0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Narrativa

Narrativa
Il capolinea

Il capolinea

€ 15,00

«Valter Esposito è autore conosciuto anche per la sua attività di giornalista attento soprattutto allo sport, è scrittore e poeta protagonista del mondo culturale veneto. In questo romanzo prende per mano il suo giornalista detective e lo conduce al ‘capolinea’. Lo fa con abilità ed eleganza, senza rinunciare alla sua natura di scrittore che si è costruito con tante passioni dentro. A ogni passione dedica qualcosa: un quadro, un film, un ricordo che servono per dare la cornice giusta ad ogni fotogramma, tale infatti appare ogni pagina. E il lettore quanto arriva al ‘capolinea’ vorrebbe risalire sul treno e ripartire per una nuova storia. Tanto ormai, siamo convinti, Giorgio Angeli ha ripreso a scrivere, e non soltanto perché glielo ha ordinato sua mamma in sogno. E alle mamme è impossibile non dare ascolto. Il ‘capolinea’ sembra solo il binario sul quale il tram deve passare la notte prima della nuova corsa.» (Dalla Prefazione di Edoardo Pittalis) Valter Esposito (Venezia, 1959), giornalista, collabora dal 1985 con il quotidiano «La Nuova di Venezia e Mestre» dopo aver collaborato per diversi anni con «La Gazzetta dello sport» e altri periodici nazionali. Ha pubblicato libri di sport tra i quali ricordiamo Francesco De Piccoli. Storia di una medaglia d’oro (Il Prato). Ha pubblicato inoltre, sempre per Il Prato, i noir La notizia nera, Il silenzio del pesce luna e Rosso. Negli ultimi anni si è dedicato alla poesia: Gli amori in versi, Le emozioni perdute e Dove vivere è sognare (per i tipi della CLEUP); E viva! e Parole immaginate per Biblion edizioni. Prefazione di Edoardo Pittalis Anteprima   ISBN: 9788854955783 Autore: Valter Esposito Edizione: 2022 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Irene e le colombe

Irene e le colombe

€ 15,00

Irene, un nome che significa ‘pace’. Irene e le colombe, attraverso il magico dialogo tra narrazione e illustrazione, affronta proprio il delicato tema della pace. È una storia che cavalca al trotto lungo le valli verdi e rigogliose della fantasia, con fugaci allusioni alla Storia, ed è animata dalle trascinanti vicende di immaginari personaggi carismatici e immancabili fattucchiere che ben rappresentano pregi e debolezze del genere umano. La lettura di questo libro illustrato farà sgorgare un invito spontaneo: «Vieni, ti racconto una storia», un presupposto fondamentale in cui l’adulto prende per mano il bambino e lo guida nella selva oscura dell’immaginario; allora, richiamando certe classificazioni cinematografiche tanto care all’autore, Irene e le colombe è una ‘fiaba per ragazzi accompagnati dai genitori’. Tanti sono i riferimenti culturali e gli spunti di riflessione sono tanti e tutti da scoprire. Ezio Leoni, giornalista e critico cinematografico, appassionato di western, è direttore della rivista web MCmagazine.it. È stato consulente dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e ha co-diretto il Festival Videopolis. È presidente del circolo The Last Tycoon con il quale gestisce il Lux, cinema d’essai. www.movieconnection.it/ezio-leoni/   Paola Gamba dopo il Liceo Artistico ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Venezia per diplomarsi poi alla Scuola Professionale Grafica Marzio Milani di Padova. Lavora come illustratrice e grafica freelance, nel campo dell’editoria, della pubblicità e della cartotecnica. Dal 2003 si dedica alla pittura e all’arte contemporanea, partecipando a numerose mostre. www.gambapaola.it   ISBN: 9788854955677 Autore: Ezio Leoni Illustratrice: Paola Gamba Edizione: 2022 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La mia scuola

La mia scuola

€ 7,00

Premio Letterario Civitas Vitae La mia scuola Imparare a vivere: nonni, nipoti e la lunga strada della scuola Ancora un fragrante mazzo di belle storie, ancora nonni e nipoti e il loro meraviglioso rapporto, che anno dopo anno abbiamo visto dispiegarsi in mille sfumature e mille colori diversi; ma proprio questa volta ci appaiono nel ricordo – e nel dialogo – con le loro prime esperienze scolastiche, sia dei nonni che dei nipoti: e quindi ci troviamo di fronte a una serie di emozionanti e spesso deliziose raffigurazioni della scuola di ieri, raccontata in un continuo gioco di specchi nel suo confrontarsi con quella di oggi. Ma i protagonisti di queste nostre storie guardano tutti il mondo che li circonda (e dunque la scuola) con occhi di bambino, occhi colmi di stupore, di voglia di imparare – e anche di capacità di imparare. I nonni – nel richiamare e descrivere le loro esperienze dei primi anni di scuola – aprono per il lettore il tesoro dei loro ricordi, e ce li porgono con dolce freschezza, ritornando a quegli indimenticabili momenti di vita, all’età in cui il sangue corre veloce come la mente. Ed ecco si snodano i racconti, e colori e profumi del passato ritornano vividamente: di un’amata maestra e di un’aula un po’ speciale, o di un’avventura a lieto fine, o di un particolare insegnamento che è diventato per sempre parte del proprio bagaglio culturale. E i bambini dal canto loro si esprimono anch’essi con i loro occhi di oggi, ma possiedono lo stesso meravigliato stupore e la stessa fresca curiosità dei bambini di ogni epoca, sempre uguali e sempre diversi fra loro. È un panorama inedito che ci viene offerto: le differenti storie che si alternano e si completano agli occhi del lettore sono ben inserite nello scorrere del tempo, ma gli danno anche l’incomparabile piacere di partecipare a quella sempre viva fonte di sorprendente meraviglia che sono i bambini: quasi – oserei dire – di giocare con loro. Giocare – e imparare – con i bambini di ieri, e insieme con quelli di oggi: quale tesoro di esperienze, di infomazioni, di piccole e grandi scoperte mi è capitato di fare leggendo questi racconti e confrontandoli fra loro, nell’ampia varietà delle loro ambientazioni, dalle filastrocche divertenti al bel racconto di un nonno ebreo all’epoca delle leggi razziali, dalla storia della badante bulgara alla frase lapidaria che diventa una splendida citazione (“La scuola è un grande e immenso laboratorio dove si impara a vivere”). O altrove, in modo ancora più folgorante: “La scuola è il luogo dove si impara ad essere”. Antonia Arslan - Presidente della Giuria Indice Presentazioni ISBN: 9788854955011 Collana: Premio Civitas Vitae Autore: OIC - Opera Immacolata Concezione Edizione: 2022 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

7,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Riccardo III

Riccardo III

€ 16,00

La Guerra delle Due Rose ha insanguinato l’Inghilterra dal 1455 al 1485 fino a quando il gallese Enrico Tudor, salito al trono col come di Enrico VII, pose fine alla contesa tra le dinastie dei Lancaster e degli York. L’attrito era esploso quando Riccardo III duca di York, nel tentativo di rimuovere lord Somerset da reggente del regno suscitò la reazione dei Lancaster. Raccontare le vicende di Re Riccardo III è come srotolare un filo nel quale sono inserite una molteplicità di storie che fanno parte di un unico disegno… la Guerra delle Due Rose, con i suoi massimi esponenti Lancaster e York, rappresentanti un mondo ormai moribondo, il feudalesimo, riottoso nella sua natura, che finirà per approdare a una monarchia accentratrice e moderna, quella che i Tudor riusciranno ad imporre all’Inghilterra. Giancarlo Guidotti (Piancastagnaio, SI), laureato in Lettere moderne all’Università la Sapienza di Roma, vive e svolge la sua professione a Padova. Ha vinto numerosi concorsi letterari e collaborato con importanti riviste culturali. Ampio consenso della critica nazionale ed estera ha riscosso nel 1989 il saggio critico De Sanctis e il naturalismo francese. Tra le sue altre pubblicazioni ricordiamo: Ghino di Tacco detto il Falco (2001), I Falchi dell’Amiata (2002), Colpi di Luce (2002), Ezzelino il Tiranno (2006), Francesco Petrarca (2008), Le Pagine di Francesco (2010), Il Conte di Carmagnola (2013), Margherita Aldobrandeschi (2015) e Papa Gregorio VII Ildebrando di Sovana (2016). Prefazione ISBN: 9788854950801 Collana: Narrativa Autore: Giancarlo Guidotti Edizione: 2019 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Libera le tue parole

Libera le tue parole

€ 0,00

  Nell'ambito delle celebrazioni per gli 800 anni dell'Università di Padova CLEUP promuove il premio letterario LIBERA LE TUE PAROLE - Scritti al Bo 800 _________________   REGOLAMENTO   Art. 1 - La casa editrice CLEUP – Coop. Libraria Editrice Università di Padova – con il patrocinio dell’Università degli Studi di Padova bandisce il Premio letterario “Libera le tue parole – Scritti al Bo 800”.   Art. 2 - Possono partecipare al concorso gli studenti regolarmente iscritti o che sono stati iscritti, i diplomati, i laureati, i dottorandi/dottorati, i docenti, il personale tecnico-amministrativo dell’Università di Padova e coloro che abbiano svolto o che ancora svolgano a qualsiasi titolo la loro attività nell’Università di Padova.   Art. 3 - I partecipanti dovranno inviare un solo racconto, inedito, in lingua italiana sul tema della “libertà” nelle sue diverse declinazioni, della lunghezza massima di 10 cartelle (pari a 18.000 caratteri spazi inclusi) e farlo pervenire, in formato word e pdf, all’indirizzo mail scrittialbo800@cleup.it con oggetto: Premio letterario “Libera le tue parole – Scritti al Bo 800” entro il 31 ottobre 2022. Il file non deve contenere riferimenti all’identità dell’autrice/autore. I partecipanti dovranno invece inviare altro file con i seguenti dati: nome e cognome dell’autore, indirizzo di residenza, recapito telefonico, indirizzo di posta elettronica. La Segreteria del Premio provvederà a far pervenire, in forma anonima, il materiale alla Giuria e a comunicare ai partecipanti l’avvenuta ricezione. È richiesta autocertificazione che attesti la propria posizione nei confronti dell’Università di Padova (studente, laureato, dottorando/dottorato ecc.).   Art. 4 – La Giuria selezionerà i 15 migliori racconti che saranno raccolti in un volume pubblicato a cura della casa editrice CLEUP. Tra questi la Giuria designerà i premiati.   Art. 5 - La Giuria è presieduta da Fabio Magro ed è composta da Saveria Chemotti, Francesco Chiamulera, Barbara Codogno e Carla Menaldo.   Art. 6 - I premi ai vincitori saranno consegnati nel corso di una cerimonia pubblica a Palazzo Bo nel mese di febbraio 2023, alla presenza della Magnifica Rettrice. Data e luogo di premiazione saranno tempestivamente comunicati ai vincitori e alla stampa.   Art. 7 - Gli autori garantiscono, sotto la propria responsabilità, l’originalità dell’opera e, in caso di pubblicazione, si impegnano a cedere alla Cleup i diritti di pubblicazione senza nulla pretendere a titolo di Diritto d’Autore.   Art. 8 – La partecipazione al concorso implica l’accettazione e il rispetto di tutte le indicazioni contenute nel presente bando nonché del giudizio insindacabile della Giuria.   Art. 9 - Per quanto non previsto in questo regolamento valgono le deliberazioni della Giuria.     Padova, 29 giugno 2022                                                                                            Il Presidente della CLEUP                                                                                                Ambrogio Fassina     Regolamento Autocertificazione Per informazioni: Cleup Segreteria del Premio “Libera le tue parole – Scritti al Bo 800” Via G. Belzoni 118/3 - 35121 Padova tel. 049 8753496 – cell. 333 6354291 scrittialbo800@cleup.it www.cleup.it   ISBN: 9788854955363 Autore: Autori Vari Edizione: 2022 Stato: non disponibile

Non disponibile
L'ultimo guardiano d'aprile

L'ultimo guardiano d'aprile

€ 17,00

Con le ossa rotte, con i denti spaccati, le viscere esposte, i neuroni intossicati, il corpo abdicato, la bocca incavernata in presidi di contenzione, le gambe inerti, il ventre molle, ingrassati di alcol e sonniferi, Maalox se lo stomaco non digerisce, il reflusso, i sogni abortiti, il pene che non si alza, la bandiera che non significa più niente, le malattie immaginarie, le pandemie mediatiche, le mascherine di paillettes e i soldatini che sparano. Marco Vecchiato è uno scrittore e un pittore. Scrive come dipinge e dipinge come scrive. La scena mai risolta, tanto meno descritta, larghe campiture vuote, soggetti spersonalizzati che espellono la narrazione del loro essere da se stessi e, allo stesso tempo, inglobano la narrazione dell’essere altrui. E per altrui intendo: spazio tempo pensiero parole azioni oggetti caos morte. (dalla Prefazione di Barbara Codogno) Marco Vecchiato è nato a Padova nel 1974, vive e lavora in provincia di Venezia. Laureato in Storia dell’arte, è artista e scrittore. Ha pubblicato due raccolte di poesie Vacuum – Antologia poetica (2010) e Unter den Linden & Wayne (2014). Alienation Zone (2022) è la sua ultima mostra personale, attualmente espone alla Galleri Heike Arendt di Berlino. L’ultimo guardiano d’aprile è il suo primo libro di racconti. www.marcovecchiato.com   Indice Prefazione di Barbara Codogno Anteprima ISBN: 9788854955240 Autore: Marco Vecchiato Edizione: 2022 Stato: disponibile dal 28 giugno 2022

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello