0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Aree tematiche

Spiridione Naranzi

Spiridione Naranzi

€ 20,00

Vissuto in una fase tra le più cruciali della storia europea, Spiridione Naranzi (1769-1833) è stato uno di quegli intellettuali e politici “sommersi” che è però rimasto nella maggior parte sconosciuto alla ricerca storica, in particolare per quanto riguarda le sue modalità di partecipazione al travagliato processo che portò all’indipendenza greca. Marginalmente noto come console generale russo a Venezia durante il periodo post-napoleonico, nonché assiduo sostenitore della famiglia di Ugo Foscolo con cui era imparentato, egli ebbe però una vita intensa e ricca di esperienze. Intimamente accomunato nelle speranze e nelle traversie al fratello Demetrio, la sua vita si dipanò infatti dall’impegno letterario con Melchiorre Cesarotti alla funzione ministeriale durante la Repubblica Settinsulare ionica, dall’attività diplomatica per l’impero russo ai rapporti con gli eminenti uomini di cultura italiani ed europei, tra i quali spicca lord Byron. Se, dal punto di vista culturale, Naranzi fu il principale artefice della valorizzazione del giovane talento foscoliano in quella Serenissima che si apprestava inesorabilmente al destinale 1797, le sue vicissitudini pubbliche furono indissolubilmente legate alle sorti umane e politiche di Giovanni Capodistria, il primo governatore della Grecia liberata. Patriota dai vivaci connotati transnazionali necessitati dal mondo in cui si trovò ad agire, la figura “minore” di Spiridione Naranzi risalta per la sua dimensione variegata, e per certi versi paradigmatica, relativa a un’epoca che, nel suo portato ideale, ha fondato – nel bene e nel male – una parte fondamentale della nostra tormentata contemporaneità. Mauro Dorella, padovano per nascita e studi, svolge l’attività di medico ospedaliero presso l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. Per Cleup ha pubblicato: Fu veramente... fatto di sangue? Il galileismo e la microstoria della trasfusione ematica effettuata a Udine nel 1668 (2019); Demetrio Naranzi e il giovane Ugo Foscolo. Un insolito destino tra medicina e tensione nazionale (2020).   Indice Nota introduttiva ISBN: 9788854955608 Collana: Scienze storiche Autore: Mauro Dorella Edizione 2022 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Pensare lo stato

Pensare lo stato

€ 22,00

I sentieri ricognitivi percorsi in questo volume si inoltrano nella complessa tematica della didattica del diritto pubblico a scuola al tempo delle emergenze globali, incrociando inevitabilmente gli scenari della grave crisi educativa, non solo endogena ai sistemi di istruzione e formazione, ma anche largamente diffusa in vari ambiti della vita sociale. In questo quadro viene ribadita la rilevanza dell’insegnamento del diritto pubblico, anche al fine della attivazione di proposte formative attualizzate rispetto alla società del rischio e, al contempo, propulsive di un apprendimento qualificato del sistema e dei valori dell’ordinamento costituzionale. Di qui, la delineazione di una didattica generativa, quale essenziale declinazione teorico-pratica di una scienza della formazione giuridica, strutturata su un solido impianto interdisciplinare, in grado di veicolare le componenti culturali costitutive della cittadinanza e di proporsi quale presidio scolastico costruttivo dei fondamenti di una consapevole e competente partecipazione alla sfera pubblica. Stefano Piazza (Specialista in Istituzioni e Tecniche di Tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova, Dottore di ricerca in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio allo IUAV di Venezia) già docente a contratto di Fondamenti storico-epistemologici della scienza giuridica, di Laboratorio di didattica delle materie giuridiche pubblicistiche e di Didattica delle discipline giuridiche pubblicistiche presso la sede di Verona della Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti delle Scuole Secondarie del Veneto (SSIS-Università Ca’ Foscari Venezia-Università di Padova-Università di Verona), ha insegnato, con docenze a contratto, Istituzioni di diritto pubblico presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Padova. Negli anni accademici 2020-2021 e 2021-2022 ha insegnato Didattica del diritto pubblico I al Master “Insegnare Diritto ed Economia” dell’Università degli Studi di Padova. Tra i diversi lavori pubblicati per Cleup, si segnalano: Autorità indipendenti e Difensori civici (prefazione di Lucio Strumendo), 2000; Pensare la democrazia. Teoria e scienza politica in Robert A. Dahl, II ed., 2001; con Franco Toscani, Cultura europea e diritti umani (nella società globale del rischio), 2003; Appunti in tema di tutela dei diritti umani nell’epoca delle guerre locali, 2005; La cittadinanza improbabile tra educazione e potere nella società di caste (prefazione di Carlo Giuseppe Rossetti), 2009; Senza protezione? Sulle trasformazioni morfologiche dello Stato nell’epoca della crisi finanziaria globale, 2017; Lo Stato in classe. Sulla didattica del diritto pubblico a scuola nell’era della globalizzazione, II ed. 2018; Nei dintorni dello Statuto. Morfologia politica e progettazione statutaria nel Veneto dopo il Novecento (prefazione di Filiberto Agostini), 2019; Pensare le montagne nell’età delle emergenze. Istituzioni e politiche tra catastrofi ambientali e pandemia nelle “terre alte” del Veneto, 2021. Ha curato, per i nostri tipi, con Nino Olivetti Rason, per i “Quaderni del Dipartimento di Diritto Comparato”, il volume Problemi e prospettive della difesa civica, (2002) e con Tiziano Vecchiato, nella collana “Pedagogia per il territorio”, i volumi: Legislazione e tipologia dei servizi sociali, (2000) e Politiche sociali e servizi alle persone, (2002). Gabriele Patrizio, Dottore di ricerca in Relazioni Internazionali e già Professore a contratto di Storia delle Istituzioni Politiche e dello Stato, di Teoria dello Stato e delle Istituzioni, di Storia delle ideologie del Novecento in Europa presso il Dipartimento di Studi Storici, Politici, Giuridici e Internazionali-DSPGI dell’Università degli Studi di Padova, attualmente collabora con gli insegnamenti di Storia della Pubblica Amministrazione e di Storia delle dottrine politiche presso lo stesso Dipartimento. Ha scritto di politica internazionale e di politica estera in riviste come “Critica sociale”, “L’Astrolabio”, “Mondoperaio”, “il Mulino”, “Civitas”, “Italianieuropei”, la “Rivista di Studi Politici Internazionali” e “Terzo mondo” (Rivista trimestrale di studi, ricerche e documentazione sui paesi afro-asiatici e latino-americani). Si occupa del tema dei conflitti e della crisi dell’ordine internazionale e, attualmente, dell’emergenza pandemica, specialmente su “Affari Internazionali”, rivista dell’Istituto Affari Internazionali. Tra le sue pubblicazioni: L’enigma Carter. Da Plains a Camp David, Editrice Pan, Milano, 1979; È una scienza la politica estera? Come guardare la realtà internazionale da Teheran a Kabul, Editrice Pan, Milano, 1980; Tempo e diplomazia. Un’analisi cronopolitica delle crisi internazionali, Franco Angeli, Milano, 1991; Tempo di guerra, tempo di pace. Stabilità e durata nel mondo globale, Giappichelli, Torino, 2004; Terrorismo come instabilità internazionale. Fra eredità della guerra fredda e transizione di potenza, in G. Olmi, e G. Punzo, Il mondo fuori dai cardini. Il nuovo discorso sulla guerra nel passaggio tra i due secoli, Cleup, Padova, 2004, pp. 11-30; Il silenzio di Ares. Le grandi potenze all’ombra della lunga pace, Giappichelli, Torino, 2014.   Indice Anteprima ISBN:9788854955509 Collana: Scienze politiche Autori: Gabriele Patrizio, Stefano Piazza Curatore: Stefano Piazza Edizione 2022 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Una vita difficile in un secolo breve

Una vita difficile in un secolo breve

€ 16,00

Questa è la storia di Nicolotto da Celarda, al secolo Rizzieri Raveane, emigrato in Francia a sedici anni, poi volontario per la libertà della Spagna e partigiano in Italia sulle vette feltrine. Braccato per mezza Europa, incarcerato, confinato, morto solo e poverissimo, Nicolotto non fu un intellettuale, perché non era ‘studiato’, né tanto meno un eroe, perché gli eroi vincono sempre e non sbagliano mai. Fu invece un irriducibile nemico del fascismo, contro il quale combatté senza tregua per buona parte della sua vita, non tanto per un’ideologia che mal conosceva, quanto piuttosto per quell’istintiva spinta di riscatto umano che porta talora a battersi per un elementare senso di giustizia. Ferito più volte, durante la guerra di Spagna raggiunse il grado di capitano nelle Brigate Internazionali e dovette pensare che, davvero, fosse giunto quel momento della storia in cui gli ultimi, per diventare i primi, non avrebbero più dovuto aspettare il regno dei cieli. Naturalmente Nicolotto si sbagliava e dovette affrontare le conseguenze di questo suo abbaglio.     Marcello Della Valentina (Venezia, 1965) insegna Italiano e Latino al Liceo ‘Dal Piaz’ di Feltre. Dottore di ricerca in Storia della società europea, è autore di vari contributi sulla storia dell'economia e della società veneta in età moderna e contemporanea. Suoi saggi sono apparsi su riviste come «Quaderni storici», «Archivio veneto», «Venetica». Per i tipi della Cleup nel 2003 ha pubblicato la monografia Operai, mezzadi, mercanti. Tessitori e industria della seta a Venezia tra ’600 e ’700. Indice Premessa ISBN: 9788854955448 Collana: Scienze storiche Autore: Marcello Della Valentina Edizione: 2022 Stato: disponibile dal 6 dicembre 2022

Aggiungi al carrello

16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
La ricerca della bellezza

La ricerca della bellezza

€ 20,00

In uscita a dicembre! Un invito a scoprire la bellezza. Un decalogo che va dalla sociologia all’arte, dalla moda alla biologia,dalla luce al suono, dall’architettura al design e dalla cosmesi alla fotografia, per scoprire il filo che unisce ogni esperienza umana e dà un valore profondo alla nostra esistenza. Una guida curiosa per le nostre esperienze, per le scoperte quotidiane, per l’intreccio di relazioni ed avvenimenti che significano il vivere nostro con gli altri, nella scoperta continua e nella meraviglia della vita. La bellezza non è semplicemente un’immagine, una canzone, un profumo, un viso o una realtà che salta improvvisamente agli occhi: ha bisogno del nostro sentire, delle nostre esperienze per trasformarsi in quell’emozione potente che non ci stanca mai. Abbiamo bisogno del bello, ma anche il bello ha bisogno di noi per realizzarsi ed essere riconosciuto. Una relazione continua che, via via, spazia in ogni dimensione della vita, nell’intimità di ciascuno. È un’avventura per tutti, un viaggio di emozioni, immagini e riflessioni alla ricerca senza tempo della bellezza. Mattia Caon nato e cresciuto a Padova, ha 25 anni. L’interesse e la curiosità per la moda si manifestano prestissimo e negli anni dell’adolescenza collabora con diversi brand italiani. A 17 anni scopre la passione per la fotografia e passa dall’altra parte dell’obiettivo, iniziando così il suo percorso di fotografo amatoriale. I suoi scatti rubano emozioni e sentimenti custoditi nel profondo dei soggetti che fotografa. Si laurea all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Economia e Commercio, che arricchisce con una magistrale in Design della Comunicazione alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano; città dove risiede per qualche anno cogliendo e sviluppando gli aspetti più innovativi del marketing, come quelli legati alle nuove tecnologie, ai social media e alla loro influenza nella moda, nella comunicazione e nelle relazioni. Questo è il suo primo libro.   Indice Introduzione   ISBN: 9788854955820 Collana: Storia dell´arte - Museologia Autore: Mattia Caon Edizione: 2022 Stato: disponibile a partire dai primi giorni di dicembre

Non disponibile
La ripartizione dell'onere della prova nel processo civile

La ripartizione dell'onere della prova nel processo civile

€ 18,00

L’opera attiene al tema, certamente classico, dell’onere della prova, e affronta il problema della sua ripartizione fra le parti. È questo un risvolto non solo di estrema rilevanza pratica in tutti gli ordinamenti moderni, tanto di civil law quanto di common law, ma anche di difficile inquadramento teorico, dipendendo invero strettamente dal modo in cui si è portati a ricostruire gli stessi concetti fondamentali di «fatto giuridico» e di «fattispecie legale sostanziale» del diritto soggettivo fatto valere in giudizio. Il volume concerne, più in particolare, le tecniche e i criteri elaborati dalla dottrina e dalla giurisprudenza per individuare concretamente il fatto impeditivo e distinguerlo così dal fatto costitutivo proprio al fine di distribuire i relativi oneri probatori fra attore e convenuto. Mattia Garavaglia è assegnista di ricerca nell’Università degli Studi di Milano, ed è stato visiting researcher presso la Tulane University di New Orleans (Stati Uniti). È autore di diverse pubblicazioni in materia di diritto processuale civile, specialmente in tema di onere della prova e di azioni e giudizi di accertamento negativo. Indice Introduzione ISBN: 9788854955776 Collana: Scienze giuridiche Autore: Mattia Garavaglia Edizione: 2022 Stato: disponibile

Aggiungi al carrello

18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Sui cosiddetti Cimbri dei VII e XIII Comuni nelle Alpi Venete e sul loro linguaggio

Sui cosiddetti Cimbri dei VII e XIII Comuni nelle Alpi Venete e sul loro linguaggio

€ 20,00

Il saggio Über die sogenannten Cimbern der VII und XIII Communen auf den venedischen Alpen und ihre Sprache, scritto nel 1834 da Johann Andreas Schmeller, contiene la relazione fatta alla Accademia delle Scienze di Monaco all’indomani del primo viaggio nei territori delle isole linguistiche tedesche fra l’Adige e il Brenta. Per rendere comprensibile il testo anche a un lettore semplicemente appassionato di questioni ‘cimbre’, il saggio è stato corredato di numerose note esplicative, di un Onomasticon con brevi note biografiche per ognuna delle persone citate e di una bibliografia delle varie opere citate nel testo. Dalla lettura di questo saggio si può quindi ricavare una ulteriore prova di quella lucida intelligenza, alimentata soprattutto dai dati della realtà e non da pregiudizi ideologici, che orientava e guidava la ricerca linguistica e storica dello Schmeller   Francesco Manzoni (Padova, 1943), ingegnere informatico, è stato direttore dei sistemi informatici del Comune e dell’Università di Padova. Appassionato ai temi della storia locale, nel 2020 ha pubblicato per l’Istituto di Cultura Cimbra di Roana il saggio Johann Andreas Schmeller e la scoperta del “piccolo popolo” dei Cimbri e per i tipi della CLEUP il volume Asiago e l’Altopiano dei Sette Comuni. La gente, l’ambiente, le condizioni di vita. Collabora con le riviste «Quaderni di Cultura Cimbra», «L’Altopiano» e «Asiago, ieri, oggi, domani». Indice Presentazione Premessa ISBN: 9788854955059 Collana: Scienze storiche Autore: Johann Andreas Schmeller Traduttore: Francesco Manzoni Edizione: 2022

Aggiungi al carrello

20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Basi razionali per la determinazione valutazione e controllo del Titolo energetico di un Parco giardino storico Terapeutico mediante TVS modeling

Basi razionali per la determinazione valutazione e controllo del Titolo energetico di un Parco giardino storico Terapeutico mediante TVS modeling

€ 12,00

Applicata per la prima volta ai sistemi naturali complessi, la Tecnologia ‘TVS Concept’ consente di misurare in modo obiettivo l’impronta energetica (Titolo) di un Parco giardino storico. Il Titolo energetico si esprime in mN/m eq. (milli Newton/su metro). Il Titolo energetico è funzione dell’insieme delle impronte energetiche dei singoli elementi di volume di un Parco giardino storico. Il Titolo energetico è pertanto un indicatore marker di qualità e conservativo di un Parco giardino storico.  Il Titolo energetico di un Parco giardino storico consente di definire la ‘Dose terapeutica’ funzionale a specifici protocolli di salute e benessere. Antonio Bettero nasce nel 1945 in un contesto paesano veneto di forte emigrazione (Vescovana PD). Secondo di quattro figli, studente lavoratore per condizione  familiare, irrequieto e sognatore, inizia una lunga  fase di osservazione del mondo che lo circonda alla ricerca di risposte obiettive alla sua innata curiosità. Conseguita la Laurea nel 1977, inizia nell’Università di Padova l’attività di ricerca nel campo di sistemi complessi naturali e formulativi che lo porterà attraverso la legge universale del flusso a valutare su base concettualmente innovativa la  correlazione  natura, struttura e superficie propria di ogni sistema (TVS Concept, 1995 ). Premi e Riconoscimenti ‘IFSCC Award and Honorary Mention (1985);  Premio SICC ‘Paolo Rovesti (1987); Sigillo della ‘Accademia dei Fisiocritici  della Città di Siena (1991); Premio Afi-IRF Pharma Works (1992);  I° Premio ‘Luigi Maggesi (1996); Premio Internazionale ‘Scritture   d’Acqua-Sez. Scienza e Tecnologia (1998); IX ‘Prix Leonardo’ Silver Certificate - Fond. Medikinale International (1999); Distinctión de  Professor  Onorario de la Universidad  Nacional de Trujillo (2006); Distinción   de Segundo Grado José Faustino Sánchez Carrión (2008).   ISBN: 9788854955547 Collana: Scienze storiche Autore: Antonio Bettero Edizione: 2022 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il concetto di σωφροσύνη nell’etica e nella cultura greco-arcaica

Il concetto di σωφροσύνη nell’etica e nella cultura greco-arcaica

€ 15,00

Questo volumetto, che nasce dalla rivisitazione di una tesi di laurea, è indubbiamente frutto di competenze professionali e didattiche maturate nel tempo, ma soprattutto di un interesse profondamente nutrito e coltivato per il mondo dell’antica Grecia. Di essa viene qui indagata la particolare concezione etica, di stampo intellettualistico, tipicamente espressa dal lessema σωφροσύνη nei suoi chiari elementi costitutivi di ascendenza indoeuropea. In tale ambito, attraverso l’analisi puntuale dei testi e dei contesti dall’epica omerica fino alla prima lirica, in un quadro storicamente e culturalmente compreso fra l’VIII e il VI sec. a.C., si delineano i prodromi di un processo evolutivo che vedrà il significato del termine volgersi dalla primigenia accezione di "saggezza pratica obbediente a criteri dettati da sana ragione" verso sfumature semantiche sempre più attinenti alla sfera spirituale, fino ad assumere col passar del tempo il senso derivato di "virtuosa temperanza, oculata prudenza, habitus comportamentale scaturente da una dote dell’animo". Si conclude che uno studio approfondito del lessema nelle sue varie sfaccettature, esteso fino al periodo ellenistico e affrontato con gli stessi metodi di ricerca, ispirati coerentemente alla semantica strutturale di saussuriana memoria, potrebbe forse aprire nuovi insospettati orizzonti nella conoscenza della civiltà greca considerata in tutta la sua complessità.   Rocco Pagliani, nato a Foggia nel 1948, risiede e opera a Padova sin dal 1975. Laureato in Lettere Classiche, ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento di Materie Letterarie, Latino e Filosofia nei Licei. Chiusa l’esperienza lavorativa pluriennale presso un noto Istituto di Credito, è tornato nel 1995 all’insegnamento nelle scuole pubbliche, congedandosi nel 2016 per sopraggiunti limiti d’età. Il suo esordio in ambito letterario risale alla pubblicazione della sua prima silloge poetica dal titolo Brandelli (Cleup, 2013), alla quale ha fatto seguito l’edizione di una seconda raccolta di componimenti lirici, intitolata Frantumi (Cleup, 2018). Sua è la stesura della sezione introduttiva nel libro di A. Garbetta, Profilo storico, geomorfologico ed ecosistemico della Zona Umida di Margherita di Savoia (Cleup, 2020). Prossima è l’edizione di una terza silloge, che avrà titolo Ritagli, e di una sua traduzione commentata del racconto Cane e Padrone di Thomas Mann. Indice Prefazione Introduzione ISBN:9788861299962 Collana: Scienze Filologico-letterarie Autore: Rocco Pagliani Edizione 2022 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il mondo-dato

Il mondo-dato

€ 19,00

Il filo conduttore di questo lavoro, giunto alla seconda edizione, è il “ciclo della datificazione”, vale a dire quella modalità di organizzazione dell’esperienza che si muove attraverso la sequela ricorsiva eventi-dati-conoscenza-decisione-azione-eventi. Quello che è il tipico modo di pensare l’efficientamento di un’organizzazione è diventato ormai – grazie alla rivoluzione informatica – la struttura fondamentale dello sviluppo complessivo delle società più evolute, divenendo paradigma universale di interpretazione e di costruzione della prassi attraverso la pervasività della traduzione in dati dell’esperienza e il corrispondente, necessario, incremento esponenziale dell’automazione. Riflettendo su ciascun momento della datificazione, l’autore indaga i profili ideologici, epistemologici e giuridico-sociali di una trasformazione che ha già sfidato la capacità di resistenza delle categorie fondamentali della comprensione giuridica contemporanea espressa in particolare nei diritti della persona. Claudio Sarra è professore associato di Informatica giuridica nell’Università di Padova. È autore di numerose pubblicazioni di rilevanza internazionale dedicate alla filosofia del diritto e del linguaggio giuridico, all’epistemologia giuridica nonché ai vari aspetti dell’incidenza delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione sul diritto. Tra i suoi lavori ricordiamo Lo Scudo di Dioniso. Contributo allo studio della metafora giuridica e le curatele Positività e Giurisprudenza. Teoria e prassi nella formazione giudiziale del diritto e Tecnodiritto. Temi e problemi di Informatica e Robotica giuridica (per Franco Angeli). Per i tipi della Cleup ha pubblicato Diritto e Ordine. Riflessioni sul sistema delle fonti del diritto e sulla sua crisi.   Indice Prefazione alla seconda edizione ISBN: 9788854955387 Collana: Scienze giuridiche Autore: Claudio Sarra Edizione: 2022 Stato: disponibile dal 4 novembre 2022

Aggiungi al carrello

19,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello