0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Aree tematiche

L'innovazione didattica tra scuola e università

L'innovazione didattica tra scuola e università

€ 0,01

L’università sta cambiando con la società in cui è inserita. Essa deve oggi rispondere a compiti sempre più complessi ed importanti per formare giovani con competenze ampie, solide e flessibili. Deve rispondere alle sfide della società e del mondo del lavoro, accogliendo numeri sempre maggiori di studenti per saper contribuire ad elevare il livello di preparazione di tutti i cittadini nella società della conoscenza. Deve mantenere alti gli standard degli esiti formativi per contribuire allo sviluppo sociale e del mondo del lavoro. Deve garantire ricerche di alto livello costantemente valutate in ambito internazionale ed integrare ricerca nella didattica, perché l’università sia fonte di formazione di avanguardia. Deve garantire la mobilità degli studenti per quella mutua fertilizzazione che gli scambi internazionali garantiscono nella loro varietà e ricchezza. Deve sapersi curvare ai bisogni del territorio in cui è inserita mantenendo lo spirito di sviluppo internazionale. Tutti questi difficili compiti oggi dell’università confluiscono nell’azione didattica, che richiede innovazione nei contenuti, nei metodi e negli strumenti per affrontare tutte queste sfide. L’innovazione didattica è una delle più importanti sfide che deve affrontare oggi l’università e che si espleta in molteplici dimensioni e con modalità differenziate. Diversi modelli si stanno studiando per affrontarla. L’Università di Udine ha deciso di puntare sull’impegno dei propri docenti, protagonisti di ricerche per il miglioramento della propria didattica. L’identificazione dei problemi, lo studio di soluzioni e la proposta di azioni, fondate sulla letteratura di ricerca, validate a livello di ateneo e condivise a livello di corso di studi ha prodotto quell’appropriazione del problema che orienta alla sperimentazione ed al suo monitoraggio per una valutazione basata su evidenze emerse dai dati. Un importante impegno è stato anche nella collaborazione con la scuola secondaria. Questo volume raccoglie la presentazione sintetica di 86 progetti realizzati negli ultimi 4 anni per attività di collaborazione basate sulla ricerca con la scuola e innovazione didattica nell’università. ​​​​​​​Alberto F. De Toni, PhD, è Rettore dell’Università di Udine e presidente della Fondazione CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane). È professore ordinario di Organizzazione della Produzione e di Gestione dei Sistemi Complessi nel corso di Laurea di Ingegneria Gestionale, Presidente dell’Organismo di Vigilanza del CINECA, Presidente dell’Organismo Indipendente di Valutazione della Performance dell’Istituto Superiore della Sanità, Direttore Scientifico di CUOA Business School e membro dello Strategic Steering Committee dell’EUI - European University Institute. È stato Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale. È stato Preside della Facoltà di Ingegneria, Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale, Presidente della Commissione Nazionale del MIUR per la riorganizzazione dell’Istruzione Tecnica e Professionale, Presidente dell’Agenzia per lo Sviluppo Economico della Montagna del Friuli Venezia Giulia, Vice Presidente di Area Science Park di Trieste e Membro del Comitato Tecnico-Scientifico per la diffusione della cultura scientifica. È autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali. Le principali aree di ricerca sono: Organizzazione della Produzione, Gestione dell’Innovazione e Gestione della Complessità. Marisa Michelini è professore ordinario di Didattica della Fisica presso l’Università di Udine, dove ha fondato il Centro Orientamento e Tutorato (CORT) ed il Centro Laboratorio per la Didattica della Fisica (CLDF). È delegata del rettore per l’Innovazione Didattica e responsabile dell’Unità di Ricerca in Didattica della Fisica. E’ Presidente del GIREP (Gruppo Internazionale di Ricerca sull’Insegnamento della Fisica – 49 Paesi membri – www.girep.org), Direttore del Consorzio Universitario Giovani Educazione ed Orientamento (GEO), socio onorario dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF), membro del comitato scientifico dell’European Physical Society – Physics Education Division, (EPS-PED) e di quello del Multimedia Physics Teaching and Learning (MPTL). Responsabile scientifico in diversi progetti di ricerca didattica Europei (5), Nazionali (38), Regionali (5). Ha fondato e diretto per 10 anni la rivista Università e Scuola. L’attività di ricerca è testimoniata da oltre 660 pubblicazioni su libri o riviste con revisione scientifica, di cui 257 a livello internazionale in inglese e 6 in altra lingua. In qualità di direttore GEO ha collaborato negli ultimi tre anni con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane per lo studio delle strategie di sviluppo degli atenei e l’innovazione didattica. Indice e Prefazione ISBN: 9788854951068 Collana: Scienze dell'educazione Curatori: Alberto Felice De Toni, Marisa Michelini Edizione: 2019 Stato: non disponibile

Non disponibile
Andreas Vesalius 500 years later

Andreas Vesalius 500 years later

€ 32,00

This book categorizes the lectures held during the 2nd International Meeting on Medicine and Pathology organized by the Working Group History of Pathology of the European Society of Pathology in Padua, Italy in 2015. This content was influenced by the celebration of the 500th birth year of Andreas Vesalius (1514-1564) and this occasion was used to highlight his role in anatomic research.The first part of the book is therefore dedicated to the importance of Vesalius work, with original contributions on his life, his work and his historical context. The second part contains a variety of papers on the history and medicine and pathology, such as papers about historical aspects of cardiac disease (congenital disorders, heart transplantation, famous people affected by heart disease) and lectures about historical medical collections and other issues. The third part contains interesting medical biographies about persons who had an enormous impact on medical thinking e.g. Norman Barrett, Herman Boerhaave, Giovanni Battista Morgagni, John Morgan, Santiago Ramon y Cajal, and John Snow. Fabio Zampieri is Associate Professor of History of Medicine, Department of Cardiac, Thoracic and Vascular Sciences at the University of Padua. His expertise are on the history of ancient and modern medicine, paleopathology and paleopathography. He is recognized as one of the leading experts in the history of Darwinian Theory within medical practice, in the figure of Giovanni Battista Morgagni and the history of the anatomo-clinical method. Alberto Zanatta is Curator of the Museum of Pathological Anatomy of the University of Padua. His fields of interest are the anthropology, paleopathology and history of medicine, in particular medical museology. He made important contributions in the paleopathological study of the remains of historical figures like Giovanni Battista Morgagni and Gaspare Pacchierotti, with the use of molecular pathology techniques. Gaetano Thiene is Professor Emeritus of Pathology, Department of Cardiac, Thoracic and Vascular Sciences at the University of Padua. His research interests have been across the broad fields of Cardiovascular Medicine and Pathology, particularly focusing clinicopathologic studies and clinical translation of basic research. He is recognized as the leading expert in the study of sudden death in the young and in athletes, cardiomyopathies, congenital heart diseases and valve prostheses. Cristina Basso is Professor of Pathology, Department of Cardiac, Thoracic and Vascular Sciences at the University of Padua. She is Director of the Cardiovascular Pathology Unit at the University Hospital of Padua; of the Registry of Cardio-Cerebro-Vascular Pathology, Veneto Region; and of the Master Course “Cardiovascular Pathology”, University of Padua Medical School. Her original contributions concern the cardiopathology, with particular interest to the research fields of the substrates and the molecular pathology of sudden death, cardiomyopathies, heart tumors and ischemic heart desease. ​​​​​​​Indice Prefazione e Introduzione ISBN:9788867878338 Collana: Scienze mediche Curatori: Fabio Zampieri, Alberto Zanatta, Cristina Basso, Gaetano Thiene Edizione 2019 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

32,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
I mosaici della Sicilia normanna nella didattica universitaria

I mosaici della Sicilia normanna nella didattica universitaria

€ 33,00

Questo libro è stato scritto da un gruppo di studenti del Corso di laurea magistrale in Storia dell’arte del Dipartimento dei beni culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica dell’Università di Padova. Si tratta del risultato di un’attività didattica basata sulla valutazione tra pari (peer review), iniziata durante il corso di Storia dell’arte bizantina (a.a. 2016-17) e realizzata in Sicilia nel 2017, attraverso un laboratorio itinerante. Il volume è introdotto da un saggio di Valentina Cantone e Anna Serbati sugli aspetti teorici e applicativi della sperimentazione didattica, che si è rivelata molto formativa nell’ambito dell’insegnamento della storia dell’arte e della maturazione delle competenze trasversali. Valentina Cantone è docente di Storia dell’arte bizantina nell’Università di Padova. Allieva del corso Prodid-Professionalità docente e innovazione didattica (2015), ha dedicato una parte della ricerca scientifica alla didattica della storia dell’arte nella scuola secondaria e nell’Università, studiandone prevalentemente gli aspetti applicativi. Anna Serbati è ricercatrice di Pedagogia sperimentale nell’Università di Padova. Si occupa di ricerca sui sistemi e sui processi di riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze, valutazione tra pari e valutazione sostenibile, valutazione della didattica, formazione alla docenza universitaria e competenze di insegnamento nell’istruzione superiore. Indice e premessa ISBN:9788854951013 Collana: Storia dell´arte - Museologia Autrici: Valentina Cantone, Anna Serbati Edizione 2019 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

33,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Il silenzio del legislatore sulla sorte degli embrioni sovrannumerari

Il silenzio del legislatore sulla sorte degli embrioni sovrannumerari

€ 15,00

Gli embrioni soprannumerari sono tutti quegli embrioni che residuano da cicli di fecondazione artificiale e che, a causa di un’anomalia genetica o semplicemente perché in sovrannumero rispetto al quantitativo necessario ai fini dell’inseminazione in utero, giacciono in uno stato di crioconservazione a tempo indeterminato, non essendo per loro prevista alcuna sorte, né dal punto scientifico, né dal punto di vista giuridico. La Legge nr. 40/2004 nulla accenna in merito alla loro possibile destinazione, ed il Giudice delle Leggi si trova nell’obiettiva e concreta difficoltà di pronunziarsi. A distanza di quindici anni dall’emanazione della legge italiana sulla procreazione medicalmente assistita, il silenzio che avvolge la questione è diventato assordante. Esigenze sempre più impellenti di carattere scientifico e giuridico, spingono gli interpreti a suggerire al legislatore diverse soluzioni al problema. L’adesione all’una o all’altra delle tesi prospettate determinerà, finalmente, il destino di quelle che sono attualmente solo “vite sospese”. Cristina Iacone (Napoli, 1994) collabora con la cattedra di Diritto Civile e di Diritto Privato Comparato dell’Università Federico II di Napoli. In particolare, la sua area di ricerca inerisce allo studio delle problematiche concernenti il diritto di famiglia, in chiave comparatista rispetto al diritto degli altri ordinamenti, con puntuale riferimento alle questioni etiche e giuridiche ad esso connesse. Recentemente ha collaborato con la rivista giuridica telematica www.diritto.it per la stesura di articoli di attuale interesse giuridico. ​​​​​​​ Indice ISBN: 9788854950870 Collana: Scienze giuridiche Autrice: Cristina Iacone Edizione: 2019 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

15,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
I boschi delle regioni meridionali e insulari d'Italia

I boschi delle regioni meridionali e insulari d'Italia

€ 26,00

La conservazione della biodiversità, la protezione della Natura e la gestione sostenibile delle foreste costituiscono temi che sempre più richiamano l´attenzione di molteplici organismi internazionali e dell´opinione pubblica, preoccupati dal progressivo degrado che lo sviluppo industriale ha provocato all´ambiente e dalle conseguenze che potranno avere i cambiamenti climatici. Questi problemi possono essere affrontati in modo più efficace conoscendo i diversi ambienti e il loro naturale funzionamento in modo da poter individuare delle linee di gestione che consentano di conservarne e migliorarne la qualità così da poter tramandare alle future generazioni quella risorsa che i nostri padri ci hanno lasciato in eredità. Il libro, che costituisce il secondo contributo dell'autore su questo argomento, si riferisce ai boschi presenti nelle Regioni dell'Italia meridionale e insulare. Si tratta di un complesso molto variegato di formazioni, esempio di un elevato livello di biodiversità del paesaggio, risultato dell´azione della Natura e del secolare lavoro dell´uomo. E´ allegato al volume un CD a cura di Paola Bolzon e Roberto Del Favero che contiene 476 immagini fotografiche di boschi e paesaggi forestali presenti nel territorio considerato. Permette una ricerca per categoria, Regione e argomento. Roberto Del Favero, docente in Assestamento Forestale e Selvicoltura all'Università degli Studi di Padova, fa parte di vari comitati tecnici e scientifici predisposti da Enti Pubblici nell´ambito del coordinamento della ricerca e della programmazione. È consulente di varie Regioni per le tematiche relative alla gestione delle risorse forestali. Fa parte del comitato di redazione di alcune riviste specialistiche d´interesse locale e nazionale. È socio ordinario dell´Accademia Italiana di Scienze Forestali. È autore di vari studi sull´inquadramento della vegetazione forestale con finalità gestionali, fra i quali alcuni volumi sulle tipologie forestali delle regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia, nonchè di un volume, pubblicato da CLEUP dedicato ai boschi delle Regioni alpine italiane, dalla Liguria al Friuli Venezia Giulia. Indice e Prefazione ISBN:9788854950092 Collana: Scienze agrarie, veterinarie e biologiche Autore: Del Favero Roberto Edizione 2018 Stato: Disponibile  

Aggiungi al carrello

26,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Itinerari dialettali

Itinerari dialettali

€ 30,00

Questa opera collettiva raccoglie i contributi di studiosi di età tra loro molto diverse che, con i temi affrontati, intendono rendere omaggio a Manlio Cortelazzo, amico per alcuni, maestro affabile e cordiale per quanti ebbero modo di seguire le sue lezioni a Padova, “maestro da lontano” per quanti lo incontrarono nelle sue molte pubblicazioni, o nei numerosi convegni che, sempre entusiasta dei contatti umani e delle aperture al nuovo, volle organizzare. Da sempre figura rassicurante e amica per i giovani che intraprendevano la via della ricerca, sapeva trasmettere entusiasmo invitando ad ancorarsi saldamente ai traguardi raggiunti dalla Disciplina, ma soprattutto additando nuovi orizzonti di ricerca, in cui sperimentare nuovi metodi d’indagine. Profondo conoscitore della materia, rigoroso nel metodo, sapeva dare la giusta visibilità anche a quanti si occupavano artigianalmente di dialetto, impegnandosi in progetti di divulgazione seria e accattivante ad un tempo. Vera miniera di spunti e prospettive di ricerca, i suoi manuali, a cinquant’anni di distanza, non hanno perso nulla del loro valore e della loro freschezza. Si affacciano ora dalle pagine di questo volume saggi che, seguendo idealmente le orme del Maestro, ripropongono il suo interesse per il greco e per i grecismi, per la ricerca etimologica, per il lessico, nelle sue varie sfaccettature, per i raggruppamenti dialettali visti nel loro rapporto con la storicità della lingua, la configurazione del territorio, l’assetto sociale del gruppo, e soprattutto dando ampio spazio a quella, tra le sue numerose provocazioni culturali, che è stata più ripetutamente raccolta: l’invito a guardare a quell’italiano “popolare” che si affacciava alla storia avendo come protagonisti quei parlanti che, partendo da una piena padronanza del dialetto, avevano capito che, per mettersi all’altezza dei tempi e poter utilizzare il canale della scrittura, dovevano a tutti i costi appropriarsi di un codice che consentisse loro un più ampio raggio di interazione.     Gianna Marcato ha insegnato Dialettologia italiana all’Università di Padova, attualmente è studiosa senior dell’Ateneo patavino. Con Parlarveneto (Unipress 2004), di cui è autrice, invita ad assaporare la ricchezza delle parlate del Veneto e della loro storia. Tra i suoi ultimi lavori Guida allo studio dei dialetti (CLEUP 2011), che consente a quanti siano interessati all’argomento un facile accesso al mondo dei dialetti d’Italia. Continuando la fortunata esperienza, che ha portato nel 1995 per i tipi della CLEUP alla stampa di Donna e linguaggio, raduna ogni anno a Cima Sappada (Ud) studiose e studiosi di università italiane e straniere, stimolando il confronto su temi di attualità inerenti la questione del dialetto e della lingua.   Indice Presentazione ISBN:9788854951150 Collana: Glottologia, Linguistica, Lingue e letterature straniere Curatrice: Gianna Marcato Edizione 2019 Stato: Disponibile

Aggiungi al carrello

30,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello