0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Narrativa

Narrativa
Annola Lil dei sabbionari

Annola Lil dei sabbionari

€ 22,00

Nel Veneto, verso la fine dell’800, lungo le rive di un fiume vivevano in casupole e baracconi i sabbionari, piccole comunità che si guadagnavano da vivere faticosamente. Da riva trainavano con le loro forze e la corda legata al petto i barconi carichi di sabbia. Il personaggio che dà vita a questo racconto è Annola, una ragazza di una bellezza selvaggia, un puro spirito libero. Ama la natura e la vita in tutti i loro aspetti. Per lei vivere è un innocente correre all’infinito, nella ricerca emozionale. Innanzi ai limiti imposti dagli altri, reagisce spavalda e impulsiva, ma con la stessa impulsività si placa, così come le acque del fiume che dopo la tempesta tornano a scorrere quiete tra gli argini. Intorno ad Annola si intrecciano i quadri di vita degli abitanti del sobborgo, i sabbionari, e degli abitanti della cittadella, i ricchi, con tutte le loro sfaccettature sociali, piene di luci e ombre, pulsanti di umanità. Vanna Spagnuolo (Trento, 1926 - Padova, 2015) è stata medico pneumologo, laureata all’Università di Padova. Nella medesima città si è diplomata in pianoforte principale al Conservatorio “Cesare Pollini”. Durante gli anni universitari è stata giornalista e critico musicale. Ha scritto poesie, opere teatrali, racconti e romanzi per molti dei quali ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti letterari. Incipit ISBN: 9788854951877 Collana: Vicoli Autore: Vanna Spaguolo Edizione 2019 Stato: Disponibile      

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Torno casa

Torno casa

€ 14,00

Torno Casa parte da origini pronunciate a voce alta, e ‘in lingua’, e va a cercare il senso altrove. Due donne si incontrano e mettono in comune pezzi di vita. Il racconto, in prima persona, non necessariamente autobiografico, ricorre al collage della memoria e delle forme, moderno prosaritmo e tentativo di far diventare narrazione i passaggi della vita: per coinvolgerci nella ricerca e nel ricordo, nella confessione e nella ricreazione del passato, delle identità, delle relazioni. La lettura a volte sarà lenta, a volte saltellante tra lingue e testi, adatta alla rappresentazione delle nostre vite-luoghi, dove Padova, Melbourne o Assisi diventano simboli scambiabili, miti da riempire di significato, andandoci dentro o anche solo torno torno… Al lettore stupirsi, decidere di fermarsi al Lost & Found o sulla panchina di Piazza Castello, aprire il bagaglio e leggere gli inserti o inseguire il dialogo madre-figlia, per finire con un inatteso post scriptum, scoprendo, forse, che il vero luogo è (come diceva Marcel Proust, nostro santo protettore) la Pagina. Angelo Ferrarini     Elsa Bettella oggi vive a Padova e fa la scrittrice. È tornata alla sua città natale di recente, dopo una vita trascorsa in altri luoghi e in altre professioni. È autrice di una raccolta di racconti Disordine numerico pubblicato con Excogita (Milano, 2012), mentre Morlacchi (Perugia, 2016) ha ospitato le sue note poetiche Madri che cantano e piangono. Torno Casa racchiude diverse forme di racconto, dentro un viaggio alla ricerca delle radici e del senso ultimo delle relazioni.   Anteprima ​​​​​​​ ISBN: 9788854951662 Collana: Narrativa Autrice: Elsa Bettella Edizione: 2019 Stato: Disponibile       

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Indagine sul male assoluto

Indagine sul male assoluto

€ 10,00

Esistono creature che già alla nascita portano un marchio d’infamia e non è possibile modificare la loro natura. Durante una conferenza Ulisse Diena fa conoscenza con il professor Albert von Geister e si sottopone a una analisi grafologica dalla quale apprende di essere potenzialmente uno dei più temibili serial killer mai esistiti. Da quel momento iniziano efferati delitti che coinvolgono le persone che col Diena hanno qualche rapporto: ovviamente viene sospettato, senza però trovare le prove che sia lui a commetterli. Nel frattempo attraverso i sogni egli tenta di costruirsi una realtà parallela per sfuggire alla situazione in cui si è venuto a trovare. Ma chi è veramente il colpevole? I luoghi descritti sono reali: Padova, Bologna, la bassa ferrarese e i dintorni di Monzuno dove il nonno dell’autore era proprietario di un podere. Luciano Nanni è nato a Bologna nel 1937. Dal 1971 risiede a Padova dove svolge anche attività di promozione culturale. Testi poetici sono apparsi su riviste d’avanguardia. Collabora al sito Literary con note critiche e rubriche di metrica e linguistica. Tra le opere di saggistica Musica strumentale da camera e Glossario di metrica italiana, dopo tre edizioni ora in www.metricaitaliana.it. L’opera di narrativa è uscita in undici volumi (1954-2017). Anteprima ​​​​​​​ ISBN: 9788854950535 Collana: Narrativa Autore: Luciano Nanni Edizione: 2019 Stato: Disponibile  

Aggiungi al carrello

10,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
L'uomo di stagno

L'uomo di stagno

€ 13,00

Quali segreti nascondono i mimi che, fermi agli angoli delle strade e delle piazze, osservano il brulicare della vita che scorre davanti ai loro occhi immobili, ma non per questo ciechi? Quale misterioso viaggio esistenziale li ha portati alla scelta, radicale e struggente, di incarnare qualcuno diverso da sé, nascondendo la propria identità dietro la maschera del travestimento? Nelle strade di Roma, un mimo truccato e vestito di grigio guarda la vita che scorre davanti ai suoi occhi. La sua esistenza è quella di un uomo di stagno, incorruttibile perché incapace di farsi davvero coinvolgere dalle vicende del mondo. Finché, un giorno, nel suo campo visivo entra l’immagine di un amico d’infanzia, conosciuto in un orfanatrofio negli anni del Dopoguerra e perduto da tempo. Questo incontro inaspettato sarà l’occasione per ripercorrere le tappe di una vita intessuta di amori ed errori, di fughe e ritorni, di rimorsi e rimpianti, e per scoprire cosa si nasconde, in profondità, sotto il grigiore e l’apparente imperturbabilità della maschera. Gabriele Pernigo è nato a Verona il 24 marzo 1939. Sposato e padre di tre figli, vive a Padova. Laureato in Economia e Commercio, ha ricoperto importanti incarichi in diverse banche. Dopo una prima prova d’autore nel 2005 con il romanzo autobiografico Correndo la vita, nel 2008 ha pubblicato il romanzo Tango argentino, ambientato ai tempi della dittatura militare argentina. Si cimenta ora con un racconto breve, L’uomo di stagno, che mette al centro i rapporti umani analizzandoli nella loro cruda verità e indagando le grandi tematiche dell’amicizia, del tradimento e del perdono. Premessa ​​​​​​​ ISBN: 9788854951365 Collana: Narrativa Autore: Gabriele Pernigo Edizione 2019 Stato: Disponibile      

Aggiungi al carrello

13,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il ponte di vetro

Il ponte di vetro

€ 22,00

Nella seconda metà del Novecento, tra Inghilterra, Francia e Austria, si snoda la vicenda che ha come protagonista Clarisse, attorniata da numerosi altri personaggi creati dalla fervida immaginazione dell’autrice. Il ponte di vetro narra la nevrosi della giovane protagonista, che ha subito da bambina una scioccante esperienza durante la seconda Guerra Mondiale, fino alla sua totale liberazione e al ritorno alla normalità dell’esistenza. Clarisse, combattuta tra la sicurezza e la devozione, vive giorno per giorno una sfida con se stessa e con il mondo in un crescendo drammatico che porta alle estreme conseguenze – e proprio per questo alla salvezza – la sua crisi, che ha come sfondo il territorio sconosciuto del Sé. Le continue oscillazioni nella narrazione tra il presente e il passato consentono al lettore di coglierne il suo percorso evolutivo, dall’origine dominata dal trauma psicologico infantile all’approdo finale di una completa consapevolezza. Roma Bognolo è nata a Venezia nel 1930. Il ponte di vetro, ora riproposto per i tipi della Cleup, nel 1985 ha segnato il suo esordio narrativo. Nel 1991 ha pubblicato Tornado a Venezia (Edizioni del Leone), vincitore a Terni del Concorso Internazionale di Lettere e Arti “Premio San Valentino” tradotto poi in lingua francese per le belghe Éditions Memor. Nel 2001 viene pubblicata la sua terza opera Tarnowska: la cattiva Maria, basata su un fatto realmente accaduto a Venezia. Ha pubblicato in un unico volume Internet: confessionale (racconti) e Anonimo nelle nevi (romanzo breve) (Cleup 2004), e Non permettere che distruggano i tuoi sogni (Cleup 2007). Anteprima ISBN: 9788867878406 Collana: Narrativa Autore: Roma Bognolo Edizione 2019 Stato: Disponibile      

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello