0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Poesia

Illuminillime

Illuminillime

€ 12,00

Illuminillime, minimale e massimale insieme, registra i gradienti della circolarità della luce del mondo. Similmente il sentimento, luce dell'esistere, attraversa le diverse gamme dell'amore e del disamore.Il vivere fatalmente incontra l'errore; pure questo, se accolto come occasione preziosa di crescita, può farsi illuminazione, in grado di aprire la strada alle insondabili proposte della perfezione.Autore: LUCIA GADDO ZANOVELLO è nata a Padova l'11 aprile 1951, fino al 2010 ha insegnato lettere nella scuola media. Appassionata di storia, di letteratura, di filosofia morale e di spiritualità, ama profondamente la natura e gli animali. Ha pubblicato le raccolte di poesia: Porto Antico, Padova, Edigam, 1978; Bramiti, Firenze, La Ginestra, 1980; Da serpe amica, Padova Press Editrice, 1987; Semiminime, Padova Press Editrice, 1988; Per erbe più chiare, Sora (Fr), Edizioni Dei Dioscuri, 1988; nel 1998, per le Edizioni Cleup (Cooperativa Libraria Editrice Università di Padova), la raccolta retrospettiva relativa agli anni '88-'98, in cinque volumi: Nóstoi (che include Fiordocuore), Fatalgía, In lúmine, La trilogia del volo, La partitura; Il sonno delle viole, Padova, Cleup, 1999; Un parlare d'acqua, Padova, Cleup, 2000; Solargento, Padova, Cleup, 2000; Memodía, Venezia, Marsilio, 2003; Silentissime, Limena (Pd), Imprimenda, 2006; Ad lucem per undas, Novi Ligure (Al), Joker, 2007; Amare serve, Padova, Cleup, 2010. Nel gennaio del 2009 è uscito per le edizioni Cleup, il libro-intervista Amata Poesia: Antonio Capuzzo intervista Lucia Gaddo Zanovello.ISBN:9788861296695Collana: PoesiaAutore: Gaddo Zanovello Lucia Edizione 2011Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il realismo della luce

Il realismo della luce

€ 22,00

Trenta fotografi del Fotoclub Padova hanno donato a Giovanni Sato una loro fotografia, che il poeta-fotografo ha tradotto in poesia.L'incipit che ha dato inizio al Realismo della Luce non è stata la ricerca di un tema preciso, ma un ispirarsi alla fotografia più varia per dare parola all'immagine.Quindi poesia ispirata dalle fotografie: dal ritratto di strada al paesaggio, dal mare in tempesta alla torre del castello attraversata da luci variopinte, dalla corsa sulla spiaggia con effetti di mosso, ai bambini che guardano il volo dei gabbiani. Lo sguardo dell'obiettivo vuol essere un frammento del mondo tradotto in poesia, che a sua volta per Giovanni Sato si trasforma in frammento di emozione.Le immagini diventano un arcobaleno di versi: la foto della ragazza attraverso la vetrina di un negozio, la prima ad ispirare la raccolta, diventa l'inizio di un percorso nel mondo della metrica e del ritmo, della metafora e dell'emozione.La poesia attraverso la metafora trasforma l'oggetto mentre la fotografia, che ferma l'istante, viene trasformata nella voce dell'anima che quell'immagine ispira. E le poesie escono dal nascondiglio segreto, dove le parole prendono forma e diventano immagini esse stesse, sorelle della fotografia, fermo-immagini del cuore.Tutto questo è avvenuto nel corso di un anno e ogni foto ha acquisito la propria parola-immagine, il senso, la forza che da essa era lì pronta a sprigionarsi e a essere trasformata in poesia.Nel Realismo della luce, l'Autore sa 'adeguarsi' all'immagine per rilevarne il peculiare messaggio, e non si limita perciò a una semplice illustrazione, ma riesce perfino a calarsi in altre identità, mantenendo la separazione che distingue il proprio essere ‘qui e ora' secondo quella cifra stilistica che è sinonimo di unicità.L'incontro tra la fotografia e la poesia determina una dichiarata tentazione: leggere prima la fotografia o leggere prima la poesia? Partire dal motivo ispiratore o dal risultato ispirato?Ci si può muovere in un senso o nell'altro, viaggiare in una direzione o nell'altra passando attraverso sensibilità diverse.Autore: GIOVANNI SATO è nato nel 1958 a Padova, ove risiede. È medico specialista in oftalmologia presso il Centro Oculistico San Paolo ed è responsabile del Centro Regionale Veneto per la Riabilitazione visiva dell'ipovisione.Si dedica attivamente alla poesia e ha pubblicato finora due raccolte: Intonazioni (edizioni Panda, 1995) e Vibrazioni di Luce (edizioni Panda, 2010).Giovanni Sato fa parte del Gruppo Letterario Formica Nera di Padova con il quale ha partecipato alle Antologie dei Poeti Padovani dal 1995 al 2007 e ai Quaderni Padovani di Poesia e Tecnica, dal 2008. Ha partecipato inoltre a numerosi premi letterari con riconoscimenti di vario livello. Le altre grandi passioni di Giovanni Sato sono la musica e la fotografia. Suona la chitarra classica, il pianoforte e l'organo. Fa parte del Fotoclub Padova con il quale ha partecipato a mostre collettive e ha ottenuto riconoscimenti in concorsi fotografici. Il FOTOCLUB PADOVA, fondato nel 1962 per iniziativa di alcuni fotoamatori, è un'associazione impegnata nell'organizzazione e promozione di iniziative dedicate al mondo della fotografia e dei suoi protagonisti. Tra i numerosi eventi realizzati nel corso della lunga attività conviene senz'altro segnalare il concorso 'Premio Città di Padova' (1967-1987), che ebbe la partecipazione di fotografi affermati e di riconosciuta grandezza; l'organizzazione, a Padova, nel 1975, del 25° Congresso Straordinario del Giubileo della FIAP; nel 1976 le mostre fotografiche, in collaborazione con l'Amministrazione di Padova, dedicate ai grandi maestri della fotografia come Robert Capa e Henri Cartier Bresson e a fotografi polacchi, russi, austriaci, francesi, jugoslavi, belgi, danesi, cinesi e argentini di fama internazionale.A conferma di una vivacità culturale e organizzativa che proseguono anche in anni recenti – e complice una più stretta collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e il Centro Nazionale di Fotografia – nel 2009 il Fotoclub è stato promotore della mostra Fotografi in Città. Otto autori del Fotoclub Padova tenutasi alla galleria al Sottopasso della Stua.ISBN:9788861296367Collana: PoesiaAutore: Sato Giovanni Edizione 2010Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Diacronicità

Diacronicità

€ 12,00

C'è una profonda umanità nella poesia di Luigina Bigon. Sia quando sottolinea la follia umana, la spinta infima che ritorna l'uomo bestia nel fango da dove proviene, sia quando indica il volo alato dell'omonimo uomo bestia che, fattosi angelo, si lancia verso sorvoli ultraterreni, la poesia della Bigon si abbevera di un calore concreto e di una generosità incondizionata. Le immagini colpiscono, il linguaggio è sempre vivace, il timbro suona vero, concreto. La sua visione totalizzante, che ricorda la prospettiva di Fellini, ci riporta ai paesaggi di Walt Whitman. Simile al ragno silenzioso del Whitman che tesse la sua tela in continua espansione, la poetica di Luigina Bigon costruisce il suo tappeto, un tessuto che abbraccia anche 'lui al quarto piano dell'arcobaleno/io sulla spiaggia al quarantaquattresimo ombrellone.' Emanuele di Pasquale L'itinerario poetico di Luigina Bigon procede secondo una linea diacronica (come da titolo) spostandosi continuamente su ulteriori soluzioni, e lungo il percorso interpreta la realtà di cui serba gli aspetti quotidiani, ma la trasforma grazie all'estro creativo di un universo linguistico incessante fra superficie parola e contenuto. La vita, che potrebbe risultare luce effimera, genera però in virtù dell'intuizione verbale un luogo altro, al limite spirituale, poiché ciascuna percezione oggettiva si riflette nell'identità, fluida in apparenza ma più raramente mutevole come memoria; per questo l'opera dell'autrice è sempre oltre, in quel territorio ove il tempo, riferito a particolari eventi, viene trasceso dal dato immaginario di un 'Io' che è insieme singolo e collettivo. Luciano Nanni Diacronicità ha la prefazione e la traduzione in inglese di Adeodato Piazza Nicolai. Con questa raccolta Luigina Bigon è risultata finalista per l''originalità' al Premio Internazionale di Poesia Femminile 'Elsa Buiese'. LUIGINA BIGON è nata a Padova dove L'autrice Luigina Bigon ha svolto attività artistica creativa nell'ambito dell'Alta Moda. Sue creazioni sono esposte nella saletta Egizia del Museo della Calzatura d'Autore di Villa Foscarini-Rossi di Stra (VE). Così viene presentata nella Guida Touring di Turismo Industriale in Italia: '…in questo ambiente trovano giusta collocazione i modelli artistici da collezione, creati da Luigina Bigon per Rossìmoda, presentati in prestigiose mostre internazionali'. Ha pubblicato Barattare Sogni, Clessidra 1989; Lucenèra, Maseratense 1995; Cercando 'O', Panda 2001. Ha ideato la collana '… in versi', pubblicando le antologie: Camminando …in versi, Panda 1996; Gelato …in versi, Media Diffusion, Belluno 1997; Occhiali …in versi, Panda 1998. Ha ideato e curato Vajont. Padova e i suoi artisti, Imprimenda 2003. Nel 1989 ha fondato il Gruppo poeti UCAI di Padova, curandone le antologie. Fa parte del direttivo della Formica Nera. Presente in varie riviste letterarie sia italiane che statunitensi. Il traduttore Adeodato Piazza Nicolai, nato nel 1944 a Vigo di Cadore (BL) ed emigrato negli Stati Uniti vicino a Chicago nel 1959, è docente, poeta, saggista e traduttore. Laureato in Lettere dal Wabash College nel 1969, ha ricevuto il Master of Arts dall'Università di Chicago. Ha pubblicato poesie, traduzioni e saggi in riviste italiane e americane. È autore di cinque libri di poesia in italiano, inglese e ladino. Ha insegnato lingua italiana e letteratura moderna all'università di Purdue Calumet, nello Stato dell'Indiana (USA). Per l'Istituto Ladino de la Dolomites nel 2006 ha pubblicato Storia della letteratura delle Dolomiti bellunesi e nel 2008 La letteratura delle Dolomiti bellunesi. Di prossima pubblicazione i volumi di poesie: Apocalisse e altre stagioni e Quatro ane de poesia e per Lieto Colle il volume di traduzioni Nove poetesse afroamericane. ISBN:9788861294264 Collana: Poesia Autore: Bigon Luigina Edizione 2009 Stato: Disponibile  

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Sabbie purpuree nell'autunno...

Sabbie purpuree nell'autunno...

€ 13,00

L’autore torna ai suoi lettori con una raccolta di poesie. Un ‘con-testo’, in forma di prologo sui generis segue e accompagna la scrittura in versi, senza prevenire la libera adesione del lettore, ma sperimentando, quasi a corredo, una parafrasi evocativa delle soggettive interiori emozioni che hanno acceso l’esigenza del comunicare, diventando materia e ritmo della trasposizione nella forma della ‘poesia’. E l’indice intende proporre, accanto alla lettura consueta, progressiva, dei testi, un avvicinamento organizzato per circostanze tematiche, forse a suggerire, e riconoscere, una coerenza, un’insistenza ‘trascendente’ dell’immaginazione, della suggestione… Anche il titolo porta con sè un’assonanza simbolica: la sabbia è dolce nella mano che l’accarezza, eppure è ciò che rimane di una secolare erosione, smantellamento di forme prima eleganti, imponenti; le foglie morenti, poi, hanno colori affascinanti, intensi nella stagione che muore: bellezza e consunzione s’accompagnano nel mistero di ciò che sussiste attorno a noi, mistero struggente, inquietante talora, anche nella parola che a quella sussistenza dà voce, porta la nostra voce, forse in attesa…   Paolo Pietrobon è nato a Mirano, dove risiede, nel 1945. Laureato in lettere classiche a Padova nel 1971, dal 1972 ha unito all’attività di insegnante quella sindacale, politica e amministrativa. Tra le pubblicazioni: Mi guardo dentro, mi guardo attorno (2004) e, primo vero impegno letterario, La casa dei nonni (Cleup 2009), Latteria popolare. San Polo 414 Rialto (2013). ISBN:9788867876792 Collana: Poesia Autore: Pietrobon Paolo Edizione 2016 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

13,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La Neve-Il Fuoco - Poesie

La Neve-Il Fuoco - Poesie

€ 15,00

Le poesie raccolte in questo volume sono la narrazione poetica per analogie, metafore e similitudini, di fatti reali accaduti negli anni recenti e nei giorni a noi vicini Il linguaggio è quello parlato e usato dalla stampa non specialistica, con accumuli di significati per un effetto più emotivo e poetico. Alle immagini sono state affiancate parole di un gusto estetico scabro e semplice: dall'emozione al pensiero. Questa 'ecologia della parola' può collocare la neve nell'esperienza di un sentimento di pace, quiete, raccoglimento, in cui gli esseri umani si trovano rilassati e buoni e il fuoco nella terribile esperienza della paura, della guerra, della distruzione, dell'omicidio, dell'odio verso il mondo. La neve è anche pericolosa e distruttiva, il fuoco anche utile, ma in questi testi e immagini essi sono il correlativo aggettivo di pace e guerra. Al lettore la libertà di leggere la semplicità affettiva di queste righe come più la sua intenzione consiglia. Autore: GIAMPIERO GIULIUCCI vive a Torreglia (Padova) sui Colli Euganei. Laureato in Filosofia estetica all'Università di Bologna ha pubblicato nel 1984 la raccolta di poesie Lei e le altre, nel 1996 un libro di favole per bambini. È presente nell'Antologia di poeti aponensi del 2002 e 2004. Nel 2008 ha pubblicato negli Stati Uniti con Legas Bella and other poems, una raccolta di poesie dedicate alla propria setter. Collabora con l'Università di Padova nell'ambito degli studi sull'Ecologia umana. Suoi articoli specializzati sono apparsi in riviste letterarie e libri d'arte. Organizza incontri e presentazioni di autori di letteratura contemporanea. ANTONIO (TONI) BARUFFALDI vive a Piove di Sacco (Padova). Si dedica alla fotografia da diversi anni ed è tra i soci fondatori del fotoclub Chiaroscuro. Ha iniziato con la fotografia in bianco e nero, documentando il lavoro dell'uomo, gli ambienti rurali del suo territorio e i grandi eventi: l'Irpinia terremotata, la strage alla stazione di Bologna, l'Umbria dopo il terremoto. Con il colore realizza alcuni audiovisivi, con preferenza per i reportage di viaggio (Hong Kong e Pechino), per la natura, spesso la meno spettacolare (Giochi d'acqua) o più misteriosa (Gli affreschi della Val Noana). Nel 1999, su invito del Comune di Padova, nella mostra Foto di Cronaca, ha presentato sessanta immagini incentrate sull'uomo, colto nei suoi atteggiamenti più espressivi: per strada, sul lavoro, tra le rovine di un paese terremotato, in una vecchia casa rurale, in una sala concerti. Ha esposto in diverse mostre personali e collettive. I fotolibri sinora pubblicati sono Giochi d'acqua, Foto di Cronaca, Stefano Baschierato scultore, Silvano Rampin, Tavolozze di colori e Luci in Sardegna.     ISBN:9788861293410 Collana: Poesia Autore: Giuliucci Giampiero Edizione 2009 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello