0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Collane scientifiche

La mano e l'inquisitore

La mano e l'inquisitore

€ 33,00

Erasmo, il suo epistolario in particolare, accompagna questa ricerca sulla mano quando si presenta come emanazione di un inquisitore, oppure di un potere (una struttura religiosa o politica) che obbliga, punisce, annienta l’individualità. Nelle sue linee che trasmettono il destino dell’uomo, traspare, come in uno specchio, questo universo ambiguo, persecutore, invadente. L’uomo, non solo religioso, che assume il compito di inquisire, si cela nei suoi meandri. Ideologie e immagini si trasformano al suo interno, proponendo dell’uomo un misterioso poliedro di immagini e di parole, ove la mano si muove simile al “cerchio” di Leonardo, mentre dell’uomo si evidenziano le “mutazioni”. Un cammino che giunge fino alle società contemporanee quando la mano inquisitrice si inserisce all’interno di una ideologia. La mano di Erasmo non è una narratrice di favole bensì rappresentazione di movimenti di immagini e di sensibilità alla ricerca di un disegno possibile della libertà umana. Achille Olivieri ha insegnato Storia della storiografia moderna e Storia moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova (e si è fatto promotore della storia della storiografia sia nei suoi aspetti generali sia in relazione al mondo moderno), e studia i movimenti ereticali del Cinquecento Ha soggiornato per i suoi lavori lungamente a Parigi, a Tours, a Bordeaux, a Basilea e a Varsavia. Fra i suoi lavori si segnalano i seguenti: La Riforma in Italia. Strutture e simboli, classi e poteri, Milano 2010 (seconda edizione); Il laboratorio di Jules Michelet, Milano 2001 e quindi Erodoto nel Rinscimento. L’umano e la storia, Roma 2004. Su Giovanni Calvino: Calvino ieri e oggi in Italia, a cura di Pietro Bolognesi e Achille Olivieri, Roma 2010. Per le metodologie: Strutture e forme del “discorso” storico, a cura di Achille Olivieri, Milano, 2005. Indice e introduzione ISBN:9788867872244 Collana: Filologie nel lungo Rinascimento Curatori: Achille Olivieri Edizione 2015 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

33,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Demografia storica

Demografia storica

€ 15,00

"Questi appunti non hanno la pretesa di essere un nuovo manuale di Demografia storica, anche se ce ne sarebbe forse bisogno. Senza dimenticare i precedenti di Granelli Benini (1974) e di Pasi (1992), il più recente, l’Introduzione alla demografia storica di Del Panta e Rettaroli (1994), che sembrava il più completo, è esaurito da tempo e non sarà ristampato. Per un insegnamento di Demografia storica in un corso di Laurea triennale in Storia, come quello attivo presso l’Università di Padova, non c’è pertanto un manuale adatto: queste pagine ne forniscono un primo supporto, indispensabile per comprendere i meccanismi dello sviluppo delle popolazioni umane. Lo scopo principale di queste pagine è infatti di essere un ausilio per gli studenti, e quindi di rendere più agevole lo studio della storia delle popolazioni. Molti spunti di grande interesse si trovano nel volume di Massimo Livi Bacci, più volte ristampato, Storia minima della popolazione del mondo. Benché scritto anche per non specialisti, il volume infatti si legge più agevolmente se sono noti alcuni elementi che si trovano nel presente testo. Proprio con questo intento, rispetto a una normale raccolta di metodi introduttivi per lo studio delle popolazioni, il contenuto di queste pagine si presenta piuttosto conciso, non approfondendo deliberatamente aspetti che, lavorando con dati storici, capita raramente di incontrare." dalla Presentazione Fiorenzo Rossi (Adria, 1946), già professore ordinario di Demografia nella Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università di Padova, è professore incaricato di Demografia Storica nel Corso di Laurea in Storia presso il Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova. Si è interessato di vari temi di popolazione, dalla fecondità alle migrazioni, dalle previsioni demografiche alla qualità dei dati statistici. Su problemi e metodi di Demografia Storica ha pubblicato diversi lavori, tra cui Il Veneto. Storia della popolazione dalla caduta di Venezia a oggi (in collaborazione con G. Dalla Zuanna e A. Rosina, Marsilio, Venezia, 2004), La popolazione di Longarone, 1951-2001, in Il Vajont dopo il Vajont, 1963-2000 (a cura di M. Reberschak e I. Mattozzi, Marsilio, Venezia, 2009) e Famiglie e proprietà a Legnago (Verona) nel 1430. Collegamento di dati demografici e dati fiscali, «Popolazione e Storia», n. 1 e n. 2, 2013. Indice Premessa ISBN:9788867878215 Collana: Materiali di Demografia Storica Autori: Fiorenzo Rossi Edizione 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La filosofia e la sua storia

La filosofia e la sua storia

€ 60,00

Gregorio Piaia si è formato presso l’Università di Padova, dove si laureò il 17 febbraio 1968 con una tesi coordinata da Carlo Giacon sul tema dell’averroismo politico nel pensiero di Marsilio da Padova. Tra i suoi maestri è da ricordare ancora Giovanni Santinello, del quale fu il principale collaboratore nel guidare il gruppo di lavoro formato da giovani studiosi impegnati nel progetto di una grande Storia delle storie generali della filosofia, uscita in prima edizione in lingua italiana tra il 1979 e il 2004 ed ora in corso di traduzione e aggiornamento in lingua inglese. La vita “pubblica” di Piaia si è svolta essenzialmente nella sua funzione di professore universitario, all’inizio come docente in formazione presso l’Università di Padova, poi quale professore associato presso l’Università di Verona, infine dal 1987 di nuovo a Padova, dove in qualità di professore ordinario tenne per quasi trent’anni la cattedra di storia della filosofia. Padova, Verona, il Veneto: certamente questi sono stati i riferimenti territoriali entro i quali si è compiuta la carriera accademica del bellunese Piaia. Ma egli estese ben presto l’ambito della sua attività di docente oltre questi limiti geografici, in Europa e nelle Americhe. Lo stesso spirito di apertura ha animato l’attività scientifica di Gregorio Piaia, che non si è svolta in limiti territoriali o di scuola precisi ma all’interno di una vasta “repubblica delle lettere” dai contorni più internazionali che nazionali: ne è testimonianza il suo ruolo di direttore o redattore di importanti riviste e la sua presenza nelle più rilevanti società di promozione degli studi filosofici e storico-filosofici. Non meno degna di nota, infine, è la sua costante attenzione e disponibilità nei confronti dei giovani studiosi. Il presente volume intende essere modesto segno della stima di cui gode e dell’ampiezza dei suoi interessi di ricerca. Indice Premessa ISBN: 9788867877638 Collana: La filosofia e il suo passato 64 Curatore Tomo I: Marco Forlivesi Curatori Tomo II: Mario Longo, Giuseppe Micheli Edizione: 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

60,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Lapidario | Lapidario

Lapidario | Lapidario

€ 13,00

Nel Lapidario di Clara Janés (1988), dove le pietre – cristalli per lo più – acquisiscono un carattere simbolico di rivelazione dell’essere, le rappresentazioni, straordinarie intuizioni visionarie, si inseriscono nella linea dei trattati medievali di mineralogia che, con riverberi di tradizioni classiche e orientali per un’epoca che ne percepiva a un tempo la polarità di scienza ed emblema, descrivono le qualità magiche e le virtù mediche delle pietre. Ma non solo, le composizioni delineano la misura della creatività, intensa ed elaborata, carica di memoria intertestuale diretta o indiretta (la Bibbia, Garcilaso…), di echi ermetici e simbolismi dove emergono il cultismo della parola, le sperimentazioni linguistiche del surrealismo, gli stilemi del barocco e in particolare i topici della mistica spagnola ma anche di quella islamica medio-orientale. L’insistente dialettica delle isotopie semantiche dei toni notturni e delle immagini solari e l’ideale d’integrità, di armonia e di perfezione delle forme della natura, sono pertanto temi centrali in Lapidario. Dove scienza ed estetica si abbracciano: lì è poesia. Clara Janés (Barcellona, 1940), della Real Academia Española de la Lengua. La connessione della scienza con l’arte e la letteratura si riflette nella sua opera creativa, di ricerca e di traduzione. Alcuni titoli, a questo proposito, della sua originale e intensa opera: Fósiles (1987 e 2008 ed. aumentata), Lapidario (1988), El libro de los pájaros (1999), Fractales (2005), Los números oscuros (2006), Cinco ecuaciones, edizione fatta a mano (2006), Orbes del sueño (2013), Naturaleza ondulatoria (2014), Once linces, edizione fatta a mano (2016), Estructuras disipativas (2017), Schrödinger y el salto espacios-tiempo de Galileo Galilei, edizione fatta a mano (2017), e la traduzione di poesie, Candentes cenizas, seguito da un Fragmento de un diálogo inédito de Galileo, di Erwin Schrödinger, Premio Nobel per la Fisica 1933, con un epilogo Los límites del mar. Erwin Schrödinger: conocimiento y gozo (2014). Antonella Cancellier è professore ordinario di Linguistica e traduzione (lingua spagnola) presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università di Padova. Presentazione ISBN:9788867876884 Collana: Lince-o. Saperi Nomadi 1 Autore: Clara Janés Curatore/traduttore: Antonella Cancellier Testo spagnolo a fronte Edizione: 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

13,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Fossili | Fósiles

Fossili | Fósiles

€ 14,00

Se per Bachelard “Il fossile non è semplicemente un essere che ha vissuto, è un essere che vive ancora, addormentato nella sua forma”, Clara Janés va più in là. Ben lontani dall’essere dei simulacri, i suoi fossili riscattano l’organicità della materia la cui sopravvivenza, animale o vegetale, mette in gioco una temporalità complessa che finisce per acronizzare il tempo stesso. Segni e cose che attraversano il tempo e “giocano contemporaneamente su due tavoli” (Didi-Huberman), sulla lunga durata e sull’istante presente. Da una parte dicono di un tempo remotissimo, dall’altra, non solo stanno qui adesso ma racchiudono i sintomi di atti continuamente operanti, di un tempo che “più che scorrere, lavora” (Didi-Huberman). Reinventa. Miniature d’eternità, questi fossili non significano tempo senza fine ma nunc stans, un “eterno ora” che assorbe passato, presente e futuro, dove tutto accade ed è compreso nella pienezza e nella perfezione. Un tempo cairologico, attesa che contiene la simultaneità temporale e il momento di grazia di una natura generosa, amorosa, sottilmente erotica, che si dispiega all’esperienza dell’unità mistica, una natura di cui Clara Janés sa ascoltare i ritmi profondi e sa offrirli con il suo lucido pensiero poetante che folgora e illumina. Clara Janés (Barcellona, 1940), della Real Academia Española de la Lengua. La connessione della scienza con l’arte e la letteratura si riflette nella sua opera creativa, di ricerca e di traduzione. Alcuni titoli, a questo proposito, della sua originale e intensa opera: Fósiles (1987 e 2008 ed. aumentata), Lapidario (1988), El libro de los pájaros (1999), Fractales (2005), Los números oscuros (2006), Cinco ecuaciones, edizione fatta a mano (2006), Orbes del sueño (2013), Naturaleza ondulatoria (2014), Once linces, edizione fatta a mano (2016), Estructuras disipativas (2017), Schrödinger y el salto espacios-tiempo de Galileo Galilei, edizione fatta a mano (2017), e la traduzione di poesie, Candentes cenizas, seguito da un Fragmento de un diálogo inédito de Galileo, di Erwin Schrödinger, Premio Nobel per la Fisica 1933, con un epilogo Los límites del mar. Erwin Schrödinger: conocimiento y gozo (2014). Antonella Cancellier è professore ordinario di Linguistica e traduzione (lingua spagnola) presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università di Padova. Presentazione ISBN:9788867876891 Collana: Lince-o. Saperi Nomadi 2 Autore: Clara Janés Curatore/traduttore: Antonella Cancellier Disegni: Rosa Biadiu Testo spagnolo a fronte Edizione: 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

14,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
El corazón es centro

El corazón es centro

€ 28,00

A los cuatrocientos años de las primeras informaciones expuestas por William Harvey sobre la circulación de la sangre (1616), la Universidad de Padua abrió sus puertas –del 6 al 8 de octubre de 2016– para recibir un encuentro internacional e interdisciplinario sobre la imagen del corazón generador de paradigmas cognoscitivos y estéticos, de esquemas de interpretación y dispositivos emotivo-pasionales en la complejidad y en las intersecciones de los saberes humanos. El coloquio, “El corazón es centro”. Narraciones, representaciones y metáforas del corazón en el mundo hispánico, se propuso como espacio de diálogo entre estudiosos con diferentes competencias y lenguajes y como terreno privilegiado de contaminaciones y convergencias con el fin de explorar, sincrónica y diacrónicamente, el corazón –físico, simbólico y metafórico– en el campo de las ciencias médicas y de la historia de la medicina, de la política, de la lingüística, de la literatura y de la comunicación, de las artes visuales, de la filosofía y de la antropología cultural del mundo hispánico y en perspectiva comparada. Este volumen, homenaje a la centralidad que el corazón ha tenido en la revolución científica llevada a cabo por la Universidad de Padua, reúne los frutos de nuestro coloquio. Antonella Cancellier es catedrática de Lingüística y traducción (lengua española) en la Universidad de Padua (Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali). Alessia Cassani es profesora titular de Lingüística y traducción (lengua española) en la Universidad de Padua (Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali). Elena Dal Maso es becaria de Lingüística y traducción (lengua española) en la Universidad de Verona (Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere). Presentazione ISBN:9788867876907 Collana: Lince-o. Saperi Nomadi 3 Curatori: Antonella Cancellier, Alessia Cassani, Elena Dal Maso Edizione: 2017 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

28,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Nostro Novecento

Nostro Novecento

€ 24,00

L’autore raccoglie qui una serie di saggi che, scritti negli ultimi venticinque anni, riguardano scrittori di rilievo (specialmente veneti, ma non solo) del nostro Novecento appena trascorso, con maggiore attenzione per alcuni poeti in dialetto e in lingua di sicura rilevanza anche nazionale, quali Giacomo Noventa, Biagio Marin, Romano Pascutto, Andrea Zanzotto e Fernando Bandini. Non si sono tralasciati tuttavia certi robusti narratori, quali Carlo Emilio Gadda, Giovanni Comisso, Goffredo Parise ed Elio Bartolini, tutti traguardati da punti di vista caratterizzanti o da loro singole opere altamente rappresentative. Di Primo Levi si è tentata una rapida sintesi delle sue opere in prosa e una lettura più analitica della sua poesia; di Pasolini si è privilegiato il lato critico ‘corsaro’ ed ‘eretico’, forse uno dei suoi aspetti più vitali. Per Giuliano Scabia si è scelto di interpretare un suo romanzo fiabesco, per Alfonso Traina di leggere le sue liriche senili, per Lea Quaretti di sfogliare il suo giornale intimo, vera, sorprendente miniera di aneddotica letteraria. Antonio Daniele, già docente di Storia della lingua italiana in varie Università (Vienna, Padova, Cosenza), ha concluso da poco a Udine la sua attività. Nel corso degli anni si è occupato di varî argomenti letterarî e linguistici, con monografie e saggi dedicati al Petrarca, al Dondi dall’Orologio, al Tasso, al Dottori e ad altri autori, nonché a questioni di poetica e metrica del Cinquecento e di filologia dell’Ottocento (in particolare studiando il Mussafia e il Canello). Ultimamente ha pubblicato: Folengo e Ruzzante. Dodici studî sul plurilinguismo rinascimentale (Padova, 2013) e Dal centro al cerchio. L’esperienza narrativa di Luigi Meneghello (Padova, 2016). Indice Premessa ISBN:9788867878884 Collana: Romanistica Patavina 11 Autore: Antonio Daniele Edizione 2018 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

24,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello