0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Varia

Varia
Padova ieri e oggi

Padova ieri e oggi

€ 35,00

“E così è nato questo lavoro che spero piaccia ai concittadini di tutte le età, soprattutto ai giovani che potranno capire com’era la nostra Padova. Errori più o meno vistosi a parte, credo sia molto migliorata, grazie anche al contributo degli amministratori locali che, dopo la Seconda Guerra Mondiale, hanno saputo dare un grande impulso al tessuto urbano, creando nuovi insediamenti e in tanti casi un volto nuovo, bello e contemporaneo.” Dall’Introduzione dell’autore Pier Giorgio Fontana nasce a Padova nel 1939. Dopo il bombardamento del 16 dicembre 1943, che colpisce il quartiere Arcella dove viveva, si trasferisce a Prà di Botte, non lontano da Montagnana. Alla fine della guerra ritorna in città dove, fino al 1957, cresce all’ombra dei suoi amati Servi. Da quasi sessant’anni risiede nel quartiere San Bellino. Coltiva fin da giovane l’hobby della fotografia e, soprattutto, l’interesse e l’inclinazione per la scrittura in dialetto padovano, preferendo il tono ironico a quello più impegnativo, comunque presente nelle sue opere. Nel 2019 è stato insignito della prestigiosa onorificenza di Padovano Eccellente. Indice Presentazione Anteprima ISBN: 9788854957008 Collana: Varia Autore: Pier Giorgio Fontana Prefazione: Andrea Colasio Edizione: 2023 Stato: Disponibile 

Aggiungi al carrello

35,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Soto l’ ombra dea saresàra granda

Soto l’ ombra dea saresàra granda

€ 15,00

Soto l’ ombra dea saresàra granda, All’ ombra del grande ciliegio, racconta, in un ideale dialogo tra generazioni, le storie di vita di bambini cresciuti negli anni Sessanta del secolo scorso in una delle tante fattorie disseminate nella campagna veneziana. La trama, fluida, piacevole e divertente, si snoda tra piccole e grandi vicende del quotidiano, viste con gli occhi di un’ infanzia felice e leggera, e narra di animali, di viaggi in bicicletta, di giochi all’ aria aperta, di lavori nei campi, di incontri con mondi lontani svelati dalla scuola, di filò, di sogni ad occhi aperti, di guerra. Microstorie ripercorse sul filo dei ricordi, che però risentono della macrostoria, e di questa si nutrono e patiscono. Ricordare è far vivere le persone, farle esistere dentro di noi e farle partecipi del nostro presente. È dare valore a quello che ci hanno donato con il loro lavoro, con il loro amore e con il loro altruismo. C’ è una profonda differenza tra rammentare e ricordare, tra riportare alla mente e rievocare nel cuore, proprio come sono diversi il tenere a mente e l’avere a cuore. Qui non ci sono fanciulle in fiore a farci ombra, ma una saresàra granda. Anche qui, però, c’ è la ricerca di un tempo perduto che può diventare e rimanere un tempo ritrovato. Francesco Lazzari da anni divide il suo tempo tra l’ Italia e l’ America Latina dopo aver vissuto in alcuni Paesi europei, latino americani e aver molto viaggiato in Asia, Oceania e Americhe. Già professore ordinario di Sociologia, si occupa tra l’ altro di movimenti e politiche sociali, di mobilità umana, di cooperazione internazionale e di processi socio-educativi. Dirige la rivista internazionale Visioni LatinoAmericane (www.openstarts. units.it/handle/10077/34874). È vincitore del Premio Aurelio Peccei con Dove vanno d’ estate i pettirossi? Racconti (Trieste, 2009). Vico Calabrò, artista di fama internazionale, è uno dei pochi esperti in Italia della tecnica dell’ affresco. È apprezzato per i suoi dipinti, le sue incisioni e per i suoi corsi di pittura rivolti a giovani provenienti da diversi Paesi del mondo. Suoi lavori sono esposti in numerosi musei. Indice Anteprima ISBN: 9788854956971 Collana: Narrativa Autore: Francesco Lazzari Edizione: 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Una vita da immaginare

Una vita da immaginare

€ 16,00

Ci sono luoghi che visitiamo, luoghi che abitiamo e poi ci sono i luoghi del cuore. I luoghi del cuore hanno una forza magnetica, speciale e sono capaci di intonare un canto che tocca le nostre corde più profonde; essi si fanno rifugio, ovvero posto dove tornare, uno spazio e un tempo che riesce a infondere sicurezza e speranza. Per Francesco Blasi questo luogo è la montagna, protagonista delle diciannove avventure che compongono la raccolta di racconti Una vita da immaginare. L’autore, con una scrittura fluida e intrisa di emozioni, ci guida alla scoperta di una natura incontaminata e selvaggia fatta di paesaggi avvolgenti e pareti insidiose, dolci declivi e aspre rocce, di luce abbacinante e antri bui, addentrandosi anche lungo il sentiero che porta all’introspezione, per vincere la scalata più ardua della nostra esistenza: la conoscenza di sé. La montagna altro non è che la rappresentazione della vita e Blasi la osserva con uno sguardo verticale per ripercorrere le tappe più significative fatte di sfide, viaggi verso l’ignoto, momenti felici, imprevisti, traguardi raggiunti e sogni; essa è il simbolo di forza e stabilità per non lasciarsi sopraffare mai dalla mutevolezza degli eventi. Francesco Blasi è manager delle Risorse Umane e Sicurezza e Ambiente in una multinazionale giapponese. Ha ereditato dal padre, professore di Lettere, e dal nonno, insegnante di Scienze, la passione per la scrittura e per la natura che ha coniugato in Una vita da immaginare, sua prima pubblicazione. Indice Premessa ISBN: 9788854956872 Collana: Varia Autore: Francesco Blasi Edizione: 2023 Stato: disponibile dal 27 novembre 2023

Aggiungi al carrello

16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Io sono... ancora qui

Io sono... ancora qui

€ 14,00

Gloria D’Onato è lo pseudonimo di una donna che ha lottato con coraggio per affrancarsi da un uomo violento e prevaricatore, seguendo la dolorosa e impervia via della denuncia. Ogni anno in Italia si verificano circa 154 femminicidi, un numero inaccettabile, che certo non costituisce un fenomeno isolato ma restituisce il quadro di una società di matrice patriarcale in cui il retaggio culturale, portatore della disuguaglianza nelle relazioni tra donne e uomini, è frutto del mancato superamento di stereotipi, soprusi e condizioni di subalternità: psicologica, economica, fisica e sessuale che continuano ad alimentare il circolo vizioso della violenza contro le donne. Ecco che diventa sempre più cogente denunciare, senza indugi, fin dalla prima piccola manifestazione di mancanza di rispetto o principio di maltrattamento sia esso fisico o verbale. Io sono... ancora qui di Gloria D’Onato, propone una riflessione su un tema cruciale che affligge la nostra società, ma si pone l’obiettivo di lanciare un messaggio di speranza a tutte le donne che in questo momento sono bloccate in un legame tossico e non vedono via d’uscita. Perché c’è sempre una strada che porta alla rinascita. Gloria D’Onato è uno pseudonimo. L’autrice del libro è nata in Romania, dove si è laureata e ha vissuto fino alla giovinezza. All’inizio del nuovo millennio ha deciso di abbandonare la sua terra d’origine per tentare la via della rinascita in Italia. Proprio in Italia ha dovuto affrontare un altro periodo buio dal quale è riuscita ad affrancarsi per rifarsi una nuova vita. Io sono… ancora qui è il suo libro d’esordio. Anteprima ISBN: 9788854956902 Collana: Varia Autore: Gloria D'Onato Edizione: 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Caleidoscopio

Caleidoscopio

€ 14,00

Come in altri suoi testi di memorialistica, l’autore riannoda con il filo dei ricordi episodi e personaggi (noti e meno noti) con cui ha avuto a che fare o che ha potuto ammirare nel corso di decenni. Ci narra la disarmante serata al pub in una Berlino Est prima della caduta del muro; l’esaltante antica visione dell’incontro di calcio fra il suo Padova e la Juventus del grande Giampiero Boniperti. Leggiamo dell’incontro con Paola Manacorda (prima donna dirigente della Olivetti) quando il computer si chiamava calcolatore; non mancano le prime considerazioni da parte di Umberto Galimberti sull’avvento del telelavoro negli anni Ottanta. Potremo immaginare, infine, di gustare un’ottima pera cotta venduta da uno di quegli omoni che scendevano dal Trentino reggendo sul petto un pesante contenitore in rame gridando: «Petorai coti caldi boniiii!» Renato Rizzo (Padova, 1946) dopo la laurea in Scienze politiche ha percorso varie strade professionali, centrate sui temi della ricerca e dell’innovazione tecnologica, inizialmente nella Pubblica amministrazione, poi come responsabile nazionale della CGIL, infine come consulente per la Commissione UE e per vari organismi pubblici e privati italiani. Coordinatore di progetti europei sul telelavoro, ha svolto docenze brevi in università italiane e straniere. Pubblicista, ha collaborato con quotidiani e riviste specializzate. Ha pubblicato: Bloc notes di un sindacalista (GEDI, 2010); Il cielo sopra Padova (a cura di CLEUP, 2015); Lasciate che i pargoli. Storie di presunta educazione cattolica nell’Italietta democristiana (Giraldi, 2017); Il protocollo non lo consente. Da Lampedusa la voce dei primi soccorritori del naufragio del 3 ottobre 2013 (edito in proprio, 2018); Scarpe d’occasione e altri racconti (CLEUP, 2021). Indice Premessa ISBN: 9788854956285 Collana: Varia Autore: Renato Rizzo Edizione: 2023 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello

"Mi sento portata per le Pubbliche Relazioni"

€ 15,00

«Già allora, se qualcuno mi avesse chiesto: “Che lavoro fai?”, sarei stata a disagio nel rispondere: “La PR”. Erano in quegli anni parole maltrattate, pronunciate con una certa aria di sufficienza e riferite a una professione svolta per gioco, quasi un passatempo – soprattutto femminile –, fatto di tè con le signore nel pomeriggio, begli abiti e bon ton, qualche cenetta tra amici e un’agenda di indirizzi giusti per mandare inviti. Tutti la pensavano così: mi basta richiamare alla memoria le tante giovani e meno giovani che, in cerca di impiego in questo campo, giunte in ufficio mi dicevano di aver capito di essere portate alle PR per la facilità con la quale organizzavano cene e prenotavano il ristorante». M.R. Maddalena Rampin, padovana, PR e consulente di comunicazione, ha organizzato molti eventi di forte impatto a livello locale e nazionale. In ogni suo progetto, da Bulgari a Vodafone, da Chanel al «Corriere del Veneto», dalla Città della Speranza a Un cuore un mondo, dal Festival del Cinema di Venezia al Comitato Triveneto dei Consigli Notarili, per ricordare solo alcuni di quelli che si sono affidati alla sua capacità di tessere relazioni, sino alle realtà cittadine più piccole e al desiderio del singolo, ha sempre messo tutta se stessa.   Indice Incipit - Una vita nuova «Corriere del Veneto», 1-10-2023 ISBN: 9788854956759 Collana: Varia Autore: Maddalena Rampin Edizione: 2023 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La Cina negli anni Ottanta

La Cina negli anni Ottanta

€ 17,00

Dall’archivio fotografico personale alle pagine di un libro. La Cina degli anni Ottanta raccontata attraverso una sequenza di immagini riunite in capitoli tematici: i Personaggi, gli Svaghi, i Mercati, le Abitazioni e i Mezzi di trasporto. Accanto ad ogni scatto brevi testi aiutano il lettore a ricomporre idealmente le usanze, i costumi, le abitudini, le tradizioni di un popolo e a proiettarsi con suggestione in un paese e in un’epoca lontani. Un racconto visivo, principalmente, dove il bianco e nero della fotografia, con i contrasti chiaroscurali, restituisce con vigore le atmosfere di una quotidianità, di luoghi e di persone, che pochi viaggiatori hanno avuto modo di conoscere approfonditamente e assorbire così come nei suoi lunghi soggiorni, alla fine degli anni Ottanta, ha potuto sperimentare Luisa Chelotti. Luisa Chelotti, laureata in Scienze Geologiche, ha insegnato matematica sino al 1983, anno in cui ha lasciato la scuola iniziando a viaggiare in tutto il mondo. Nel 1986 ha condotto il suo primo gruppo in Cina e nel 1988 è stata invitata a insegnare per un anno a Xi’an in una Scuola per il Turismo. Dopo di allora il suo interesse per la cultura cinese e per la magnificenza del territorio che, grande appassionata di fotografia ha potuto ritrarre in migliaia di scatti, l’hanno spinta a una continua ricerca di luoghi spesso non ancora turistici, mantenendo così uno stretto legame con la Cina. A Xi’an ha pubblicato in italiano, con l’aiuto dei suoi studenti, una piccola guida, Xi’an e lo Shaanxi, molto apprezzata anche da chi accoglieva i gruppi in arrivo dall’Italia. Nel 2012 ha pubblicato Cina. Peregrinazioni sublimi nel Paese dei mille Imperi (Cleup) con 12 itinerari ricchi di informazioni, sia storiche che culturali e con sue fotografie di viaggio. Ha pubblicato numerosi articoli dedicati alla Cina nella rivista “L’Universo” dell’I.G.M. di Firenze. Nel 2014, con il suo diario intitolato La mia Cina, è entrata nella Lista d’onore del Premio Pieve Saverio Tutino ed è stata successivamente inserita nel sito della Farnesina “Italiani all’estero - I Diari Raccontano”. Nel 2021 ha pubblicato All’ombra della Tian An Men. La vita quotidiana di una insegnante italiana in Cina alla fine degli anni Ottanta (Cleup). ISBN:9788854956575 Collana: Varia Autore: Luisa Chelotti Edizione: 2023 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Piazzola sul Brenta

Piazzola sul Brenta

€ 14,00

"Questa guida nasce dal desiderio di accompagnare i visitatori, i residenti, gli studiosi e gli amministratori pubblici a “camminare” nella storia di questo territorio facendosi portatori del carico di eventi che nel tempo si sono succeduti. È un libro rivolto a quanti intendono entrare nelle vicissitudini e nelle trasformazioni che si sono stratificate nel tempo e che qui sono raccontate con curiosità, rispetto, semplicità, veridicità e storicità. L’auspicio è che l’interpretazione della realtà di Piazzola sul Brenta proposta in questa guida venga condivisa dal lettore: l’obiettivo è stato quello di incrociare le letture di più generazioni impegnate nel tempo ad offrire una rappresentazione attuale e completa di questo territorio. L’odierna conformazione amministrativa del Comune di Piazzola sul Brenta vede la presenza di cinque frazioni (Carturo, Isola Mantegna, Presina, Tremignon, Vaccarino) e due località (Santa Colomba e Boschiera), ma sono molti i passaggi che nel tempo hanno portato a questo assetto." Dalla Presentazione di Dino Cavinato Direttore Fondazione G. E. Ghirardi Onlus "Se questa guida fosse stata scritta nel Medioevo ci sarebbe ben poco da raccontare: passeggiare in que­sto territorio significava attraversare un’area pianeggiante scarsamente popolata, con zone boschive, una chiesa e un castello costruiti lungo le sponde del fiume Brenta, a Carturo. Da ciò che è finora conosciuto, il nome di Piazzola compare come “Plazola”, per la prima volta, in un documento trovato dallo studioso Francesco Cal­legari. Le sue ricerche, pubblicate nel 2005, raccontano di uno scritto del 1333 custodito nell’archivio della cu­ria vescovile di Vicenza. In esso si può leggere un atto del 21 agosto 1191 in cui si parla della “ecclesie Beate Marie de Plazola”, cioè della “chiesa di San­ta Maria di Piazzola”. Questa piccola chiesa di campagna, sorta probabil­mente come oratorio privato, diventa nel tempo luogo di ritrovo e preghiera per la popolazione locale. Facendo un passo indietro, grazie a questa ricerca scrupolosa, si intuisco­no le possibili motivazioni che porta­no alla nascita di Piazzola sul Brenta. Il percorso tra le pagine della nostra guida arriverà a descrivere l’aspetto attuale della città, passando attraver­so i due periodi di maggior splendore e caratterizzazione della sua storia. Grazie alla costruzione della Villa e ai suoi successivi ampliamenti, ma soprattutto per merito della sensibi­lità artistica e imprenditoriale dei si­gnori che l’hanno governata, Piazzola sul Brenta arriva ad essere un luogo di cultura e spettacoli stupefacenti noto in Europa nel ‘600 e un esempio di sviluppo urbanistico e industriale a inizio del ‘900." Dall'Introduzione storica Indice Anteprima ISBN:9788861298941 Collana: Varia Autori: Federico Rampin, Martina Toniolo, Associazione Ekta Aps Su iniziativa di Fondazione G.E. GHIRARDI ONLUS  con eKta Aps  Illustrazioni: Damiano Bellino Fotografie: Robbie Tavoni Cartografia: Rinika Ballabani  Edizione: 2023  Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello