0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Scienze politiche e sociali

Scienze Politiche E Sociali
Sulla via della scuola infranta

Sulla via della scuola infranta

€ 15,00

Il ruolo dello Stato nel proteggere la democrazia si misura anche considerando la capacità di un sistema scolastico nazionale di estendere l’istruzione e di elevare il livello culturale dei cittadini per metterli in grado di difendersi dagli inganni e dalle seduzioni del potere, dotandoli di conoscenze e abilità funzionali ad una partecipazione responsabile e competente alla vita democratica. Dissolvere la funzione di trasmissione culturale del sistema scolastico, insistendo nella pianificazione di politiche di aggressione dello status sociale, economico e professionale dei suoi protagonisti, significa, quindi, compromettere la difesa della democrazia, promossa dal radicamento sociale della cultura. Questa prospettiva tematica viene tratteggiata dalle “voci dal di dentro” che si percepiscono in questo dialogo; voci radicalmente “altre” rispetto alla vulgata (anche massmediatica) di quanti parlano di scuola senza “vivere” nella scuola e spesso per la scuola. Sono voci portatrici di riflessioni culturalmente filtrate, dottrinalmente impostate, scientificamente corroborate, dalle quali scaturisce un anelito ricognitivo all’insegna di una prospettiva critica sulla scuola “reale”, intrisa di una tensione analitica rivolta ad una scuola “possibile”: ad un’“idea di scuola” che possa essere ancora, nonostante le difficoltà del presente, presidio di conoscenza e speranza di elevazione culturale e civile. Stefano Piazza (Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova, Dottore di ricerca in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio - IUAV-Venezia) ha insegnato, con docenze a contratto, alle Università di Trieste e di Padova e alla SSIS del Veneto (sede di Verona). Renzo Paolo Vedova, esperto di politiche scolastiche e di analisi dei sistemi scolastici, è stato tra i primi referenti ad aver operato nell’ambito dell’autonomia scolastica. Già dirigente scolastico distaccato per i compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia presso gli Uffici Scolastici Territoriali di Padova e di Rovigo (USR per il Veneto-MIUR) attualmente collabora con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto - Ambito territoriale di Padova. Indice Premesse ISBN:9788867873791 Collana: Scienze politiche Autori: Stefano Piazza, Renzo Paolo Vedova Prefazione: Mario Pomini Edizione 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La riforma delle Province e delle Città  metropolitane in Italia

La riforma delle Province e delle Città  metropolitane in Italia

€ 15,00

In questo libro un economista e un giurista analizzano la recente riforma italiana delle autonomie locali. Riforma che affronta il riassetto delle Province e introduce le cosiddette Città metropolitane. Secondo gli autori ci sono motivi per ritenere difficile parlare di miglioramento della funzionalità del sistema amministrativo locale e di riduzione della correlata spesa pubblica. Critiche sono rivolte al modello di Città metropolitana imposto al Paese. I policy makers hanno ignorato gli studi effettuati in materia di Città metropolitane, individuandole in maniera ‘empirica’. Hanno indicato come metropolitane anche province che tali non sono e ignorato aree urbane che l’analisi scientifica da sempre indica come metropolitane. I policy makers hanno inoltre ignorato gli studi su esperienze europee e degli USA; esperienze che sono fallite. Il rischio di fallimento del nuovo ente italiano sono rilevanti. Maurizio Mistri, studioso senior di Economia internazionale nell’Università di Padova. Si occupa di analisi delle istituzioni economiche. Daniele Trabucco, dottore di ricerca in Istituzioni di Diritto Pubblico nell’Università di Padova. È professore a contratto di Storia delle Relazioni Internazionali presso il Campus universitario Ciels, sede di Padova. Si occupa di tematiche inerenti il Diritto Costituzionale e il Diritto Costituzionale Regionale. Indice Introduzione ISBN:9788867874958 Collana: Scienze politiche Autori: Maurizio Mistri, Daniele Trabucco Edizione 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Democrazia deliberativa e politica di bilancio

Democrazia deliberativa e politica di bilancio

€ 15,00

In questo saggio, muovendo dalla crisi della rappresentanza politica, cercheremo di volgere l’attenzione della ricerca sui partiti, non accettando il presupposto del primato del sistema politico, ma mutando punto di vista e concependoli come momenti delle politiche pubbliche. Si affronterà pertanto, in funzione del ripensamento della rappresentanza e del partito, la questione della terza trasformazione della democrazia in relazione allo sviluppo delle politiche deliberative e partecipative. Inoltre si cercherà di delineare la dimensione politologica del processo di formazione bilancio, come terreno per sviluppare un ragionamento sugli sviluppi della democrazia deliberativa e partecipativa in rapporto alla democrazia rappresentativa. Si tratta di un terreno che può comportare una riflessione sulle innovazioni istituzionali, sulla problematicità del quadro di formazione del processo di bilancio, e infine, specialmente approfondendo le possibilità analitiche del bilancio quale politica di rendicontazione, porre le basi per affrontare le questioni centrali del futuro, in particolare la questione ecologica, al di là della dinamica accelerata e presentificante della comunicazione politica influenzata dal breve ciclo elettorale. Giovanni Tonella, abilitato come professore di seconda fascia in filosofia politica, è docente a contratto in Scienza dell’amministrazione nel Corso di Laurea magistrale in Scienza del Governo e Politiche pubbliche al Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università degli Studi di Padova. Ha pubblicato saggi e monografie di filosofia politica e di scienza dell’amministrazione, tra i quali Die Planungszelle. Processi di coinvolgimento deliberativo e forme di amministrazione partecipativa, Padova, Il Poligrafo, 2012; Politiche di partecipazione. Dalla filosofia politica alla scienza delle politiche: politiche deliberative, partecipative e di rendicontazione, Padova, Cleup, 2012, e Esperienze di integrazione del bilancio partecipativo ed e-democracy in Italia e in Germania. Aspetti teorici e casi empirici, in G. Gangemi, (a cura di), Dalle pratiche di partecipazione all’e-democracy. Analisi di casi concreti, Roma, Gangemi, 2015. Indice Introduzione ISBN:9788867875238 Collana: Scienze politiche Autore: Giovanni Tonella Edizione 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
I bambini tra cittadinanza e investimento

I bambini tra cittadinanza e investimento

€ 13,00

Il nido conta? Secondo i sostenitori dell’investimento sull’infanzia, avere un’esperienza in un nido d’infanzia di qualità favorisce la costruzione di abilità spendibili nel corso della vita. Posizioni sostenute da studiosi autorevoli e fatte proprie da istituzioni politiche internazionali. Quanto queste convinzioni rischiano di essere semplicemente dei miti oppure produrre “effetti perversi” nella loro declinazione propositiva? Con uno sguardo disincantato, ma non disinteressato, l’autore propone una rassegna ragionata degli studi e i risultati di un’indagine originale. Gli esiti della ricerca indicano che sì, il nido in effetti sembra contare, in particolar modo per i figli delle famiglie a rischio di esclusione sociale. Un’influenza che emerge a certe condizioni di qualità del nido, connesse proprio al difficile, ma possibile sforzo di costruire, nella riflessione e nell’implementazione delle politiche, dei punti condivisi tra diverse prospettive di welfare. Valerio Belotti è professore aggregato di Politiche per l’infanzia e l’adolescenza nel Dipartimento FISPPA dell’Università di Padova. Da anni la sua attività si caratterizza per gli studi, le ricerche, la progettazione e l'implementazione di politiche nazionali e locali per bambini e ragazzi. Autore di numerose pubblicazioni è stato per anni coordinatore scientifico del Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza, istituito con legge 451 del 1997. Indice Prefazione ISBN:9788867875689 Collana: Scienze sociali Autore: Valerio Belotti Prefazione: Laura Balbo Edizione 2016 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

13,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Relativismo

Relativismo

€ 12,00

L’assoluto non esiste. Nulla è eterno, stabile, definitivo, tutto è transitorio, relativo, superabile. L’uomo odierno deve prendere atto che la realtà ha questi attributi ed adeguare ad essi la propria vita. La scienza è un mezzo potente per conseguire tale finalità perché aiuta a vivere meglio, combattere il dolore, rivalutare il piacere, superare la paura della morte. L’essenza di questo libro è un’epistemologia e un’etica coerenti col nostro tempo. Gian Paolo Prandstraller, sociologo, saggista, scrittore, docente nell’Università di Bologna, ha effettuato ricerche sociologiche anticipatrici e fondamentali. È autore di numerosi articoli e saggi pubblicati su giornali, riviste, enciclopedie e altri spazi culturali. È stato relatore su temi riguardanti le professioni intellettuali in molti convegni, congressi e dibattiti concernenti il lavoro professionale e creativo e sulle forze sociali che lo esperiscono. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: L’uomo senza certezze e le sue qualità (1991), Relativismo e fondamentalismo (1996), Il lavoro professionale e la civilizzazione del capitalismo (2003), L’imprenditore quaternario (2010). Indice Presentazione DISPONIBILE ANCHE IN FORMATO EBOOK           ISBN:9788867876631 Collana: Scienze sociali Autore: Gian Paolo Prandstraller Edizione 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Violenza a scuola

Violenza a scuola

€ 14,00

Uno dei modi per studiare le organizzazioni è cercare di cogliere il senso che gli attori attribuiscono e/o riconoscono alle loro azioni, il processo dinamico e relazionale attraverso il quale viene interpretato l’agire quotidiano e attraverso il quale vengono costruiti i significati. Il lavoro di ricerca qui presentato si sviluppa entro questa prospettiva e analizza i punti di vista dei diversi attori istituzionali (i professionisti delle agenzie educative, del sistema giudiziario, dei servizi sociali, i giornalisti e le famiglie) entro le loro ‘culture’, rispetto a un caso sensazionale di violenza sessuale all’interno di una scuola superiore. La ricerca ha ricevuto il riconoscimento del Premio della Carta di Treviso dall’Ordine dei Giornalisti del Veneto, per l’attenzione al tema dei diritti dell’infanzia e delle pratiche di autoregolamentazione dei giornalisti, e rende conto dei primi e promettenti passi che l’autrice ha mosso nell’ambito della Sociologia dei processi culturali e comunicativi, con l’attenzione di chi, lavorando da tempo nel mondo dei servizi e delle politiche sociali, riconosce la funzione e il valore del sapere dell’esperienza nel dialogo intra-organizzativo e inter-istituzionale. Morena Tartari, dottore di ricerca in Sociologia dei processi comunicativi e interculturali, insegna Sociologia della comunicazione all’Università di Padova. I suoi interessi di ricerca riguardano i processi di costruzione sociale dei problemi pubblici, in particolare quelli relativi all’infanzia, e il ruolo delle culture organizzative e professionali, nonché delle relazioni tra individui, organizzazioni e istituzioni nella definizione di tali problemi. È psicologa e psicoterapeuta ad approccio strategico-interazionista. Indice Prefazione ISBN:9788867876976 Collana: Scienze sociali Autore: Morena Tartari Prefazione: Salvatore La Mendola Edizione 2016 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Senza protezione?

Senza protezione?

€ 20,00

La protezione del corpo sociale, per quanto unanimemente invocata, sembra svanire, non solo a fronte delle devastazioni sociali procurate della crisi, ma anche in ragione delle indecifrabili trasformazioni morfologiche di un’entità giuridico-istituzionale (lo Stato) tuttora pervasivamente persistente sui soggetti individuali e collettivi. Sicché, anche lo Stato democratico, come congegno istituzionale della democrazia, sembra assistere impassibile all’erosione delle dimensioni sociali della democrazia e, dunque, alle premesse della sua involuzione. Gli esiti, potenzialmente esiziali, di tale involuzione per i destini dell’“ordine” democratico socialmente legittimato configurano i sintomi dell’erompere di degenerazioni caotiche e distruttive delle tutele e delle garanzie poste a protezione dei più deboli e, al contempo, segnano l’avvento di strategie di auto-protezione e di consolidamento delle élites economiche, intente ad assegnare agli apparati istituzionali manovre di devastazione della coesione sociale attraverso l’impoverimento dei ceti medi, l’incremento dell’emarginazione sociale, l’espulsione delle persone dall’integrazione sociale, non più promossa dallo Stato. Sulla scorta di una copiosa e puntuale ricognizione dottrinale, vengono proposti, in questo volume, dei percorsi analitico-ricostruttivi intorno alla débacle della funzione di integrazione sociale dello Stato, non più presidio a tutela della vita e dei suoi beni, ma crisalide di poteri inaccessibili, spesso disumanizzanti, e dunque antitetici al progetto democratico. Stefano Piazza, Specialista in Istituzioni e Tecniche di Tutela dei Diritti Umani presso la Scuola di specializzazione (triennale) in Istituzioni e Tecniche di Tutela dei Diritti Umani dell’Università di Padova e Dottore di ricerca in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio presso lo IUAV di Venezia, ha insegnato materie giuridiche pubblicistiche, con docenze a contratto, all’Università degli Studi di Trieste, presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Padova e presso la Scuola di Specializzazione interateneo per l’insegnamento secondario delle Università di Venezia Ca’ Foscari, Padova e Verona (sede di Verona). Indice ISBN:9788867877126 Collana: Scienze politiche Autore: Stefano Piazza Edizione 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Un'idea per Padova

Un'idea per Padova

€ 14,00

Padova negli ultimi anni è così cambiata che le “mappe” di ieri non sembrano più capaci di leggere la realtà. Se lo scenario del mondo è sempre più globale, la soluzione non può essere la chiusura: Padova è anzi chiamata a raccogliere l’eredità della sua tradizione di apertura e inclusione. Servono pensieri lunghi, capaci di guardare lontano. La Comunità di Sant’Egidio ha promosso un dialogo per confrontarsi sul presente e sul futuro della città. In questo libro voci autorevoli della società padovana si interrogano sulle trasformazioni e sulle sfide che attraversano il tessuto urbano. Emergono le condizioni delle periferie, le difficoltà delle famiglie, la situazione degli anziani, l’integrazione degli immigrati, le domande dei giovani. Ma anche le aspettative, le speranze, le energie, le prospettive di futuro di una città. Un’idea per Padova solleva una domanda: qual è la vocazione di Padova? È un interrogativo che si ricollega a un desiderio condiviso da tutti gli abitanti: una città in cui si viva non gli uni contro gli altri, non gli uni separati dagli altri, ma tutti insieme, in pace. Occorre apprendere l’arte del convivere. C’è bisogno di un nuovo sguardo sulla città, di un’idea per Padova. Contributi di Alessandra Coin, Umberto Curi, Daniele Marini, Antonia Arslan, Gianpiero Dalla Zuanna e Emiliana Baldoni, Monica Mazzucato, Enrico Di Pasquale e Chiara Tronchin, Francesco Jori, Gianni Potti, Guglielmo Frezza, Roberto Papetti, Paolo Possamai. Indice Introduzione ISBN:9788867877195 Collana: Scienze politiche e sociali Curatore: Mirko Sossai Edizione 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Viaggio semiserio tra la burocrazia e la società in trasformazione

Viaggio semiserio tra la burocrazia e la società in trasformazione

€ 12,00

La società cambia continuamente sotto i nostri occhi, anche sotto il profilo antropologico, oggi più velocemente di ieri. Non sembri strano, ma non pochi dei mutamenti in corso risalgono agli organi della Pubblica Amministrazione, che sono davvero mutati rispetto a qualche tempo fa, in particolare per quanto concerne l’assetto e il funzionamento dei servizi pubblici. Dopo la constatazione che gli organi dello Stato – apparato (esecutori delle leggi) si pongono non come facilitatori delle istanze e aspettative dei singoli amministrati ma, ben spesso, come potere, divenendo un avversario con il quale ingaggiare lotte dal sapore talora kafkiano, l’Autore si sofferma sull’informatizzazione delle attività della Pubblica Amministrazione e dei suoi rapporti con i cittadini. Con un pamphlet di denuncia sociale egli tratta di una peculiarità perversa di simili strutture, che, invece di applicare le leggi più innovative, spesso si ingegnano ad ostacolarne l’applicazione. Così, nel volumetto si discorre del traviamento della nozione di interesse pubblico, realizzato attraverso la “privatizzazione” della res publica, processo agevolato dalla perdita di vaste aree di sovranità da parte di molti paesi, ormai impotenti rispetto ai forti interessi privati di non poche multinazionali, in primis quelle dell’informazione e della telematica.   L’Autore, giudice amministrativo ora in quiescenza, ha insegnato in vari centri di formazione e, occasionalmente, scuole forensi post-laurea; ha scritto su varie riviste giuridiche (“Italedi”, “Foro Amministrativo”, “Urbanistica e appalti”, ecc.). È stato anche giudice tributario, da ultimo nel ruolo di Presidente della C.T.R. del Veneto. Inoltre, vanta esperienze giornalistiche, tra l’altro quale editorialista del “Corriere del Veneto” (“Corriere della Sera”). Varie sono le monografie pubblicate, fra cui Il nuovo procedimento amministrativo, primo commento sistematico alla legge 241/90 (1991), rieditato varie volte, da ultimo con Cedam, cui è seguito Strumenti di tutela nei confronti della p.a. (Cedam 2001 e 2003). Per i tipi di Ipsoa ha pubblicato un Manuale di diritto amministrativo, e con Cedam il Manuale del nuovo diritto amministrativo (2012). Indice ISBN:9788867877034 Collana: Scienze politiche e sociali Autore: Italo Franco Edizione 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello