della Biblioteca e nel 1934 fu nominato Vicedirettore del Museo. Fu autore di circa centocinquanta pubblicazioni, per lo più sulla storia di Padova. Quale appassionato e conoscitore dei libri effettuò il riordino di varie biblioteche private e pubbliche, in particolare quella di Vittorio Veneto a Serravalle e dell’Accademia di Scienze, Lettere ed Arti di Padova. Si spense a Padova il 13 settembre 1958.   Prefazione ISBN: 9788854957329 Collana: Storia dell´arte - Museologia Autore: Oliviero Ronchi Prefazione all'edizione speciale: Giorgio Ronconi Prima edizione: 1933 Edizione speciale: 2024 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Un Inventario inedito di Giuseppe Blandamura del 1933

Un Inventario inedito di Giuseppe Blandamura del 1933

€ 18,00

Gli archivi ecclesiastici conservano numerosi metri lineari di documenti, preziosi per la ricerca e la ricostruzione   torica delle vicende umane, sociali, religiose e persino economiche di un popolo. In questa prospettiva si inserisce il presente lavoro di studio della dottoressa Federica Monaco, che tra le pieghe dei fascicoli dell’Archivio Storico Diocesano di Taranto è riuscita a scovare dei fogli nascosti per decenni […]. Il presente lavoro, dunque, può essere inserito a pieno titolo nella serie di studi utili alla conoscenza e alla riscoperta dei beni culturali ecclesiastici, non solo per la soddisfazione intellettuale di pochi addetti ai lavori e appassionati del settore, ma anche e soprattutto per quella vocazione innata della Chiesa di trasmettere i contenuti della fede anche attraverso la storia e l’arte. Dall’Introduzione di Francesco Simone   Federica Monaco Laureata in Conservazione dei Beni Culturali con indirizzo storico-artistico presso l’Università degli Studi di Pisa, in possesso di diploma triennale di specialista in Storia dell’arte medievale e moderna per la tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, conseguito presso l’università L.U.M.S.A. sede distaccata di Palermo, e di master di II livello in Studi storico-artistici e di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e dell’ambiente conseguito presso l’università L.U.M.S.A di Roma, e di diploma di Biblioteconomia conseguito presso la Scuola Vaticana. Docente di Materie Letterarie nella scuola secondaria di primo grado. Catalogatrice BEWEB.   Indice Anteprima ISBN:9788867874125 Collana: Storia dell´arte - Museologia Autrice: Federica Monaco Curatore: Francesco Di Ciaccia Introduzione: Francesco Simone Edizione 2024 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Grammatica pratica resiana

Grammatica pratica resiana

€ 0,00

Il presente volume è il seguito di quello pubblicato nel 1999 sulla morfologia del sostantivo resiano e ne segue il medesimo assetto organizzativo. Uno standard resiano viene descritto sulla base dei dati dialettali dei quattro principali dialetti locali (San Giorgio, Gniva, Oseacco e Stolvizza). Anche i dialetti locali sono descritti a pieno titolo. Vengono trattate tutte le parti flesse del discorso ad eccezione del sostantivo e del verbo. Citazioni da registrazioni e testi pubblicati illustrano i dati morfologici.   Johannes Jacobus (Han) Steenwijk, dal 1979 al 1986 studia Lingue e Letterature Slave all’Università di Utrecht, con russo come prima lingua e serbocroato, polacco e Conoscenza dell'Unione Sovietica come materie secondarie. Nel 1991, all'indomani della dichiarazione d'indipendenza slovena, lavora come interprete per un team di giornalisti di ITV. Nel 1992, a seguito di un convegno internazionale tenutosi a Prato di Resia l'anno precedente, viene incaricato dal Comune di Resia di elaborare una grammatica resiana pratica. I risultati di questo progetto sono un volume sull’ortografia (1994, 2012), un volume sulla morfologia del sostantivo (1999) e un dizionario ortografico (2005). Il progetto viene sospeso fino al 2020. Dal 1993 al 2001 lavora come ricercatore presso il Sorbisches Institut, filiale di Cottbus, su diversi progetti riguardanti il basso sorabo, i più importanti dei quali sono uno studio sociolinguistico sullo stato attuale della lingua e lo sviluppo di un attivo dizionario tedesco-basso sorabo. Dal 2001 a oggi è preside della Cattedra di Lingua e Letteratura Slovena presso l’Università di Padova, come professore associato. Dal 2013 al 2021 insegna anche Linguistica serba e croata (BCMS) come professore supplente e dal 2021 Linguistica slava comparata. Oltre al progetto per il Comune di Resia, i suoi principali progetti sono lo sviluppo di un sito informativo sul resiano (edizioni elettroniche di studi, testi e dizionario multilingue) e l’edizione elettronica del Manoscritto di Padova (1699, 1704) contenente il Dizionario trilingue italiano-croato-latino di Giovanni Tanzlingher. Quest’ultimo progetto è stato realizzato in collaborazione con Rosanna Benacchio e Nada Vajs Vinja. Nel 2021 è stato eletto membro corrispondente dell'Accademia Slovena delle Scienze e delle Arti. Indice ISBN: 9788854956896 Collana: Glottologia, Linguistica, Lingue e letterature straniere Autore: Han Steenwijk Edizione: 2024 Stato: disponibile presso Comune di Resia

Non disponibile
Eugenio Carbone

Eugenio Carbone

€ 18,00

Mendicino, un borgo antico a pochi chilometri da Cosenza, nel secondo dopoguerra divenne il paese della sartoria su misura e diede i natali a molti finissimi artigiani dell’ago e filo. Questa biografia romanzata ne ricorda uno: Eugenio Carbone. Abile modellista, fine figurinista, sarto di eccellenza e anche apprezzato pittore, Carbone è stato un artista che ha sempre saputo interpretare i fermenti del cambiamento creando abiti dalle originali ed eleganti soluzioni tecniche e artistiche, al di là dei tradizionali dettami accademici, arrivando a formalizzare un metodo innovativo di progettazione libera su manichino che coniuga: teoria, tecnica e applicazione pratica nell’ambito dello stilismo, del modellismo e dell’alta sartoria. Nella sua lunga e rocambolesca vita professionale Carbone ha lavorato per Germana Marucelli, Sorelle Fontana, Renato Balestra, atelier che hanno fatto la storia dell’Alta Moda italiana. La storia, narrata in prima persona, è tratta da una serie di conversazioni che l’autrice ha avuto con il maestro Carbone pochi mesi prima della sua morte; la trama segue il filo della cronologia degli eventi personali che hanno contraddistinto l’evoluzione delle sue creazioni di moda e pittoriche, e incrocia talvolta gli avvenimenti storici e l’attualità restituendo uno spaccato della società italiana in un arco temporale che va dalla Seconda guerra mondiale ai primi anni del nuovo millennio. Il libro, corredato da una galleria di immagini selezionate dal ricco archivio personale, dà voce a un artista gentiluomo dai modi garbati e raffinati per raccontare una storia fatta di creatività, genio, passione e abnegazione.   Daniela Rossi vive e lavora tra il Veneto e la Calabria, è curatrice editoriale indipendente, professionista della scrittura ed esperta del settore editoriale. Promuove la lettura organizzando incontri con gli autori e rassegne, ideando format culturali coniugando la narrativa con l’arte contemporanea, la musica, la danza e il cibo. Ideatrice di format radiofonici per web radio, ha progettato e conduce il podcast “La Taverna delle Arti”. Ha insegnato per dieci anni “Storia della grafica pubblicitaria” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia curando ricerche sugli stereotipi di genere nella comunicazione e numerosi interventi didattici. Ha scritto albi illustrati, ottenendo una serie di riconoscimenti e premi in concorsi letterari italiani ed esteri ed è autrice di racconti pubblicati in varie antologie. Nel 2022 si è classificata al primo posto del concorso letterario indetto dalla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (LUA) con un racconto che ha ispirato una parte di questa biografia. Indice Prefazione Nota dell'autrice ISBN: 9788854956964 Collana: Storia dell'arte - Museologia Autore: Daniela Rossi Edizione: 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Ricerche sui manoscritti musicali bizantini della veneranda biblioteca ambrosiana

Ricerche sui manoscritti musicali bizantini della veneranda biblioteca ambrosiana

€ 20,00

Le forme delle notazioni musicali neumatiche e i repertori vocali sacri propri della civiltà bizantina trovano specimina di particolare interesse scientifico nelle testimonianze manoscritte custodite alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano. Lezionari per la cantillazione delle Scritture o libri di canto, frammentari o completi, oltre a scritture palinseste, essi permettono di approfondire l’evoluzione della Psaltike (arte musicale sacra) bizantina nei vari territori in cui essa si sviluppò, dall’Italia Meridionale al Mediterraneo orientale, passando per l’Albania, la Grecia continentale e insulare e la stessa capitale dell’impero. Il volume, che muove dagli studi prodromici offerti negli anni ’50 da padre Lorenzo Tardo, offre ventinove schede descrittive di altrettanti testimoni, databili tra il X e il XVI secolo. Caratteristica saliente di questa silloge è la sua relativa antichità, dato che tutto il repertorio descritto appartiene alle acquisizioni volute dal cardinale Federico Borromeo (1564-1631) per la Biblioteca, che aprì le sue porte al pubblico l’8 dicembre 1609. Le tipologie notazionali individuate comprendono la notazione ecfonetica propria dei Lezionari, quella melodica paleobizantina nella sua forma detta ‘Coislin’, la notazione mediobizantina, oltre a un esempio della ‘protonotazione’ denominata ‘Theta’. Silvia Tessari, laureata in lettere classiche, dottore di ricerca in scienze linguistiche, filologiche e letterarie (Università di Padova 2012, tutor Anna Meschini Pontani), ha lavorato nella ricerca prima come assegnista, poi come ricercatrice (RtdA) in musicologia e storia della musica presso il Dipartimento dei Beni Culturali (Università di Padova). Tiene gli insegnamenti di storia della musica antica e di fonti per la storia della musica. Ha collaborato al progetto TeMA, Testimonianze Musicali dell’Antichità in Triveneto (P.I. Paola Dessì). I suoi campi di ricerca prevalenti sono l’innografia e la paleografia musicale bizantina. Ha compiuto ricerche e ha descritto i manoscritti musicali bizantini della Biblioteca Marciana di Venezia e quelli custoditi a Padova, pubblicando numerosi articoli scientifici e quattro monografie. Ha partecipato a convegni internazionali (ad Amburgo, Atene, Uppsala, Belgrado, Sofia, Växjö, Vienna...) e organizzato i seminari estivi MOISA a Bressanone. È segretaria del gruppo di ricerca Psaltike presso la Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia. Docente di ruolo presso la scuola secondaria di primo grado di Canale d’Agordo (BL), diplomata in pianoforte, perfezionata all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, ha dato concerti in prestigiose sale in Europa, Stati Uniti e Asia. Indice Introduzione Anteprima ISBN:9788854956780 Collana: Musica - Discipline dello spettacolo Autore: Silvia Tessari Edizione 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Spirali

Spirali

€ 14,00

Quando si crede fortemente in una idea, percorrerla e tentare di realizzarla può essere un gesto folle o assecondarla significa compiere il motivo per il quale siamo qui sulla terra? Credere fortemente in noi stessi dedicando a questo tutta la nostra vita è pura follia o è dare un scopo, un senso alla nostra esistenza? Questo è ciò che hanno fatto gli artisti che in questo saggio incontriamo: perseverando nei propri intenti hanno dato alla luce le opere d’arte che portavano nel loro animo. Paul Cézanne, Vincent Van Gogh, Claude Monet, Piet Mondrian e Stanley Kubrick, artisti che, come tanti altri, hanno passato la vita ossessionati dall’ansia di portare a compimento le proprie opere, facendo di tutta la loro vita una costante ricerca artistica, coltivando i propri talenti come nella parabola del vangelo di Matteo. Questo saggio che racconta delle loro ossessioni, dei loro dubbi, della loro costanza, è un viaggio che attraversa tutta la loro vita, parla dei loro insuccessi, della loro tenacia, di tutte quelle Spirali che, inghiottendoli, gli hanno permesso di realizzare opere di immensa poetica. Un viaggio nell’animo tormentato degli artisti e in quel profondo legame che questi hanno con le loro opere. Gli artisti sono solo il mezzo, come oracoli loro sono portali attraverso i quali l’Arte si rivela ai nostri occhi. Katia Crivellaro nasce a Padova il 7 marzo 1981 da padre italiano e madre jugoslava. Seconda di quattro figli, consegue il Diploma di Maestra d’Arte presso l’Istituto d’Arte Pietro Selvatico di Padova in Decorazione Pittorica nel 2000. Si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2018, conseguendo il Diploma di Primo Livello in Pittura nel 2022. Attualmente frequenta l’ultimo anno della Magistrale in Pittura nella stessa Accademia. Indice Prefazione Introduzione ISBN: 9788854956803 Collana: Storia dell'arte - Museologia Autore: Katia Crivellaro  Edizione: 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Nereidi

Nereidi

€ 20,00

Non sono tutte ninfe, come nel mito, le donne di Nereo. Sono regine, ancelle, muse, divinità, donne dimezzate o doppie a seconda dei casi della vita, mascherate, alla vigilia di scelte definitive, benevole o furenti. Si sono fatte da sole, prendendo vita da astrazioni e segni, materia e composti. Sono donne fatte di curve e di spigoli, occupano spazio e lasciano vuoti. Non sono eternamente giovani e aspirano a ritrovare la loro parte mancante o a lasciar cadere i pesi che si portano sulla schiena. Ballano governano subiscono e resistono. Si muovono velocemente, come corpi nell’acqua. Sopravvivono alle insidie e a volte le tendono. Nereo Petenello, classe 1926, vive e lavora a Padova. Giovanissimo frequenta lo studio dei pittori futuristi Forlin e Fasullo e, successivamente, quello dello scultore Alberto Viani mentre prosegue il suo percorso scolastico alle Belle Arti di Venezia. Nell’immediato dopoguerra, alla produzione puramente artistica, affianca un’intensa attività lavorativa nell’ambito del design industriale: la ceramica e la resina entrano così prepotentemente nella sua produzione artistica accanto al bronzo e alla pittura. Accanto alle più note sculture si possono ricordare diversi cicli di rilievi (polimaterici su tavola/tela) tra cui Frammenti di storie lontane, Lacerazioni cosmiche, Racconti d’Africa, Regine. Se l’ambito espressivo di Petenello è prevalentemente astratto, brevi incursioni nel figurativo (trasfigurato/materico) lo tengono legato ad alcuni temi tra i quali la figura femminile, già presente anche nelle sue produzioni degli anni ’50 e ’60. Opere dello scultore si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia, Germania, Spagna, Stati Uniti, Giappone e Arabia Saudita. Negli ultimi decenni innumerevoli sono state le esposizioni collettive e personali. Carla Ravazzolo è Dottore di ricerca in Storia antica. Nel corso degli anni ha ampliato il proprio campo di studi e ricerche alla Fortuna dell’antico e ai profondi legami – e rivisitazioni – tra storia, arte e letteratura in secoli diversi. Oltre a numerose pubblicazioni scientifiche è autrice di racconti e romanzi. Per Cleup ha pubblicato Thais, etera di Alessandro. Da Plutarco ai manga (2009), Confessioni future (2012), Come farfalle. Assolo a più voci (2015). Un suo racconto, Tra le reti, è stato selezionato per l’antologia Libera le tue parole. Scritti al Bo 800 (2023) pubblicata in occasione degli 800 anni dell’Università di Padova. Incipit   ISBN: 9788854956582 Collana: Storia dell´arte - Museologia Autori: Nereo Petenello, Carla Ravazzolo Edizione: 2023 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La phrase en contexte : grammaire et textualité

La phrase en contexte : grammaire et textualité

€ 18,00

Ce volume, qui est consacré à l’étude de la phrase, réunit les précieuses contributions de quelques linguistes de renommée internationale. L’approche est double, puisqu’elle comprend la grammaire et la textualité selon des perspectives d’enquête variées. D’une part, on observe les structures grammaticales à partir de leur genèse jusqu’à leur usage en contexte ; d’autre part, on mène une vaste exploration de différents genres textuels en examinant non seulement le séquençage du discours, mais aussi ses éléments distinctifs. Le recueil s’ouvre sur l’article de Louis Begioni et Alvaro Rocchetti, qui se restreignent à tracer l’évolution de l’ordre des mots du latin aux langues romanes, avançant des perspectives contrastives inédites, alors que Luciana Soliman étudie tous les emplois possibles de voici/voilà dans un corpus de légendes en définissant les fonctions de ces deux formes verbales. Sophie Saffi valorise la complémentarité entre texte et images dans l’exploration de l’organisation séquentielle d’une bande dessinée de science-fiction, L’Appel. Mohammed Nabih, quant à lui, examine la structure séquentielle, notamment l’orientation argumentative, de quelques articles tirés de la presse numérique. Quant à Guy Achard-Bayle et à Ondřej Pešek, ils nous enrichissent de lumineuses considérations sur le passage de la phrase au texte moyennant l’étude séquentielle d’un ancien fabliau. Thomas Franck s’attarde sur l’aspect pragma-énonciatif de la décontextualisation de quelques citations célèbres tirées du discours littéraire d’ordre existentialiste, tandis que Francesco Parisi propose une étude du rapport entre phrase et contexte dans un roman autobiographique caractérisé par des constructions paradoxales réalisées à l’aide de mots formés par des morphèmes et des phonèmes issus de différents idiomes. Enfin, Houda Landolsi conduit une analyse minutieuse du discours médiatique de l’assimilation en mettant l’accent sur l’importance de relier entre elles les données intra-, inter- et socio-discursives. Luciana T. Soliman est enseignante-chercheure à l’Université de Padoue (Italie), où elle enseigne la grammaire de texte et la traduction. Adepte de la psychomécanique du langage, elle étudie la temporalité non seulement au niveau de la représentation de l’expérience cognitive du temps, mais aussi en discours. Sophie Saffi est professeure à l’Université d’Aix-Marseille (France), où elle enseigne la linguistique italienne et romane. Elle est rattachée au laboratoire CAER et Présidente de l’Association Internationale de Psychomécanique du Langage ; sa recherche porte sur la représentation spatiale et la submorphologie, la réalisation de corpus oraux et de corpus écrits de bandes dessinées. _____ Il volume dedicato allo studio della frase riunisce i preziosi contributi di alcuni linguisti di fama internazionale. L’approccio è duplice perché comprende la grammatica e la testualità secondo prospettive di indagine variegate. Sul primo versante, si guarda alle strutture grammaticali a partire dalla loro genesi fino all’uso contestuale; sul secondo, si esplorano ampiamente vari generi testuali esaminando non solo la sequenzialità del discorso, ma anche le sue singolari peculiarità. Aprono la miscellanea Louis Begioni e Alvaro Rocchetti, i quali si limitano a tracciare l’evoluzione dell’ordine delle parole dal latino alle lingue romanze, avanzando inedite prospettive contrastive, mentre Luciana Soliman studia a tutto campo l’uso di voici/voilà in un corpus di leggende delineando le funzioni di queste due forme verbali. Sophie Saffi dà ampio rilievo alla complementarietà tra testo e immagini nell’esplorazione dell’organizzazione sequenziale di un fumetto di science-fiction, L’Appel. Dal canto suo, Mohammed Nabih esamina la struttura sequenziale, segnatamente l’orientamento argomentativo di articoli tratti dalla stampa digitale. Quanto a Guy Achard-Bayle e Ondřej Pešek, ci arricchiscono con felici considerazioni sul passaggio dalla frase al testo ricorrendo allo studio sequenziale di un antico favolello. Thomas Franck si dilunga sull’aspetto pragma-enunciativo della decontestualizzazione di celebri citazioni tratte dal discorso letterario di tipo esistenzialista, mentre Francesco Parisi propone lo studio del rapporto tra frase e contesto in un romanzo autobiografico caratterizzato da costrutti paradossali realizzati con parole formate da morfemi e fonemi di matrice diversa. Infine, Houda Landolsi offre una disamina del discorso mediatico dell’integrazione, ponendo l’accento sull’importanza di correlare tra di loro dati intra-, inter- e socio-discorsivi. Table des matières Introduction ISBN: 9788854956643 Collana: Glottologia, Linguistica, Lingue e letterature straniere Curatrici: Luciana T. Soliman, Sophie Saffi Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Letteratura e Filologia

Letteratura e Filologia

€ 20,00

Il volume raccoglie cinque saggi presentati da studiosi dell’Università di Udine nella cornice dei Seminari del mercoledì organizzati dal 2019 al 2021 dalla sezione d’Italianistica del DIUM, Dipartimento di Studi umanistici e del Patrimonio culturale dell’Ateneo friulano. Una proposta pensata nella duplice prospettiva della ricerca e dell’insegnamento, per rendere rapidamente partecipi, da una parte, amici e colleghi della natura e degli sviluppi dei propri studi, dall’altra per mostrare soprattutto ai laureandi e ai dottorandi nelle discipline italianistiche come si affronta un concreto problema filologico, critico, storico-letterario, ponendolo nei suoi giusti termini e così avviandolo a una soluzione soddisfacente, se non definitiva: nella convinzione, per citare le parole di un grande maestro, che «il più si impara facendo». Vittorio Formentin insegna Storia della lingua italiana nell’Università di Udine. Socio nazionale dell’Accademia della Crusca, i suoi interessi si rivolgono principalmente alla linguistica storica italoromanza e alla filologia degli antichi testi in volgare. Dirige il progetto di ricerca «Chartae Vulgares Antiquiores». I più antichi testi italoromanzi riprodotti, editi e commentati. Indice Premessa di Vittorio Formentin ISBN: 9788854955905 Collana: Scienze filologico-letterarie Curatore: Vittorio Formentin Edizione: 2023 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello