0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Collane scientifiche

Il sonetto continuo

Il sonetto continuo

€ 20,00

Il sonetto nella sua lunga storia si è adattato a qualsiasi argomento, contesto e forma. Non solo simplex come l’ha definito Antonio da Tempo, ma anche rinterzato, caudato, doppio, anacreontico; non solo endecasillabi ma (anche) settenari e persino quinari. In ogni caso sempre eclettico, polimorfo, sempre riconoscibile ma sempre diverso. Questo libro racconta la storia inedita di una forma speciale, il sonetto continuo, così chiamato perché le rime dei primi versi continuano sino alla fine, ignorando pour cause la regola della variazione tra quartine e terzine, tra fronte e sirma. Da qui altre stranezze, eccezioni, virtuosismi che ne caratterizzano la lingua e lo stile, e ne decidono spesso gli argomenti, i nuclei tematici e l’organizzazione del discorso. Attraverso la lettura ravvicinata di singoli testi esemplari, alternata all’interpretazione complessiva dei dati, il libro individua varianti e invarianti, distingue filiere, evidenzia denominatori comuni, riflette criticamente su un corpus di oltre 150 sonetti raccolti in otto secoli di storia poetica nazionale, dalle prime realizzazioni duecentesche fino alla stretta contemporaneità.   Sara Moccia (Napoli, 1994) si è formata alla Sapienza di Roma e all’Università di Padova, dove attualmente svolge un dottorato di ricerca in Scienze Linguistiche, Filologiche e Letterarie. Indice Introduzione ISBN: 9788854952430 Collana: Romanistica Patavina 17 Autore: Sara Moccia Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Teorias da natureza

Teorias da natureza

€ 17,00

Os textos que compõem esse volume são o resultado de um esforço etnográfico de mapear a variabilidade da “natureza” nas experiências vividas e pensadas a partir da Bahia, Brasil. A perspectiva etnográfica permite que surjam variedades de vidas e pensamentos perpassados por esse conceito polissêmico, ofertando ao leitor a possibilidade de adentrar-se nesse panorama poliédrico. Frente as correntes crises ecológicas e a insurgência de perspectivas ontológicas, epistemológicas e éticas alternativas à visão hegemônica corrente, trata-se de um trabalho inovador por seu caráter interdisciplinar e pelas abordagens inovadoras e intrigantes propostas ao longo do capítulos. Produzido em paralelo a outro volume “Theories of Nature: Ethnographies from Latvia”, é uma obra que certamente tem de grande interesse para especialistas e para um publico mais geral interessado a compreender as diferentes formas de viver e pensar o “humano” e a “natureza”. Paride Bollettin é Professor Visitante do Programa de Pós-graduação em Antropologia da Universidade Federal da Bahia e Honorary Research Fellow do Department of Anthropology da Durham University. As principais áreas de interesse são Etnologia Indígena e Antropologia da Ciência. Autor de numerosos artigos, livros e coletâneas, já publicou com Cleup os volumes “Identità e Trasformazione”, “Lévi-Strauss visto dal Brasile” e a trilogia “Etnografia Amazzoniche”. Charbel N. El-Hani é Professor Titular do Instituto de Biologia/UFBA e se encontra atualmente como pesquisador visitante do Centro de Estudos Sociais da Universidade de Coimbra, Portugal. Ele coordena o Laboratório de Ensino, Filosofia e História da Biologia na UFBA. Ele atua na pesquisa em educação científica, filosofia da biologia, ecologia, conservação e etnobiologia. Coordenador do Instituto Nacional de Ciência e Tecnologia em Estudos Interdisciplinares e Transdisciplinares em Ecologia e Evolução (INCT IN-TREE). Il libro è gratuitamente scaricabile ISBN:9788854953079 Collana: Encounters 1 Curatori: Paride Bollettin, Charbel N. El-Hani Edizione 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

17,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Le libere improvvisazioni

Le libere improvvisazioni

€ 26,00

Alla stessa stregua della musica, lo studio della psicopatologia clinica assume il carattere della disciplina. Si affrontano contenuti razionali ed emotivi intrecciati in dimensioni articolate e in stretta relazione con l’operatività quotidiana: la musica nell’espressione di armonici elementi affettivo-emotivi, la psicopatologia clinica nell’incontro relazionale rivolto alla cura. Attività complesse, integranti aree mentali diverse, dalla sfera cognitivo-razionale a quella affettivo-emotiva. Facile la sensazione di smarrimento, da cui la tentazione di regole rassicuranti e inderogabili. “D’altro canto” per mantenere la giusta rotta appare fondamentale la presenza di punti di riferimento stabili e sicuri, specie a chi intenda affrontare navigazioni in acque poco conosciute e voglia garantirsi anche il viaggio di ritorno. Una regola in funzione di un viaggio dinamico quindi, e non “vincolante sintesi stanziale”, del rigore “evidence based” o di talune “fedelissime esecuzioni musicali”, per un caleidoscopico incontro artistico, o terapeutico, dove la opportunità della capacità improvvisativa favorisca l’espressione e la rielaborazione anche dai territori più inaccessibili. Il tutto in un atteggiamento scientifico di sperimentazione, verifica e misurabilità. Mario Degli Stefani, psichiatra psicoterapeuta, suonatore. Direttore scientifico del Centro Studi Musicoterapia di Thiene, da anni rivolge il suo interesse ad aspetti socio-antropologici della dimensione musicale e alle sue opportunità di cura nella salute mentale. Ha curato i volumi della collana “PerSona - Opportunità musicali per la salute e il benessere” editi da Cleup. Lavora a Padova presso il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ulss 6 Euganea. Manuela Guadagnini, psicologa specializzata in musicoterapia, musicista. Dal 2007 opera a Padova come consulente di musicoterapia presso il Dipartimento di Salute Mentale Azienda Ulss 6 Euganea. Coordinatore Didattico Centro Studi Musicoterapia Alto Vicentino di Thiene, autrice di articoli e curatrice della collana “PerSona - Opportunità musicali per la salute e il benessere”. Alberto Schön, medico, neurologo, psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana. Già docente di Psicoterapia alla Scuola di Specializzazione in Psichiatria a Padova, Facoltà di Medicina. Si è occupato, tra l’altro, di senso dei suoni e di umorismo. Autore di numerose pubblicazioni tra cui un libro di storie cliniche brevi e leggibili dal titolo “Vuol dire. Dal diario di un analista”, Ed. Bollati Boringhieri 1997. www.progettopersonapadova.altervista.org www.facebook.com/progettoPerSonaPadova Fondazione G.E. Ghirardi Onlus www.fondazioneghirardi.org Indice Testi introduttivi ISBN:9788854952942 Collana: PerSona Curatori: Mario Degli Stefani, Manuela Guadagnini, Alberto Schön Edizione: 2020 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

26,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Patria di parole

Patria di parole

€ 20,00

Nel 1970 circa ventimila di italiani residenti in Libia furono costretti a lasciare il paese in cui erano nati e a cui sentivano di appartenere. Fu un piccolo “esodo”, assai poco celebrato perché si portava dietro i fantasmi del passato coloniale italiano. Questo libro lo racconta attraverso le memorie dei protagonisti, intervistati secondo la metodologia etnografica della storia orale. È il frutto di una ricerca decennale, compiuta da uno di loro, che è diventato narratore di un’esperienza che è insieme personale e collettiva. Parte dalle memorie familiari dell’arrivo in Libia e del periodo coloniale; prosegue con le testimonianze relative alle trasformazioni sociali successive al 1945; si conclude con gli esiti della rivoluzione di Gheddafi, che pose fine alla presenza italiana nel paese.   Domenico Infantolino (1943-2020), di famiglia siciliana, è nato in Libia, a Tripoli, dove ha trascorso la giovinezza. Laureato in biologia a Padova nel 1971, in seguito all’espulsione degli italiani dalla Libia è rimasto in Italia, dove ha lavorato all’Ospedale di Castelfranco Veneto e ha insegnato alla Facoltà di Medicina dell’Università di Padova. Dopo la pensione ha ripreso gli studi all’Università Ca’ Foscari di Venezia e si è laureato prima in arabo, poi in antropologia culturale, infine in storia. Indice Ricordo di Mimì di Glauco Sanga Prefazione. Il canto dell'addio di Alessandro Casellato ISSN: 2531-5498 ISBN: 9788854952652 Collana: Etnografie, 5 Autore: Domenico Infantolino Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello