0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Collane scientifiche

Osservationi della lingua castigliana

Osservationi della lingua castigliana

€ 35,00

Las Osservationi della lingua castigliana de Giovanni Miranda, publicadas en Venecia en 1566 por Gabriele Giolito, constituyen un hito en la historia de la gramática española para extranjeros. Heredero ecléctico de la tradición gramatical anterior, Miranda consigue renovar la gramática para extranjeros con un texto en el que descuellan la abundancia de ejemplos y la decidida orientación didáctica, patente en la presentación de los paradigmas y en el detalle de las explicaciones contrastivas. Esta edición crítica se basa en la príncipe de 1566, dando cuenta en el aparato crítico de las variantes aportadas en la segunda edición de 1583 y en la tercera de 1622. El estudio introductorio y las notas contextualizan detalladamente la obra en relación con su canon gramatical y con las fuentes gramaticales y literarias no declaradas por su autor.   Carmen Castillo Peña es profesora titular de Lengua Española en la Universidad de Padua. Junto a Félix San Vicente, dirige el proyecto Epigrama (Español para Italianos Gramáticas Antiguas), dedicado a las ediciones digitales (www.epigrama.eu) e impresas de textos gramaticales fundamentales para la reconstrucción de la tradición gramatical del español en Italia. Se ha ocupado de lexicografía teórica, de historia de la lexicografía y de historia de la gramática.   Indice Estratto dall'Introduzione ISBN: 9788867879090 Collana: EPIGRAMA, 2 Curatore: Carmen Castillo Peña Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

35,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Scolari greci all'Università di Padova

Scolari greci all'Università di Padova

€ 26,00

Nel labirinto di date ed eventi che scandirono il graduale processo della penetrazione occidentale nell’area tradizionalmente greca, l’orma che lo Studio di Padova impresse sul mondo greco moderno appare non lieve. La formazione universitaria svolse un ruolo importante non solo nello spirito e nelle vicende umane dei protagonisti, ma anche nelle sollecitazioni di varia natura che troviamo poi concretamente riflesse sulla società di appartenenza, quando di ritorno nella loro terra d’origine, diploma di laurea alla mano, i giovani scolari greci si adoperarono in vario modo per il rinnovamento politico e culturale della propria patria. Diventando interpreti di nuove esigenze e punti di fusione tra culture e mondi diversi, essi animarono uno dei più vivaci e fecondi capitoli della storia del Mediterraneo, costituendo nel loro insieme, spesso anche consapevolmente, la sintesi di quelle contrastanti correnti di pensiero dalle quali nacque e si sviluppò l’idea dell’Europa moderna. Francesco Scalora ha conseguito il doppio titolo di dottore di ricerca in Filologia e cultura greco-latina e storia del Mediterraneo antico all’Università degli Studi di Palermo e in Filologia neogreca all’Università di Creta. Ricercatore post-doc presso il Dipartimento di Storia ed Archeologia dell’Università Nazionale “I. Kapodistrias” di Atene, ha poi lavorato alla National Hellenic Research Foundation con sede nella stessa città. Si occupa in particolare dei rapporti tra Italia e Grecia in età moderna, studi già in parte confluiti nel volume Sicilia e Grecia. La presenza della Grecia moderna nella cultura siciliana del XIX secolo (ISSBI, Palermo 2018). Attualmente svolge le sue ricerche nel Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova.   Indice Premessa ISBN: 9788854952980 Collana: ITHACA - Scienze dell´Interpretazione, 16 Autore: Francesco Scalora Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

26,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Leggere

Leggere "Essere e tempo" di Heidegger

€ 20,00

Il libro è uno «strumento di lavoro» per leggere Essere e tempo di Heidegger, l’opera maggiore della filosofia del Novecento, con profitto e in profondità. Non si tratta di un’introduzione alla lettura dell’opera: oggetto non sono gli apparati filologici e storico-storiografici che la ricerca erudita mette oggi a disposizione con grande abbondanza. A tema è l’ascolto filosofico della littera del testo heideggeriano. Il libro si sforza di ascoltare Heidegger pensando quello che Heidegger pensa, nella persuasione che questa sia l’unica condizione indispensabile per comprendere filosoficamente l’opera. Un «commentario», dunque, nel vero senso classico del termine. Essere e tempo emerge come un’opera radicalissima e innovativa sotto ogni profilo, sradicante tanto la prospettiva dell’essere come necessità quanto quella dell’essere come realtà, mercé l’inedita prospettiva dell’essere come possibilità, prospettiva leggibile come un capitolo fondamentale del «socratismo perenne» della filosofia. Carlo Scilironi è docente di Ermeneutica filosofica e di Filosofia teoretica e pensiero teologico all’Università di Padova. Autore di una quindicina di volumi, ha pubblicato recentemente per i tipi della Cleup: Note intorno al problema della morte (2018) e Della filosofia o del non sapere (2019). Indice   ISBN: 9788854953123 Collana: La filosofia e il suo passato, 74 Autore: Carlo Scilironi Edizione 2020 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il sonetto continuo

Il sonetto continuo

€ 20,00

Il sonetto nella sua lunga storia si è adattato a qualsiasi argomento, contesto e forma. Non solo simplex come l’ha definito Antonio da Tempo, ma anche rinterzato, caudato, doppio, anacreontico; non solo endecasillabi ma (anche) settenari e persino quinari. In ogni caso sempre eclettico, polimorfo, sempre riconoscibile ma sempre diverso. Questo libro racconta la storia inedita di una forma speciale, il sonetto continuo, così chiamato perché le rime dei primi versi continuano sino alla fine, ignorando pour cause la regola della variazione tra quartine e terzine, tra fronte e sirma. Da qui altre stranezze, eccezioni, virtuosismi che ne caratterizzano la lingua e lo stile, e ne decidono spesso gli argomenti, i nuclei tematici e l’organizzazione del discorso. Attraverso la lettura ravvicinata di singoli testi esemplari, alternata all’interpretazione complessiva dei dati, il libro individua varianti e invarianti, distingue filiere, evidenzia denominatori comuni, riflette criticamente su un corpus di oltre 150 sonetti raccolti in otto secoli di storia poetica nazionale, dalle prime realizzazioni duecentesche fino alla stretta contemporaneità.   Sara Moccia (Napoli, 1994) si è formata alla Sapienza di Roma e all’Università di Padova, dove attualmente svolge un dottorato di ricerca in Scienze Linguistiche, Filologiche e Letterarie. Indice Introduzione ISBN: 9788854952430 Collana: Romanistica Patavina 17 Autore: Sara Moccia Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Teorias da natureza

Teorias da natureza

€ 17,00

Os textos que compõem esse volume são o resultado de um esforço etnográfico de mapear a variabilidade da “natureza” nas experiências vividas e pensadas a partir da Bahia, Brasil. A perspectiva etnográfica permite que surjam variedades de vidas e pensamentos perpassados por esse conceito polissêmico, ofertando ao leitor a possibilidade de adentrar-se nesse panorama poliédrico. Frente as correntes crises ecológicas e a insurgência de perspectivas ontológicas, epistemológicas e éticas alternativas à visão hegemônica corrente, trata-se de um trabalho inovador por seu caráter interdisciplinar e pelas abordagens inovadoras e intrigantes propostas ao longo do capítulos. Produzido em paralelo a outro volume “Theories of Nature: Ethnographies from Latvia”, é uma obra que certamente tem de grande interesse para especialistas e para um publico mais geral interessado a compreender as diferentes formas de viver e pensar o “humano” e a “natureza”. Paride Bollettin é Professor Visitante do Programa de Pós-graduação em Antropologia da Universidade Federal da Bahia e Honorary Research Fellow do Department of Anthropology da Durham University. As principais áreas de interesse são Etnologia Indígena e Antropologia da Ciência. Autor de numerosos artigos, livros e coletâneas, já publicou com Cleup os volumes “Identità e Trasformazione”, “Lévi-Strauss visto dal Brasile” e a trilogia “Etnografia Amazzoniche”. Charbel N. El-Hani é Professor Titular do Instituto de Biologia/UFBA e se encontra atualmente como pesquisador visitante do Centro de Estudos Sociais da Universidade de Coimbra, Portugal. Ele coordena o Laboratório de Ensino, Filosofia e História da Biologia na UFBA. Ele atua na pesquisa em educação científica, filosofia da biologia, ecologia, conservação e etnobiologia. Coordenador do Instituto Nacional de Ciência e Tecnologia em Estudos Interdisciplinares e Transdisciplinares em Ecologia e Evolução (INCT IN-TREE). Il libro è gratuitamente scaricabile ISBN:9788854953079 Collana: Encounters 1 Curatori: Paride Bollettin, Charbel N. El-Hani Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Le libere improvvisazioni

Le libere improvvisazioni

€ 26,00

Alla stessa stregua della musica, lo studio della psicopatologia clinica assume il carattere della disciplina. Si affrontano contenuti razionali ed emotivi intrecciati in dimensioni articolate e in stretta relazione con l’operatività quotidiana: la musica nell’espressione di armonici elementi affettivo-emotivi, la psicopatologia clinica nell’incontro relazionale rivolto alla cura. Attività complesse, integranti aree mentali diverse, dalla sfera cognitivo-razionale a quella affettivo-emotiva. Facile la sensazione di smarrimento, da cui la tentazione di regole rassicuranti e inderogabili. “D’altro canto” per mantenere la giusta rotta appare fondamentale la presenza di punti di riferimento stabili e sicuri, specie a chi intenda affrontare navigazioni in acque poco conosciute e voglia garantirsi anche il viaggio di ritorno. Una regola in funzione di un viaggio dinamico quindi, e non “vincolante sintesi stanziale”, del rigore “evidence based” o di talune “fedelissime esecuzioni musicali”, per un caleidoscopico incontro artistico, o terapeutico, dove la opportunità della capacità improvvisativa favorisca l’espressione e la rielaborazione anche dai territori più inaccessibili. Il tutto in un atteggiamento scientifico di sperimentazione, verifica e misurabilità. Mario Degli Stefani, psichiatra psicoterapeuta, suonatore. Direttore scientifico del Centro Studi Musicoterapia di Thiene, da anni rivolge il suo interesse ad aspetti socio-antropologici della dimensione musicale e alle sue opportunità di cura nella salute mentale. Ha curato i volumi della collana “PerSona - Opportunità musicali per la salute e il benessere” editi da Cleup. Lavora a Padova presso il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ulss 6 Euganea. Manuela Guadagnini, psicologa specializzata in musicoterapia, musicista. Dal 2007 opera a Padova come consulente di musicoterapia presso il Dipartimento di Salute Mentale Azienda Ulss 6 Euganea. Coordinatore Didattico Centro Studi Musicoterapia Alto Vicentino di Thiene, autrice di articoli e curatrice della collana “PerSona - Opportunità musicali per la salute e il benessere”. Alberto Schön, medico, neurologo, psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana. Già docente di Psicoterapia alla Scuola di Specializzazione in Psichiatria a Padova, Facoltà di Medicina. Si è occupato, tra l’altro, di senso dei suoni e di umorismo. Autore di numerose pubblicazioni tra cui un libro di storie cliniche brevi e leggibili dal titolo “Vuol dire. Dal diario di un analista”, Ed. Bollati Boringhieri 1997. www.progettopersonapadova.altervista.org www.facebook.com/progettoPerSonaPadova Fondazione G.E. Ghirardi Onlus www.fondazioneghirardi.org Indice Testi introduttivi ISBN:9788854952942 Collana: PerSona Curatori: Mario Degli Stefani, Manuela Guadagnini, Alberto Schön Edizione: 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

26,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello