0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Poesia

Il guastatore

Il guastatore

€ 12,00

«Pozzoni si pone un problema molto semplice e molto serio: che la poesia contemporanea è rimasta senza un referente e senza un pubblico. E questo è un fenomeno nuovo che la neoavanguardia non si era posta perché il problema a quel tempo non si profilava all'orizzonte con la chiarezza con cui invece si pone oggi […] Vuole fare il guastatore, va con le cesoie per spezzare il filo spinato che il Novecento ha posto a difesa dei fortilizi della Tradizione e del Canone, tutte parole grosse che designano un significato preciso: i rapporti di potere che sotto stanno e sottendono i rapporti di produzione tra le istituzioni stilistiche maggioritarie. Pozzoni, a mio avviso, fa bene a buttare tutto all'aria e a carte quarantotto. Non ha nulla da perdere perché non c'è nulla da perdere». G. Linguaglossa Ivan Pozzoni è nato a Monza nel 1976; si è laureato in diritto con una tesi sul filosofo ferrarese Mario Calderoni. Ha diffuso molti articoli dedicati a filosofi italiani dell’Ottocento e del Novecento, e diversi contributi su etica e teoria del diritto del mondo antico; collabora con numerose riviste italiane e internazionali. Tra 2007 e 2012 sono uscite varie sue raccolte di versi: Underground e Riserva Indiana, con A&B Editrice, Versi Introversi, Androgini, Mostri, Galata morente e Carmina non dant damen con Limina mentis, Lame da rasoi, con Joker; tra 2009 e 2012 ha curato le antologie poetiche Retroguardie (Limina mentis), Demokratika, (Limina mentis), Tutti tranne te! (Limina mentis), Frammenti ossei (Limina mentis) e Labyrinthi [I] e [II] (Limina mentis); nel 2010 ha curato la raccolta interattiva Triumvirati (Limina mentis). È direttore culturale della Limina mentis Editore; è direttore de L’arrivista (Quaderni democratici). ISBN:9788861299207 Collana: Poesia Autore: Ivan Pozzoni Edizione 2012 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Esercizi di stile

Esercizi di stile

€ 12,00

Checché se ne possa dire, c’è una sola bellezza: ritmo, equilibrio, armonia, proporzione, misura. Non solo. Si deve anche dire che c’è solo la bellezza. Essa è la chiave per la verità metafisica e per quella etica. Qual è la realtà ultima? E chi lo sa? E come ci si deve comportare? E chi lo sa? Soprattutto, che importa saperlo in anticipo, teoreticamente, visto che le situazioni concrete sono infinite e imprevedibili? Importa solo essere in pace con se stessi, e con questa pace affrontare le persone e le circostanze, tentando di realizzare all’esterno l’armonia che si è riusciti a creare all’interno. È un compito quotidiano e difficilissimo: non si sa in anticipo se andrà a buon fine né quanto lungo e tortuoso sarà, di volta in volta, il percorso, ma certa è la stella da seguire. Paolo Liguori, 45 anni, è laureato in Giurisprudenza e lavora all’Università. Coltiva da sempre la storia, la letteratura, la filosofia. Da alcuni anni, a livello amatoriale, anche il teatro. Questa è la sua prima pubblicazione. Esercizi di stile è l'opera vincitrice, per la sezione opera prima di poesia edita, della XXXIa edizione (2015) del Premio Internazionale “Letteratura” poesia, narrativa, saggistica" indetto dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli e la rivista internazionale di poesia e letteratura “Nuove Lettere” . RECENSIONI Giorgio Ronconi Dario Gazzillo ISBN:9788861298668 Collana: Poesia Autore: Paolo Liguori Edizione 2012 Stato: non disponibile

Non disponibile
Rodografie

Rodografie

€ 10,00

Ogni scrittura floreale, e sommamente quella delle rose, eleva lo sguardo ai vertici di perfezione del mondo.L'anima s'inebria dell'ineffabile profumo di questo fiore affascinante; la forma delle sue variegate corolle, iridate dalle sfumature di colore sempre nuove, incessantemente suscitate dai suoi appassionati cultori, richiama per intero l'ideale di bellezza.AutoreLUCIA GADDO ZANOVELLO è nata a Padova l'11 aprile 1951 ed è stata docente di lettere fino al 2010. Appassionata di storia, di letteratura, di filosofia morale e di spiritualità, ama profondamente la natura e gli animali.Ha pubblicato le raccolte di poesia: Porto Antico, Padova, Edigam, 1978; Bramiti, Firenze, La Ginestra, 1980; Da serpe amica, Padova Press Edizioni, 1987; Semiminime, Padova Press Edizioni, 1988; Per erbe piú chiare, Sora (Fr), Edizioni Dei Dioscuri, 1988; nel 1998, per le Edizioni Cleup, la raccolta retrospettiva relativa agli anni '88 -'98, in cinque volumi: Nóstoi (che include Fiordocuore), Fatalgía, In lúmine, La trilogia del volo, La partitura; Il sonno delle viole, Padova, Cleup, 1999; Un parlare d'acqua, Padova, Cleup, 2000; Solargento, Padova, Cleup, 2000; Memodía, Venezia, Marsilio, 2003; Silentissime, Limena (Pd), Imprimenda, 2006; Ad lucem per undas, Novi Ligure (Al), Joker, 2007; Amare serve, Padova, Cleup, 2010; Illuminillime, Padova, Cleup 2011. Nel gennaio del 2009 è uscito per le edizioni Cleup, il libro-intervista Amata Poesia: Antonio Capuzzo intervista Lucia Gaddo Zanovello.ISBN:9788861298552Collana: PoesiaAutore: Gaddo Zanovello Lucia Edizione 2012Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

10,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Percezioni

Percezioni

€ 22,00

In Percezioni la poesia diventa immagine. Di per sé la poesia può evocare immagini, ma in questo caso i versi hanno ispirato immagini fotografiche. Potremo parlare di foto-poesie perché il poeta ha proposto le poesie ai fotografi e questi da esse hanno tratto ispirazione producendo un'immagine che rispecchiasse il loro sentire profondo, nella ricerca di un'inquadratura che fosse essa stessa poesia. Le poesie sono accomunate da un tema comune, la percezione. Ecco allora Luce, La zona d'ombra, Limite, Al buio, Nel mezzo delle cose, Alberità, Raggio, Ipovisione, Il tocco dell'alba, Le orme dell'anima, Contrasto, Metamorfosi.La percezione riguarda tutti gli aspetti della nostra vita ed è il risultato di uno stimolo che arrivando ai nostri organi di senso subisce una complessa elaborazione da parte dei neuroni finché diventa percepto cioè viene rappresentato a livello corticale e viene quindi percepito. È un fenomeno neuro-psico-biologico dove si intrecciano stimolo percettivo, esperienza, ambiente e mondo reale esterno: 'È l'insieme / delle connessioni / con l'ambiente, con gli oggetti / attraverso l'aria, / in mezzo il senso, / la percezione cognitiva' (Percepire). Ma oltreché nella realtà e a seguito di stimoli fisici, seppure inconsapevolmente, percepiamo anche nei sogni: 'Qual è colui che sognando vede, / che dopo il sogno la passione impressa / rimane e l'altro alla mente non riede; / cotal son io, ché quasi tutta cessa / mia visione, ed ancor mi distilla / nel core il dolce che nacque da essa.' (Dante, Paradiso XXXIII, 58-63). Percezioni si possono avere anche nei 'sogni ad occhi aperti', dove l'immaginazione e la fantasia ci portano in un mondo parallelo, ideale e spesso irraggiungibile.Autori: Giovanni Sato è nato a Padova nel 1958, ove risiede. È medico specialista in oftalmologia presso il Centro Oculistico San Paolo di Padova e responsabile del Centro Regionale Specializzato nella Riabilitazione Visiva dell'Ipovisione in età adulta.Si dedica attivamente alla poesia ed ha al suo attivo tre pubblicazioni: Intonazioni (Panda 1995) Vibrazioni di Luce (Panda 2010) e, in collaborazione con il Fotoclub Padova, Il Realismo della luce (Cleup 2011). Fa parte del Gruppo Letterario Formica Nera di Padova con il quale, dal 1995, ha aderito alle Antologie dei Poeti Padovani e recentemente ai Quaderni di Poesia; ha partecipato a numerosi Premi Letterari con riconoscimenti di vario livello. La musicista Renata Zatti Cicuttini (1932-2003) ha composto brani musicali ispirati alle sue poesie (Sei Intonazioni per flauto, arpa e voce recitata, Il tuo sguardo per flauto e voce, Dove la Luce per violino e arpa) e la musicista Francesca Virgili ha composto Dire Segreto per flauto recitante. Altre sue grandi passioni sono la musica e la fotografia. È membro del Fotoclub Padova con il quale ha partecipato a mostre fotografiche.Il Fotoclub Padova, fondato nel 1962 per iniziativa di alcuni fotoamatori, è un'associazione impegnata nell'organizzazione e promozione di iniziative dedicate al mondo della fotografia e dei suoi protagonisti. Tra i numerosi eventi realizzati nel corso della lunga attività conviene senz'altro segnalare il concorso 'Premio Citta di Padova' (1967-1987), che ebbe la partecipazione di fotografi affermati e di riconosciuta grandezza; le mostre fotografiche del 1976 in collaborazione con l'amministrazione di Padova, dedicate ai grandi maestri della fotografia come Robert Capa e Henri Cartier Bresson e a fotografi polacchi, russi, austriaci, francesi, jugoslavi, belgi, danesi, cinesi e argentini di fama internazionale. Grazie a una più stretta collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e il Centro Nazionale di Fotografia, il Fotoclub è stato promotore nel 2009 della mostra 'Fotografi in Città. Otto autori del Fotoclub Padova' tenutasi alla galleria Sottopasso della Stua; del 2011 è la partecipazione alla settima edizione di 'Padova Aprile Fotografia' promossa dal Centro Nazionale di Fotografia. ISBN:9788861297951Collana: PoesiaAutore: Sato Giovanni Edizione 2011Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello